Sparatoria alle prime luci dell’alba a New York

Quattro persone sono rimaste uccise e altre tre ferite nel conflitto a fuoco avvenuto alle prime luci dell'alba nella zona di Brooklyn. Sul massacro indaga la polizia.

È di almeno quattro morti e tre feriti non in pericolo di vita il bilancio di una sparatoria avvenuta intorno alle 7 del mattino, orario locale, di sabato 12 ottobre a New York. Il conflitto a fuoco è avvenuto nel quartiere di Brooklyn, nell’area di Crown Hieghts. Quando la polizia è arrivata tutto sembrava già essere terminato con le forze dell’ordine che hanno trovato solo i morti e i feriti poi trasportati in ospedale.

LA POLIZIA INDAGA NEGLI AMBIENTI MALAVITOSI

Intanto la polizia ha iniziato a indagare per comprendere i motivi dello spargimento di sangue. Sotto torchio gli ambienti della malavita organizzata e soprattutto delle bande che si trovano a New York. Al termine della sparatoria, oltre ai tre feriti, le forze dell’ordine hanno bloccato anche altre due persone per essere interrogate e sospettate di aver preso parte alla carneficina.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

A New York il serial killer dei senzatetto: uccisi in quattro

Ammazzati in una notte con un grosso oggetti di metallo. Un quinto ricoverato con gravi ferite. Arrestato il presunto assassino: un giovane di 24 anni.

Almeno quattro uomini, tutti ritenuti senzatetto, sono stati uccisi a New York, a Chinatown, da un assalitore che li ha colpiti con un grosso oggetto di metallo mentre dormivano. Un quinto è ricoverato all’ospedale con ferite gravi. Lo riferisce la polizia della Grande Mela, che ha arrestato il presunto
autore, un giovane di 24 anni. I corpi delle vittime sono stati scoperti uno dopo l’altro, grazie alla segnalazione di una persona non coinvolta nell’aggressione. Gli investigatori terranno una conferenza stampa a breve.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Placido Domingo lascia la Met Opera dopo le accuse di molestie

Il tenore avrebbe dovuto portare in scena il Macbeth a New York.

Placido Domingo si ritira dalla Met Opera, dove avrebbe dovuto portare in scena il ‘Macbeth‘ di Giuseppe Verdi mercoledì sera. Lo riporta l’Associated Press, sottolineando che Domingo si ritira da tutte le future perfomance dalla Met Opera. La decisione è legata alle accuse di molestie sessuali avanzate da alcune donne nei suoi confronti. Domingo ha partecipato alle prove per il Macbeth lunedì, ma nonostante questo la Met Opera ha annunciato che la star si è detta d’accordo sulla necessità di fare un passo indietro.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it