Perché la denuncia del Codacons contro la ‘blasfema’ Chiara Ferragni non ha senso


L’associazione ha denunciato l’imprenditrice per l’opera di Francesco Vezzoli comparsa su Vanity Fair in cui Chiara Ferragni è ritratta come una Madonna col bambino. Indignazione, esposto indirizzato a Papa Francesco, al ministro e alle istituzioni. Ma chi difende il Codacons? Può dirsi rappresentativa dei consumatori un’associazione che costruisce una fantasiosa denuncia per blasfemia nei confronti di uno dei personaggi più famosi d’Italia, o si pecca di malizia nel credere che sia tutto finalizzato a una ricerca di visibilità?
Continua a leggere