Battipaglia, il tavolo del centrodestra si riunisce

di Erika Noschese

La coalizione di centrodestra è già a lavoro per le prossime elezioni amministrative 2021 nella città di Battipaglia. Nella serata di venerdì, infatti, su convocazione di Fratelli d’Italia si è insediato il primo tavolo per fare il punto della situazione in vista della prossima tornata elettorale, delineare una bozza delle linee programmatiche da seguire e aprire un dibattito anche sul nome del candidato sindaco. Un tavolo ”allargato” alle tante anime, comprese le associazioni che si riconoscono nell’alveo del centrodestra con un unico scopo: serrare i ranghi, creare una alternativa valida e coesa all’immobilismo e al trasformismo della civica Cecilia Francese e del centrosinistra.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Democratici e Progressisti in campo anche a Battipaglia

di Erika Noschese

Democratici e Progressisti in campo alla prossima tornata elettorale. Il Movimento nato in occasione delle elezioni regionali sosterrà la coalizione di centrosinistra e, in questi giorni, è al lavoro sia sulla città di Salerno che su Battipaglia. Proprio nel comune capofila della Piana del Sele, nei giorni scorsi, si è insediato il tavolo del centrosinistra a cui ha preso parte anche Corrado Martinangelo, in qualità di referente dell’associazione/movimento campano Democratici e Progressisti che sarà radicato nella città con altre figure autorevoli. Il confronto come dagli intenti sottoscritti si articolerà come fattore di innovazione dai punti programmatici e non dalle persone.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cecilia Francese cerca la riconferma, pronte 3 liste civiche e apre ai partiti

di Erika Noschese

Tempo di bilanci per l’amministrazione Francese che, ieri mattina, ha fatto il punto della situazione sugli interventi portati a termine e quelli da realizzare prima della fine del suo mandato. Il primo cittadino di Battipaglia, come già ampiamente annunciato, è in cerca della riconferma ed è pronta a scendere in campo, per il secondo mandato, nonostante il no della coalizione di centrosinistra che chiede discontinuità rispetto all’amministrazione Francese. Il primo cittadino ha annunciato di avere pronte già due liste civiche a suo sostegno e l’appoggio del sindaco di Bellizzi Mimmo Volpe e di Alessio Cairone, consigliere comunale eletto alle scorse elezioni nelle liste contrapposte con candidato sindaco Gerardo Motta.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

La coalizione di centrosinistra dice no alla Francese: “Chiesta discontinuità”

di Erika Noschese

Il centrosinistra riparte dalla ricandidatura del sindaco uscente Vincenzo Napoli. È quanto emerso dal tavolo del centrosinistra, riunitosi in presenza nei giorni scorsi, nel rispetto delle norme anti contagio. “È stato riconfermato il principio già condiviso alla scorsa riunione di riconfermare i sindaci uscenti derivanti dalla coalizione che hanno lavorato bene per il territorio”, ha confermato il segretario provinciale del Pd nonché capostaff del primo cittadino, Vincenzo Luciano.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Dilaga ad Eboli l’economia sociale

di Marco Naponiello

Nasce ad Eboli un’economia solidale, la solidarietà è più contagiosa del virus. Essa si diffonde grazie ai nuovi strumenti informatici come i social, ma in special modo, per mezzo della coriacea volontà di associazioni ed imprese, ovvero uomini e donne coraggiosi, che non demordono di fronte alle difficoltà del contingente e di contro, non derogano per nessuna ragione al senso nobile di umanità, il quale rifiorisce fortunatamente in questi difficili momenti collettivi. E come nel periodo più triste della prima ondata pandemica, anche stavolta la società civile eburina si fa promotrice di aiuti concreti ed immediati verso quelle larghissime fasce della sua popolazione, che ne patiscono maggiormente gli effetti finanziari.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Ospedali, luoghi di contagio ad alto rischio

Sono gli ospedali, ad oggi, i luoghi con il maggior rischio di contagio. La causa è tutta riconducibile all’assenza di percorsi che dovrebbero separare i pazienti positivi al Covid e quelli negativi. Eppure, nei nosocomi, oggi, istituire percorsi differenti è utopia. Così, in questi mesi si sprecano le denunce da parte di familiari di pazienti che, al momento del ricovero o di un’eventuale visita, sono negativi per poi positivizzarsi proprio all’interno della struttura ospedaliera. Nei giorni scorsi un cittadino battipagliese ha denunciato le condizioni del Campolongo hospital accreditata sia come Centro Covid che come struttura di riabilitazione ortopedica. “Più e più volte e da più parti si sono sollevati dubbi su questa promiscuità nonostante la proprietà assicuri che ci sono percorsi separati – ha dichiarato l’uomo.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Dopo la rinuncia di Mastia il toto nome: in ballo c’è Zara

di Giovanni Coscia

Dopo l’importante nome dell’avvocato Leonardo Mastia, che ha rinunciato alla candidatura per il centro destra, legati agli impegni professionali, il toto-candidato procede in maniera celere. Tanti i nomi che rimbalzano negli ambienti politici di centro destra. Tra una riunione e l’altra, si cerca di trovare un probabile nome quale candidato idoneo ed autoctono all’area di quello che una volta si chiamava popolo delle libertà. Tanti i nomi in verità e tra questi vi è anche quello di Monica Giuliano, forse in area Forza Italia, ma a quanto pare la scelta, è limitata a pochi altri nomi papabili. Da un sondaggio effettuato, rimbalza con forza il nome di Fernando Zara, già sindaco nel lontano 1994 e nel 1997, che potrebbe scalzare tutti ed abbracciare lo scettro di quel centro destra che al momento pare allo sbando.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Il parlamentare Acunzo gioca d’anticipo nella sua città

Escluso dal Movimento 5 Stelle a causa dei mancati rimborsi, Nicola Acunzo prova a cercare la sua dimensione politica. Il parlamentare salernitano, infatti, in questi giorni è particolarmente impegnato per le elezioni amministrative a Battipaglia. Per il momento, si esclude un suo diretto coinvolgimento così come sembra definitivamente esclusa anche una sua candidatura alla carica di sindaco ma pare che stia lavorando per piazzare i suoi fedelissimi in lista e per trovare il nome giusto per provare a sfidare il sindaco uscente Cecilia Francese.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Entra in un negozio, muore 12enne

di Pina Ferro

Si è accasciato al suolo ed ha perso i sensi. Tragedia, ieri pomeriggio in via Trieste a Battipaglia, dove ha perso la vita un ragazzo di 12 anni. Nonostante i sanitari del 118 dell’Humanitas abbiano provato a rianimarlo per circa un’ora con un massaggio cardiaco, il 12enne non ce l’ha fatta. Stando a quanto si apprende da fonti dei carabinieri, sul corpo non ci sono segni di lesioni. probabilmente un attacco cardiaco potrebbe essere alla base del malore e del conseguente arresto cardiaco. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della locale compagnia, che hanno effettuato i rilievi di rito e informato dell’accaduto il magistrato di turno,il quale, ha ritenuto opportuno far eseguire un esame esterno del cadavere che sarà svolto all’obitorio dell’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia, dove la salma del piccolo è stata trasferita nel tardo pomeriggio di ieri.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia