Scoperte in Tibet impronte di bambini di 200mila anni: “È l’opera d’arte più antica”


Un team di ricerca internazionale guidato da scienziati dell'Università di Guangzhou (Cina) ha scoperto in Tibet la più antica opera d'arte realizzata dall'uomo. Si tratta di una serie di impronte di piedi e mani simmetriche lasciate da due bambini su una fanghiglia calcarea, che indurendosi col tempo si è trasformata in travertino. Secondo la datazione avrebbe dai 169mila ai 226mila anni, molto più delle pitture rupestri scoperte in diverse caverne.
Continua a leggere

Gli uomini moderni si riproducono di più con i loro cugini rispetto ai primitivi: com’è possibile


Analizzando circa 1.800 sequenze di DNA provenienti da uomini e donne vissuti tra 45mila anni fa e poche centinaia di anni fa, un team di ricerca internazionale guidato da scienziati del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology di Lipsia (Germania) ha determinato che solo nel 3 percento dei casi i genitori erano cugini di primo grado. Oggi, invece, un matrimonio su dieci nel mondo si celebra tra cugini.
Continua a leggere