I koala colpiti da una malattia che li rende sterili: sono sempre più vicini all’estinzione


I koala, già decimati dagli incendi e dalla distruzione dell'habitat naturale a causa delle attività dell'uomo, sono sempre più vicini all'estinzione a causa di una malattia sessualmente trasmessa, la clamidia. In alcune aree il batterio responsabile ha infettato l'85 degli esemplari, rendendoli sterili. È corsa contro il tempo per lo sviluppo di un vaccino.
Continua a leggere

Raro astore sardo colpito a fucilate durante le giornate di caccia: non volerà mai più


Nei giorni scorsi, durante le giornate di caccia, in provincia di Nuoro è stato abbattuto a fucilate un raro esemplare di astore sardo, un rapace minacciato di estinzione che vive solo in Sardegna e in Corsica. Come indicato dall'Agenzia Regionale Forestas, i pallini hanno irrimediabilmente compromesso l'articolazione dell'ala destra, pertanto il magnifico uccello sarà condannato a vivere il resto della sua esistenza in cattività.
Continua a leggere

Rara e gigantesca “pianta pene” fiorisce in Olanda dopo 25 anni: in Europa è successo solo tre volte


Un raro ed enorme esemplare di Amorphophallus decus-silvae è fiorito nel giardino botanico di Leida, in Olanda. È la terza volta che succede in Europa, a 27 anni di distanza dal secondo evento, verificatosi sempre nel giardino olandese. La specie è nota col nome di "pianta pene" a causa della caratteristica forma fallica dello spadice, l'infiorescenza femminile, che raggiunge il mezzo metro di lunghezza.
Continua a leggere

I fenicotteri si truccano per apparire più belli e colorati agli occhi dei partner


I fenicotteri sono tra gli uccelli più belli e appariscenti presenti in Italia, grazie al loro spettacolare piumaggio tinto di rosa (che deriva dai carotenoidi presenti nelle prede). Il segreto per mantenere il piumaggio più vivido e impedire che venga sbiadito dal sole è nel pigmento rilasciato dalla ghiandola dell'uropigio, che viene spalmato su penne e piume come un vero e proprio trucco di bellezza. I fenicotteri più colorati, infatti, hanno maggiori probabilità di essere scelti da un partner e riprodursi.
Continua a leggere

Gli elefanti africani stanno nascendo senza zanne a causa del bracconaggio per l’avorio


Tra il 1970 e il 2000 nel parco di Gorongosa in Mozambico la percentuale di elefanti nati senza zanne è passata dal 18,5 al 50,9 percento, a causa dai massacri per l'avorio. I bracconieri hanno sterminato sistematicamente gli esemplari con le zanne, pertanto le femmine che ne erano prive avevano maggiori probabilità di sopravvivenza e di riprodursi, trasmettendo il tratto genetico alle figlie. Ci vorranno diverse generazioni senza bracconaggio prima di tornare alla normalità.
Continua a leggere

Atlante, il capodoglio con la coda menomata dall’elica di una nave: le commoventi immagini


L'Associazione Menkab, che da oltre 10 anni si occupa di ricerca e divulgazione ambientale nel Mediterraneo, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook le immagini di Atlante, un capodoglio con la pinna caudale menomata dal probabile impatto con l'elica di una nave. Le collisioni sono diventate una delle principali cause di morte e lesioni per i grandi mammiferi marini, come evidenziato dalla campagna di Friend of the Sea. Atlante è stato fotografato da Biagio Violi nel Santuario dei Cetacei Pelagos.
Continua a leggere

L’Emilia Romagna non ucciderà più col gas gli scoiattoli grigi: ecco che fine faranno i roditori


Grazie alla collaborazione tra il Centro di Recupero per la Fauna Selvatica "Il Pettirosso" di Modena, le associazioni animaliste e il governo regionale, l'Emilia Romagna ha deciso che non ucciderà più con l'anidride carbonica gli scoiattoli grigi. Gli esemplari saranno individuati con fototrappole, catturati e trasferiti nelle strutture del CRAS. È una vittoria per l'ambiente e l'umanità.
Continua a leggere

Orsi polari, foche e altri animali artici spariranno entro il 2100 se non abbatteremo i gas serra


Il ghiaccio marino artico sparirà definitivamente entro il 2100 se non abbatteremo le emissioni di anidride carbonica (CO2) e altri gas a effetto serra, limitando l'aumento della temperatura media entro 2°C rispetto all'epoca preindustriale. Con lo scioglimento del ghiaccio artico si estingueranno orsi polari, foche e altri animali marini.
Continua a leggere