Uccisa perché aveva rifiutato di fare sesso: 30 anni al marito di Elvira Bruno


Trent'anni. Questa la condanna per Naili Moncef, 53 anni, cuoco imputato dell'omicidio della moglie Elvira Bruno, uccisa un anno fa a Palermo. Il giudice ha applicato lo sconto previsto per il rito abbreviato. La donna era stata uccisa ad aprile di un anno fa nella casa coniugale, dopo aver rifiutato un approccio sessuale del marito. I due coniugi vivevano da separati in casa.
Continua a leggere

Femminicidio di Sassari, Fadda ha rischiato di uccidere anche una delle bambine


Ha colpito Zdenka con il coltello mentre la donna era ricurva su una delle due figliolette, per proteggerla. Ha dunque rischiato di uccidere anche una dell due gemelle di 11 anni, Francesco Baingio Douglas Fadda, ora in carcere per aver assassinato la compagna lo scorso 15 febbraio, nel bar dove aveva cercato rifugio con le sue bambine a Ossi.
Continua a leggere

Mauro Romano Rapito a 6 anni, indagato un 70 enne per omicidio e occultamento di cadavere


Quarantatré anni dopo la scomparsa del piccolo Mauro Romano, un uomo stato indagato per omicidio e occultamento di cadavere. A. S. 69 anni, già accusato di aver molestato sessualmente 17 minori tra bambini e ragazzi è l'uomo su cui la Procura di Lecce ha puntato i propri sospetti per l'omicidio del piccolo, scomparso da Racale (Lecce), il 21 giugno del '77.
Continua a leggere

Arrestato il medico legale del caso Lorys: la sua perizia smentì la versione di Veronica


Mazzette in cambio di un falso certificato medico: arrestato a Ragusa, Giuseppe Iuvara, il medico legale del caso Lorys Stival. Fu proprio Iuvara a redigere la relazione medico legale, rivelatasi fondamentale al processo, secondo la quale il piccolo Lorys sarebbe stato strangolato a morte con delle fascette da elettricista e non con un cavo USB, come raccontò Veronica incolpando l'ex suocero, Andrea Stival.
Continua a leggere

Amore criminale, la storia di Guerrina Piscaglia, uccisa dal prete di cui s’era invaghita


Guerrina Piscaglia è scomparsa nel nulla il pomeriggio del 1 maggio 2014, a cinquant’anni, lasciando da soli il marito Mirko Alessandrini e il figlio Lorenzo. Non è mai stata ritrovata. Un anno dopo padre Gratien Alabi, 54 anni, amico di famiglia e amante della donna, viene arrestato con l'accusa di averla uccisa e sepolta. Al caso di Guerrina e Gratien è dedicata la puntata del 23 febbraio di 'Amore Criminale', in onda su Rai Tre.
Continua a leggere

Chico Forti, l’Italia si muove: Di Maio chiama ambasciatore italiano a Washington


Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha sentito oggi in videoconferenza l'ambasciatore italiano a Washington, Armando Verricchio per il caso Chico Forti. Enrico Forti, Chico, oggi 60 anni di cui 21 nelle carceri USA, è stato condannato dal Tribunale di Miami per l'omicidio di Dale Pike, ucciso il 28 febbraio 1998 e ritrovato cadavere 24 ore dopo sulla spiaggia di Sewer Beach. Da 20 anni si professa innocente.
Continua a leggere

Alessandria, sesso con una ragazza di 16 anni: nei guai il compagno 62enne della mamma


Un 62enne di Acqui Terme è stato fermato con l'accusa di violenza su minore per aver avuto rapporti sessuali completi con una 16enne, figlia della sua compagna. Ad incastrarlo fotografie a sfondo sessuale riconducibili a un fitto scambio di messaggi hard via chat tra lui e la ragazza, la quale ha confessato tutti agli insegnanti che hanno fatto scattare l'allarme.
Continua a leggere

Trovata morta in hotel a Firenze: “Aicha forse deceduta durante un rapporto sessuale”


Potrebbe essere morta durante un rapporto sessuale per cause ancora da accertarsi Aicha Shilim, la 55enne di origine tunisina trovata cadavere in un hotel a Firenze lo scorso mercoledì 19 febbraio. Nel corso dell'autopsia sarebbero stati notati segni sospetti sul corpo. Indagato il compagno 56enne per omicidio preterintenzionale.
Continua a leggere

Firenze, il giallo del cadavere in hotel. “Pronto, cercavo mamma”. Ma la donna era già morta


La telefonata choc della figlia della vittima all’albergo nel centro di Firenze. In camera con la vittima, Aicha Shili, 55enne tunisina, c'era un uomo di 50 anni, italiano, che ha pagato il conto ed è andato via, sottolineando che la donna sarebbe rimasta un'altra notte. “Era viva quando sono uscito dalla camera" ha raccontato agli inquirenti.
Continua a leggere

Padova, i medici dichiarano la morte cerebrale per la 14enne colpita da infarto a scuola


I medici dell'ospedale di Padova hanno dichiarato la morte cerebrale di Anna, la 14enne colpita da infarto mentre si trovava in classe al liceo delle Scienze umane Duca D'Aosta. Sono iniziate le procedure di protocollo, vale a dire l'osservazione di sei ore prima di dichiararne il decesso. I sanitari hanno rilevato tre arresti cardiaci in poco tempo, che le sono risultati fatali.
Continua a leggere

Femminicidio Eligia Ardita, la famiglia all’ex: “Ora non infangarne la memoria”:


"Eligia e Giulia meritano rispetto e verità. La loro memoria non sia infangata da altre menzogne". Così la famiglia di Eligia Ardita ha risposto alla lettera inviata dal carcere da Christian Leonardi, condannato all'ergastolo per il femminicidio della moglie incinta di otto mesi e il procurato aborto della piccola Giulia. "Non vogliamo polemizzare, si è già espressa il tribunale, noi abbiamo fiducia nella giustizia".
Continua a leggere

Catania, mette bomba davanti alla tabaccheria ma viene ucciso dall’esplosione


Un giovane è morto nello scoppio di un ordigno che stava collocando insieme a un complice in un distributore di sigarette. Il fatto è avvenuto nella notte al civico 5 di viale Castagnola, nel quartiere di Librino a Catania. Il giovane che ha perso la vita aveva il volto coperto con un passamontagna. Nella deflagrazione sono rimaste danneggiare alcune auto.
Continua a leggere

Dramma della solitudine a Bari, non risponde ai parenti da un mese: trovata morta in casa


Era morta da un mese la signora Gaetana, anziana di 88 anni, il cui corpo è stato scoperto nelle scorse ore dai carabinieri nella sua casa di Bari. A lanciare l'allarme sono stati alcuni parenti che vivono al Nord preoccupati dal fatto di non riuscire a mettersi in contatto con lei. E' l'ennesimo dramma della solitudine in Italia.
Continua a leggere

Soffocato da un boccone di carne mentre è a cena al ristorante: Roberto muore a 36 anni


Roberto Posillico è morto a 36 anni soffocato da un boccone di carne mentre cenava in un ristorante di Montecatini, in provincia di Pistoia. I soccorsi sono intervenuti e sono riusciti a liberargli la trachea, ma era passato troppo tempo. Trasferito in ospedale, è morto dopo tre giorni di agonia: la famiglia ha deciso per la donazione degli organi.
Continua a leggere

Pestaggi, incendi e un cane ucciso: dietro la scomparsa dei fratelli una faida tra vicini


Sono Joselito e Michael Marras, padre e figlio di 52 e 27 anni, allevatori, gli indagati nel fascicolo per omicidio aperto dalla Procura di Sassari nel caso di Davide e Massimiliano Mirabello. Con loro era in corso da due anni una faida che aveva visto un fuoco incrociato di ostilità, tra cui l'uccisione dell'amato cane di Davide.
Continua a leggere

Femminicidio Eligia Ardita, il marito dal carcere: “Non ho uccisa mia moglie e mia figlia”


"Nessuno mi ha dato voce". Christian Leonardi, il marito dell'infermiera morta un mese prima di dare alla luce la figlioletta Giulia, ha scritto una lettera dal carcere dopo che il caso è finito in TV, ad Amore Criminale. "Nessuno verrà a intervistare me in carcere", ha detto Leonardi, condannato in primo grado all'ergastolo, "ma voglio dire che non ho ucciso mia moglie e mia figlia".
Continua a leggere

Scomparsa di Alessia e Livia Schepp, la mamma delle gemelline spera ancora: “Ritroviamole”


Mamma Irina Lucidi, la madre delle gemelline, Alessia e Livia Schepp, rapite dal padre, Mathias Schepp, nel 2011, è convinta che le bambine siano ancora vive. Per questo ha lanciato un nuovo appello mostrando le foto con i volti, che oggi, invecchiati digitalmente, delle ragazze, che oggi avrebbero 15 anni. Alessia e Livia, 6 anni all'epoca dei fatti, furono rapite dal padre che poi si suicidò lanciandosi sotto un treno, a Bari. "Le ho uccise", scrisse prima di morire.
Continua a leggere

Uccide l’ex davanti alle figliolette, la difesa del killer: “Aveva lei il coltello”


"È stata lei ad aggredirmi con un coltello" si è difeso così 'Big Jim' all'anagrafe, Francesco Baingio Douglas Fadda, l'uomo che sabato ha ucciso davanti alle figliolette di 11 anni la ex Zdenka Krejcikova, in un bar di Ossi (Sassari). L'uomo è in carcere in attesa dell'interrogatorio di garanzia. A Sorso, paese dove viveva la vittima, domani si svolgerà una fiaccolata in sua memoria.
Continua a leggere

Uccisa al karaoke, l’ex di Deborah Ballesio: “Mi aveva tolto tutto. Non sono un mostro”


"Non l'ho uccisa per gelosia, ma perché mi aveva derubato. Lo avrei fatto anche se fosse stato un uomo. Non sono un mostro". Così davanti alla Corte D'Assise, Mimmo Massari, l'uomo che lo scorso luglio ha ucciso in una sparatoria al karaoke l'ex Deborah Ballesio, ferendo una bambina. Massari, che ha già scontato 3 anni per stalking, è imputato per omicidio volontario.
Continua a leggere

Il Messico in rivolta per Ingrid Escamilla: uccisa, scuoiata e sventrata dal compagno


Ingrid Escamilla, 25 anni, è stata pugnalata a morte, scuoiata e sventrata dal suo compagno nella loro casa lo scorso 9 febbraio. Il caso in Messico ha generato una protesta popolare di massa per l'esposizione del corpo martoriato della vittima da parte di alcuni media locali, venuti in possesso delle foto della scena. "Basta fare spettacolo delle nostre morti". Il tabloid Pasala aveva titolato le immagini cruente con la didascalia: "Tutta colpa di Cupido".
Continua a leggere

Bologna, Cesarina uccisa a coltellate dal figlio: “Litigavano sempre. Lui la picchiava”


Parlano i vicini di Cesarina Marzoli, chiamata Bianca, l'86enne di Bologna uccisa a coltellate dal figlio Gianni. "C’erano liti continue. Ma erano soli al mondo. E lo perdonava sempre, lo riaccoglieva sempre in casa. Qualche anno fa avevamo chiamato la polizia, perché lui la stava picchiando. Lei si sfogava con noi". Richiesta per il killer la convalida del fermo.
Continua a leggere

Palestra, truffe e dolce vita, chi è il killer di Zdenka: “Tratto le donne come mi pare”


Truffe, auto costose, la palestra che gli ha cesellato il fisico da nerboruto che negli anni '90 gli ha guadagnato il nomignolo di 'Big Jim': chi è Francesco Baingio Douglas Fadda, l'uomo che ha ucciso con un fendente al cuore la sua ex Zdenka Krejcikova, in un bar di Ossi. "Le donne le tratto come mi pare", si vantava con gli amici, ma per lui Zdenka era diventata un'ossessione.
Continua a leggere

Soffocata a 22 anni, sotto le unghie di Lisa Gabriele il DNA del suo assassino


Sotto le unghie di Lisa Gabriele, la 22enne trovata morta nella campagne cosentine, 15 anni fa, è stato trovato il DNA del suo assassino. La ragazza, che secondo l'esame medico è morta soffocata, ha tentato di difendersi graffiando il suo aggressore. Sotto la lente della Procura c'è un poliziotto della Stradale, all'epoca sposato, con cui Lisa aveva una relazione.
Continua a leggere

Sassari, uccide a coltellate la ex, diceva: “Le donne le tratto come mi pare”


“Mi interessano solo due cose: i soldi e le donne” amava dire l’uomo ad amici e conoscenti Francesco Fadda, il 44enne sardo soprannominato Big Jim che nelle scorse ore ha ucciso la sua ex, la 41enne Zdenka Krejcikoval. Il suo desiderio per le donne era in realtà voglia di controllo e sopraffazione come è emerso dalle prime indagini dei carabinieri sul terribile caso di femminicidio.
Continua a leggere