Coltellata mortale al padre, arrestato

Voleva tornarsene in Ucraina Sergej (detto Sergio) Nestercuck ma carabinieri e procura hanno giocato d’anticipo chiudendo il cerchio intorno all’omicidio del padre Anatoly, ucciso il 27 aprile nella casa di via Lanzara a Sarno. Una sola coltellata tra collo e cuore a capo di una violenta lite, forse per motivi di soldi, sferrata proprio dal figlio finito in carcere a Fuorni con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato. A stringergli le manette ai polsi sono stati i carabinieri del reparto Territoriale su disposizione del sostituto procuratore nocerino Angelo Rubano titolare del fascicolo di inchiesta. Inizialmente proprio il 41enne Sergio aveva detto che il padre era morto dopo una caduta accidentale in seguito a una colluttazione ma accertamenti e autopsia, hanno appurato tutt’altro.

PER LEGGERE LA NOTIZIA COMPLETA SCARICARE L’EDIZIONE DIGITALE

Consiglia

Al via i lavori della Cittadella scolastica di Sarno. Sopralluogo di Strianese

La Provincia di Salerno inizia i lavori alla Cittadella scolastica di Sarno. Stamattina il sopralluogo del Presidente Michele Strianese insieme al Sindaco di Sarno Giuseppe Canfora sul cantiere. Con loro presenti anche Angelo Michele Lizio, dirigente provinciale del settore Edilizia Scolastica e Patrimonio, nonché responsabile unico del procedimento, Gianfranco Risi, direttore dei lavori e i tecnici responsabili della ditta esecutrice. “Dopo vent’anni – dichiara il Presidente della Provincia Michele Strianese – sono partiti finalmente i lavori del primo lotto del nuovo complesso scolastico che sorgerà nella zona di Via Ticino (località Porcola), nell’ambito di quella che sarà una vera e propria cittadella scolastica. Ad eseguire i lavori con fondi della Provincia di Salerno, per un importo complessivo di 7 milioni di euro, sarà la ditta Cincotti Costruzioni srl di Nocera Inferiore, impresa consorziata con il Consorzio Stabile Tekton di Napoli. Il progetto della struttura invece è dell’Ipostudio Architetti di Firenze. La Provincia di Salerno e la Regione Campania si impegneranno al massimo per il finanziamento dei successivi lotti della cittadella. Nel frattempo siamo riusciti concretamente ad iniziare i lavori. Si parte con la realizzazione di circa 100 pali di fondazione di lunghezza pari a 27 m.” Per noi – conclude Strianese – è prioritaria la fruizione in sicurezza degli ambienti scolastici con l’obiettivo di tutelare il fondamentale diritto allo studio per i nostri ragazzi. Ma ovviamente sono in gioco anche diritto alla salute e alla sicurezza di tutte le comunità scolastiche. Aggiungo inoltre che questa è un’opera importante e ogni cantiere aperto ci consente di promuovere sviluppo e occupazione in un momento particolarmente delicato come questo.”

Consiglia

Dolore a Sarno, Carabiniere spara alla moglie e si uccide

Un carabiniere originario di Sarno ha sparato alla moglie e si è tolto la vita con un colpo di pistola esploso con la stessa arma. E’ accaduto a Marino, vicino a Roma. La donna, Annamaria Ascolese, 49 anni, anche lei di Sarno, è stata trasportata in ospedale.
Sul posto per i rilievi la polizia scientifica. Da chiarire i motivi del gesto dell’uomo, Antonio Boccia, 56 anni. Indaga la polizia. Il militare avrebbe esploso quattro colpi di pistola, colpendo la donna in diverse parti del corpo. Il carabiniere è rientrato in salotto, si sarebbe puntato l’arma al cuore togliendosi la vita. La donna è al San Camillo di Roma.

Consiglia