Irving insiste, no al vaccino: “Faccio quello che voglio e nessuno può dirmi cosa fare”


In una lunghissima diretta su Instagram, Kyrie Irving ha spiegato perché ha deciso di non vaccinarsi, ha risposto a chi dice che così perdere decine di milioni di dollari e ha anche detto di non voler essere incluso nel gruppo dei no-vax. Il giocatore di basket dei Brooklyn Nets non vuole vaccinarsi perché: "Nessuno dovrebbe essere costretto a fare qualcosa che non vuole al proprio corpo".
Continua a leggere

I Brooklyn Nets in casa giocheranno senza Irving, non vuole vaccinarsi: “Sono protetto da Dio”


Le rassegnate parole di Steve Nash sembrano mettere la parola fine alla polemica di questi giorni. Kyrie Irving, tutt'oggi non ancora vaccinato, si prepara a una stagione dalle due potenziali facce: star in trasferta, fuori dal campo a tifare per i compagni nelle partite casalinghe, alla luce delle regole dello stato di New York. Nash però sorride e si gode i lussi di un roster infinito.
Continua a leggere

La Nazionale di basket con sindrome di Down trionfa ancora, vinti gli Europei: orgoglio italiano


Gli azzurri hanno battuto la Turchia in finale davanti al pubblico amico di Ferrara e si confermano i campioni assoluti di questa disciplina. La stessa squadra italiana di basket con sindrome di Down aveva già vinto altre tre competizioni, tutte in Portogallo: l'Europeo del 2017 e i Mondiali del 2018 e del 2019. "Tra gli allori vinti negli ultimi anni, questo è stato sicuramente il più faticoso, il più sofferto e forse il più bello", ha confessato uno dei selezionatori azzurri Giuliano Bufacchi.
Continua a leggere

Kyrie Irving non può allenarsi con i Brooklyn Nets: continua a rifiutare il vaccino


Non si placano le polemiche per il più famoso e rinomato dei giocatori attualmente no-vax in NBA. Kyrie Irving, point-guard dei Brooklyn Nets, continua a rimandare ed evitare la somministrazione del vaccino anti-covid 19. A seguito della sua indecisione, diminuiscono sempre più le possibilità di vederlo in campo per tutte le partite dalla regular season.
Continua a leggere

Lo sfogo di Shaquille O’Neal: “Queste persone stanno impazzendo, sono fuori di testa”


La leggenda dell'NBA non vuole più essere considerato una star: "Le persone che si definiscono celebrità sono pazze". Alla base dello sfogo c'è il rifiuto di una cultura stereotipata, che rende ogni personaggio famoso un influencer uguale a sè stesso. Alla soglia dei 50 anni, O'Neal ha dichiarato di voler essere conosciuto più per i suoi gesti di solidarietà e per le sue qualità umane piuttosto che per la sua fama. Recentemente il campione americano aveva lanciato una campagna con la Kellogg's per aiutare i ragazzi delle scuole medie di Philadelphia e si era lamentato del dibattito sulla cancel culture.
Continua a leggere

L’NBA contro i no-vax: senza vaccino Wiggins e Irving non potranno giocare le gare casalinghe


Adam Silver non fa sconti: l'ala di Golden State, che più volte non si è risparmiato nel manifestare diffidenza verso il vaccino contro il covid-19, si è vista respingere la richieste di esenzione vaccinale motivata da ragioni religiose. E, ad oggi, non potrà quindi disputare le gare casalinghe con i suoi Warriors. Stessa sorte potrebbe toccare a Kyrie Irving.
Continua a leggere

Arrestato il figlio di Michael Jordan, ha perso la testa: “Confuso e disorientato”


Jeffrey Jordan, 32enne figlio del campionissimo NBA Michael, è stato arrestato venerdì in Arizona per aggressione aggravata ad un operatore sanitario. Il giovane era stato ricoverato in ospedale in seguito ad una caduta avvenuta in un bar: portato fuori dal locale, era diventato aggressivo con i membri della security, richiedendo l'intervento della polizia.
Continua a leggere

L’Italia regina del volley incorona Simone Giannelli: è il miglior giocatore dell’Europeo


Classe 1996, Simone Giannelli è stato eletto Mvp dell'Europeo che l'Italia di De Giorgi ha vinto in finale contro la Slovenia. Dopo il bronzo europeo e l'argento mondiale del 2015 e l'argento del 2016 alle Olimpiadi di Rio, finalmente l'oro: "Non ho mai mollato, chi mi conosce lo sa metto sempre cuore e testa. Era il mio sogno, è stato un successo di squadra"
Continua a leggere

Klay Thompson pronto al rientro: con lui Golden State torna a sognare l’anello


La superstar di Golden State, la cui ultima apparizione in campo è ormai datata Finals 2019, si appresta a tornare in campo nella stagione 2021/22. Stando alle ultime indiscrezioni infatti la franchigia avrebbe segnato come data utile per il ritorno del numero 11 il 25 dicembre, contro i Suns di Chris Paul e Devin Booker. Un anticipo di quella che potrebbe essere una potenziale serie dei prossimi Playoffs.
Continua a leggere