Campi Flegrei: P.civile, in corso allestimento aree accoglienza

A seguito dello sciame sismico segnalato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, con evento maggiore di magnitudo 4.4 registrato alle 20.10, il Dipartimento della Protezione Civile ha attivato l’Unità di crisi in collegamento con i comuni di Napoli, Pozzuoli e Bacoli, la Prefettura di Napoli, la Regione Campania, il Centro operativo nazionale e il Comando regionale dei Vigili del fuoco. Al momento non si segnalano persone coinvolte ma sono state riscontrate alcune lesioni agli edifici e la caduta di qualche calcinaccio. Per garantire l’assistenza alla popolazione si sta procedendo all’allestimento di aree di accoglienza, all’attivazione del volontariato di protezione civile a supporto delle autorità locali e il rafforzamento dei controlli sulla viabilità. È in corso anche la verifica delle reti dei sottoservizi e l’attivazione di tutti i centri di coordinamento in raccordo tra loro. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire in costante contatto con il territorio l’evolversi della situazione

L'articolo Campi Flegrei: P.civile, in corso allestimento aree accoglienza proviene da Le Cronache.

Salerno, auto incendiata in via Schiavone

Incendio auto questa notte a Salerno intorno alle 00:50. Ad allertare la sala operativa dei Vigili del Fuoco, alcuni abitanti di Via Raffaele Schiavone nel Quartiere Europa. Una Fiat Panda parcheggiata in strada, per cause da accertare, è stata interessata dalle fiamme soprattutto nella parte anteriore distruggendone completamente il vano motore. Sul posto i caschi rossi della sede centrale di Salerno oltre ai Carabinieri della locale stazione per i rilievi del caso. Non sono stati registrati feriti.

L'articolo Salerno, auto incendiata in via Schiavone proviene da Le Cronache.

Stretta su alcol a minori, ordinanza a Salerno

Da oggi, nella citta’ di Salerno, ogni esercizio commerciale che vende alcolici deve esibire, all’ingresso, avvisi e cartelli che riportino il divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minorenni. Lo prevede un’ordinanza, firmata in giornata dal sindaco Vincenzo Napoli, che conclude, dunque, l’iter di sensibilizzazione seguito dalla commissione Ambiente e Cultura presieduta dal consigliere Arturo Iannelli, che ha promosso l’iniziativa. Il divieto di vendita di bevande alcoliche a chi ha meno di diciotto anni deve essere, quindi, ricordato da avvisi e cartelli dedicati e che dovranno essere affissi in tutti i luoghi in cui ne e’ possibile l’acquisto, dai distributori automatici ai bar e ai supermercati. “Accessi al pronto soccorso di ragazzi e ragazze in coma etilico e di vittime di aggressione e violenza sotto l’effetto dell’alcol – sottolinea Iannelli – mi hanno spinto a condividere la necessita’ di un’azione concreta rivolta agli esercenti e ai potenziali consumatori”. Solo negli ultimi due giorni, a Salerno, dalla questura sono stati emessi due provvedimenti di chiusura per dieci giorni nei confronti di due esercizi commerciali del centro e nei quali la Polizia ha riscontrato che, in piu’ circostanze, erano state somministrate bevande alcoliche a minorenni.

L'articolo Stretta su alcol a minori, ordinanza a Salerno proviene da Le Cronache.

La Lega accoglie Ferraioli, ex deputata di Fi

“Diamo il benvenuto a Marzia Ferraioli, deputata nella XVIII Legislatura, che oggi aderisce ufficialmente alla Lega”. A dare notizia dell’adesione al Carroccio dell’ex parlamentare di Forza Italia è il commissario regionale della Lega, Claudio Durigon, che annuncia: “In Marzia ho trovato viva la passione per le battaglie della Lega che da oggi saranno anche le sue: identità, sicurezza, lavoro, trasporti, sanità. Oggi, schierarsi con la Lega significa porsi a difesa di tutti gli italiani, e quindi dei campani che ogni giorno devono destreggiarsi tra le ‘euro follie’ di Bruxelles e la cattiva gestione di De Luca che, in Campania, ogni giorno batte un nuovo record negativo. È arrivato il momento di dire basta e voltare finalmente pagina. La classe dirigente campana della Lega sta facendo un ottimo lavoro. Avanti così!”.

L'articolo La Lega accoglie Ferraioli, ex deputata di Fi proviene da Le Cronache.

Salernitana, unico spettacolo la curva Sud

di Fabio Setta

SALERNO – Salerno, Salernitana, Salernitanità: Appartenenza. Lo striscione della curva Siberiano, apparso dopo una scenografia da brividi, è l’ennesimo manifesto di orgoglio e dignità di una città e di una tifoseria che non avrebbero meritato una mortificazione così. Una stagione da incubo chiusa all’Arechi, in attesa della trasferta a San Siro contro il Milan, con l’ennesima prestazione raccapricciante e la tredicesima sconfitta casalinga. Difficile trovare motivazioni, difficile anche pretendere che una squadra che ha raccolto sedici punti in 37 gare con ben 25 sconfitte, possa di punto in bianco trasformarsi e regalare una gioia alla propria tifoseria. Zero vittorie nel 2024 sono un dato inequivocabile. Le prestazioni contro Atalanta e Juventus avevano illuso che in questo finale almeno un sussulto di orgoglio potesse scuotere questi giocatori che da due mesi ormai hanno tirato i remi in barca. Contro il Verona c’era la possibilità di regalare una soddisfazione ai tifosi, provando a mettere in difficoltà una rivale storica. Colantuono aveva chiesto orgoglio e dignità anche questa volta. Ancora una volta però, la Salernitana si è consegnata agli avversari. Sicuramente più motivato il Verona che con il successo trova l’aritmetica salvezza con novanta minuti di anticipo, traguardo che sembrava difficilissimo dopo la rivoluzione di gennaio. È bastato poco agli scaligeri per mettere in difficoltà la squadra di Colantuono. È bastato correre un po’ di più, metterci la grinta necessaria ed approfittare delle amnesie dei granata. Errore in uscita al 22’ e gol di Suslov, errore, simile se non peggiore al quarto di minuto con Folorunsho che raddoppia e chiude i giochi. Nei primi 45 minuti la Salernitana, tra le cui fila si è rivisto Kastanos titolare non ha praticamente mai tirato in porta. A inizio ripresa Colantuono ha messo in campo i redivivi Maggiore e Candreva, passando alla difesa a 4, provando almeno a cambiare l’inerzia del match. Qualche timido sussulto, ma poco altro. Un tentativo di Candreva terminato sul fondo, qualche mischia anche grazie al Verona che dopo aver sprecato in un paio di circostanze la terza rete, ha scelto di amministrare, senza troppi patemi, eccezion fatta per i minuti di recupero dopo la rete di Maggiore che ha accorciato le distanze al 90’. Colantuono ha concesso l’esordio a Gerardo Fusco, attaccante della Primavera e figlio dell’ex capitano granata Luca. Nota lieta di un finale di stagione da dimenticare. Un esordio nel segno dell’appartenenza, di padre in figlio come dicono gli ultras, della salernitanità e di Salerno. Punti di fermi da cui ripartire nella prossima stagione. Con quale squadre, con quale progetto e con quale società, al momento non è dato sapersi. Dopo il match col Milan che chiuderà questa stagione nera, il presidente Iervolino, assente anche ieri, sarà chiamato a fare chiarezza. Lo meritano la città e questi tifosi che in lunedì lavorativo, con l’ennesimo orario improponibile riservato ai granata dal duo Lega-Dazn, hanno regalato ancora una volta spettacolo.

L'articolo Salernitana, unico spettacolo la curva Sud proviene da Le Cronache.

Colantuono: Compromessa gara nel primo tempo

Amareggiato a fine gara ai microfoni di Dazn il tecnico della Salernitana Stefano Colantuono: “Sorpresi per la veemenza del Verona. Ci siamo compromessi la gara nel primo tempo. Abbiamo provato a cambiare nella ripresa ma senza successo. Dispiace per i tifosi, i bimbi, la coreografia. E’ un’annata maledetta. Non è facile preparare la settimana e trovare le motivazioni. Qualcosa di buono avevamo fatto dal mio avvento, oggi sicuramente no. Primo tempo che non mi è piaciuto proprio. Normale i fischi, pubblico notevole con una scenografia da favola, hanno tutte le ragioni del mondo a contestare. Contento per Fusco, ragazzo giovane ma che si allena con impegno. Ora Milano e poi chiudiamo.”

L'articolo Colantuono: Compromessa gara nel primo tempo proviene da Le Cronache.