I sondaggi politici elettorali del 20 gennaio 2020

Tra le fila della maggioranza solo il M5s guadagna terreno. Salgono ancora Lega e Fratelli d'Italia. Leggera flessione per il Pd. La rilevazione Swg.

Leggera inversione di tendenza nel tradizionale sondaggio settimanale condotto da Swg per il TgLa7. Tra le fila della maggioranza a guadagnare consensi è soltanto il Movimento 5 stelle, che conquista lo 0,4%, salendo dal 15,2% al 15,6%.

ANCORA IN CRESCITA LEGA E FRATELLI D’ITALIA

Nella settimana che precede l’appuntamento elettorale in Emilia-Romagna salgono anche le forze di centrodestra. La Lega si conferma saldamente al comando, issandosi al 33,2% dal 32,9% della precedente rivelazione. Bene anche Fratelli d’Italia, che arriva a sfiorare l’11%, fermandosi al 10,9%, in crescita di mezzo punto percentuale.

PERDE TERRENO IL PARTITO DEMOCRATICO

Flessione, invece, per il Partito democratico, che alla vigilia del voto scende al 18,2%. Identico andamento per Italia viva di Matteo Renzi, che arresta la crescita e si ferma al 4,5%. Azione di Gianni Calenda si assesta, invece, al 2,6%.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

I sondaggi politici elettorali del 16 gennaio 2020

Lega sempre primo partito intorno al 30%. Bene tutto il centrodestra. Area di governo in affanno col M5s intorno al 15%.

Il mare dei sondaggi, a dieci giorni dal voto in Emilia-Romagna, risolta ancora poco mosso. In generale rimane una certa continuità nelle rilevazioni. Secondo il sondaggio settimanale di EMG Acqua presentato il 16 gennaio ad Agorà, il programma condotto da Serena Bortone su Raitre, se si votasse oggi la Lega si confermerebbe il primo partito con il 30%,

AREA DI GOVERNO INTORNO AL 42%

Complessivamente il centrodestra si avvicina alla soglia del 50% dei voti, anche grazie alla buona performance di Fratelli d’Italia all’11% cui si aggiunge il 6,7% raccolto da Forza Italia. Ancora in difficoltà l’intera area di governo che si attesta poco sopra il 40%. Prima forza resta il Pd con il 20% dei voti, seguito dal M5s al 15,6%, e Italia viva di Matteo Renzi che raccoglie il 4,6%.

IN DIFFICOLTÁ CALENDA E + EUROPA

Nell’arco dell’opposizione arrancano gli altri Partiti. Azione di Carlo Calenda si ferma al 2,8%, +Europa al 2,1%, La Sinistra 2,0%, Europa Verde all’1,8% e Cambiamo! (Toti) all’ 1,1%.

LE OSCILLAZIONI RISPETTO AL 9 GENNAIO

Il 9 gennaio scorso la Lega aveva toccato il 30,4%, seguita dal Pd al 19,9% e dal M5s al 15,9%. Fratelli D’Italia era invece al 10,6% mentre Forza Italia al 7,0%. Italia Viva al 4,5%, Azione al 2,8%, La Sinistra 2,0%, Più Europa al 1,9%, Europa Verde all’1,6% e Cambiamo! (Toti) al 1,0%.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Pd in ripresa, frena Giorgia Meloni: i sondaggi politici del 14 gennaio

I dem crescono di un punto e mezzo e arrivano al 18,4%. FdI scende al 10,4%. Lega ancora stabile al 32,9%. Le rilevazioni Swg per La7.

Il Pd, in queste ore riunito nel Conclave nell’abbazia di Contigliano, è in ripresa. Secondo il sondaggio settimanale Swg per La7, infatti, i dem salgono di un punto e mezzo: dal 17 al 18,4%.

La Lega di Matteo Salvini è sostanzialmente ferma al 32,9%, mentre subisce una battuta d’arresto Giorgia Meloni: Fratelli d’Italia scende dal 10,5% al 10,4%.

Forza Italia guadagna invece tre decimali passando al 5,8% dal 5,5%. Cambiamo del governatore della Liguria Giovanni Toti è fermo all’1%.

M5S IN CALO. ITALIA VIVA SOTTO IL 5%

Il sondaggio Swg registra anche il calo del M5s che passa dal 15,7 al 15,2%. Italia viva guadagna un decimale: dal 4,7 al 4,8%. Sempre sotto, sebbene di poco, della soglia di sbarramento ipotizzata dal Germanicum, la proposta di legge elettorale ora in commissione Affari costituzionali a Montecitorio.
Liberi e Uguali, partner di minoranza del governo, scende dal 3,7 al 3,1%. Non prende quota nemmeno Azione di Carlo Calenda passata al 2,9 dal 3,3%.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it