Le statistiche europee sull’obesità infantile

Malta, Cipro e Italia sono i tre Paesi Ue con la più alta percentuale di bambini in questa condizione. Una tendenza confermata anche dall'Oms.

Tassare merendine e brioche per la salute dei bambini. È la proposta avanzata dal ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Un’idea che ha però suscitato diversi malumori da parte dell’opposizione, con Matteo Salvini in testa, ma anche all’interno della stessa maggioranza giallorossa. Con il capo politico del M5s Luigi Di Maio pronto a sconfessare il “suo” ministro.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che avreste voluto sapere sulle merendine

GRECIA E ITALIA TRA I PAESI PIÙ PESANTI

E mentre la polemica divampa, il peso e la salute dei bambini italiani vengono tirati in causa. Pare infatti che i piccoli cittadini siano tra «i più grassi d’Europa». Ma è davvero così? Ecco cosa dicono gli ultimi dati forniti dalla rivista di medicina Jama Network. Secondo le statistiche (2011-2016), che prendono in esame 28 Paesi europei (non tutti fanno parte dell’Unione), la percentuale più alta di bambini in sovrappeso nella fascia dai 7 ai 13 anni appartiene alla Grecia, con il 36,8%. Seguono l’Italia (35,2%), Malta (34,5%), Cipro (34,3%) e Spagna (32,1%). Sul fronte dell’obesità, invece, sul podio salgono nuovamente Malta (14,2%), Cipro (12,3%) e Italia (12,2%).

UN PROBLEMA MEDITERRANEO

La proposta di tassare le merendine fa discutere. E sottolinea lo stato di salute dei bambini italiani, tra i più obesi in Europa. Ma qual è la classifica precisa?
Uno dei grafici pubblicati sul report di Cosi sui livelli di obesità

Sono numeri che confermano gli studi del Cosi (Childhood Obesity Surveillance Initiative), un settore di studio specifico all’interno dell’Organizzazione mondiale della sanità che monitora i livelli di obesità nei ragazzi. Secondo il report pubblicato sul sito, il problema della cattiva alimentazione riguarda soprattutto gli Stati che si affacciano sul mar Mediterraneo. «Dei Paesi che hanno partecipato allo studio, la prevalenza di sovrappeso e obesità varia dal 17,6% al 41,9% per i ragazzi e dal 20,1% al 38,5% per le ragazze», si legge nel report. «I dati suggeriscono la più alta concentrazione nell’Europa meridionale». Ma la cattiva alimentazione nell’infanzia non è un problema solo europeo. Secondo il Cosi, infatti, «il numero di bambini con obesità in tutto il mondo è aumentato di 10 dieci volte negli ultimi 40 anni».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Le statistiche europee sull’obesità infantile

Malta, Cipro e Italia sono i tre Paesi Ue con la più alta percentuale di bambini in questa condizione. Una tendenza confermata anche dall'Oms.

Tassare merendine e brioche per la salute dei bambini. È la proposta avanzata dal ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Un’idea che ha però suscitato diversi malumori da parte dell’opposizione, con Matteo Salvini in testa, ma anche all’interno della stessa maggioranza giallorossa. Con il capo politico del M5s Luigi Di Maio pronto a sconfessare il “suo” ministro.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che avreste voluto sapere sulle merendine

GRECIA E ITALIA TRA I PAESI PIÙ PESANTI

E mentre la polemica divampa, il peso e la salute dei bambini italiani vengono tirati in causa. Pare infatti che i piccoli cittadini siano tra «i più grassi d’Europa». Ma è davvero così? Ecco cosa dicono gli ultimi dati forniti dalla rivista di medicina Jama Network. Secondo le statistiche (2011-2016), che prendono in esame 28 Paesi europei (non tutti fanno parte dell’Unione), la percentuale più alta di bambini in sovrappeso nella fascia dai 7 ai 13 anni appartiene alla Grecia, con il 36,8%. Seguono l’Italia (35,2%), Malta (34,5%), Cipro (34,3%) e Spagna (32,1%). Sul fronte dell’obesità, invece, sul podio salgono nuovamente Malta (14,2%), Cipro (12,3%) e Italia (12,2%).

UN PROBLEMA MEDITERRANEO

La proposta di tassare le merendine fa discutere. E sottolinea lo stato di salute dei bambini italiani, tra i più obesi in Europa. Ma qual è la classifica precisa?
Uno dei grafici pubblicati sul report di Cosi sui livelli di obesità

Sono numeri che confermano gli studi del Cosi (Childhood Obesity Surveillance Initiative), un settore di studio specifico all’interno dell’Organizzazione mondiale della sanità che monitora i livelli di obesità nei ragazzi. Secondo il report pubblicato sul sito, il problema della cattiva alimentazione riguarda soprattutto gli Stati che si affacciano sul mar Mediterraneo. «Dei Paesi che hanno partecipato allo studio, la prevalenza di sovrappeso e obesità varia dal 17,6% al 41,9% per i ragazzi e dal 20,1% al 38,5% per le ragazze», si legge nel report. «I dati suggeriscono la più alta concentrazione nell’Europa meridionale». Ma la cattiva alimentazione nell’infanzia non è un problema solo europeo. Secondo il Cosi, infatti, «il numero di bambini con obesità in tutto il mondo è aumentato di 10 dieci volte negli ultimi 40 anni».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Il bimbo di una coppia vegana è stato ricoverato per denutrizione

Il piccolo, due anni, è arrivato all'ospedale di Nuoro in gravi condizioni, debole e magrissimo. Non è in pericolo di vita.

Le scelte alimentari degli adulti, se drastiche, non devono ricadere sui più piccoli. Un caso drammatico arriva da Nuoro dove un bambino di nemmeno due anni, figlio di una coppia vegana, è ricoverato all’ospedale San Francesco di Nuoro per un avanzato stato di denutrizione. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. La notizia anticipata dal quotidiano l’Unione Sarda è stata confermata all’Ansa dalla dirigenza sanitaria della Assl del capoluogo barbaricino. Il piccolo era arrivato all’ospedale nuorese nei giorni scorsi in gravi condizioni: debole, magrissimo, svogliato. Immediate le analisi ematologiche per capire se ci fosse qualche malattia o batterio. Gli esami lo hanno escluso, la diagnosi è stata solo una: denutrizione. Ora il bimbo è ricoverato nel reparto di Pediatria dell’ospedale.

UN PIANO ALIMENTARE PER I GENITORI

La direttrice dell’Assl nuorese Grazia Catina ha detto che le loro strutture «assicurano la presa in cura con approccio specialistico che si avvale di collaborazioni multidisciplinari e multiprofessionali, per tutelare e promuovere la salute dei bambini e delle loro famiglie». Impossibile cercare di saperne di più sullo stato di salute del piccolo, se dovuto ad una particolare dieta poco ricca di proteine fondamentali nell’età dello sviluppo o se dietro al suo stato ci possa essere anche un fattore genetico. Al momento il bambino è curato giorno e notte e al suo fianco ci sono i genitori. Le sue condizioni sarebbero leggermente migliorate. I professionisti appena le condizioni del bambino lo consentiranno, contano di impostare un piano alimentare congruo allo sviluppo del minore, che coinvolgerà i genitori. E ci auguriamo abbiamo imparato la lezione.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Alimentazione – Dieci diete a confronto: qual è quella giusta per te? (mariagraziacalvaresi)

mariagraziacalvaresi scrive nella categoria Alimentazione che: Da quella Dukan alla Mediterranea, Metabolica, Mlexitarian, la Mezza Porzione e ancora quella chiamata "della forchetta". Tante e svariate sono le diete che promettono grandi cose. Ma in mezzo a tant
vai agli ultimi aggiornamenti su: dieta dimagrire dukan mediterranea
2 Voti

Vai all'articolo completo » .Dieci diete a confronto: qual è quella giusta per te?.
Dieci diete a confronto: qual è quella giusta per te?

Alimentazione – Chi mangia prima di andare a letto ingrassa di più (mariagraziacalvaresi)

mariagraziacalvaresi scrive nella categoria Alimentazione che: Ebbene sì. Tutti lo sospettavamo e ora ne abbiamo conferma: mangiare subito prima di andare a letto fa prendere peso. La conferma arriva da uno studio condotto su 110 persone di età compresa tra i 18
vai agli ultimi aggiornamenti su: mangiare dormire ingrassare
2 Voti

Vai all'articolo completo » .Chi mangia prima di andare a letto ingrassa di più.
Chi mangia prima di andare a letto ingrassa di più

Alimentazione – Tutti Gli Alimenti Che Non Scadono (PaoloPol)

PaoloPol scrive nella categoria Alimentazione che: Siamo ormai abituati a controllarne la scadenza prima di consumare ogni pasto, giustamente. Con anche tutte le truffe alimentari che si vedono nei tg, meglio un\'occhiata in più, anche perchè ne va d
vai agli ultimi aggiornamenti su: scadenza cibo alimenti
2 Voti

Vai all'articolo completo » .Tutti Gli Alimenti Che Non Scadono.
Tutti Gli Alimenti Che Non Scadono

Alimentazione – La società moderna ci rende insulino-resistenti (Matrix2589)

Matrix2589 scrive nella categoria Alimentazione che: Ormai oggi siamo tutti convinti che l\'insulino-resistenza sia per forza un fenomeno patologico, che rappresenta sicuramente il maggior fattore di rischio per il diabete mellito di tipo 2. In realtà
vai agli ultimi aggiornamenti su: insulino-resistenza diabete evoluzione insulina
1 Voti

Vai all'articolo completo » .La società moderna ci rende insulino-resistenti.
La società moderna ci rende insulino-resistenti