Anno nuovo, sipario ancora calato

di Francesco La Monica

È cominciato un nuovo anno, eppure non sembra. A quasi un anno dalla “serrata” generale, il mondo del teatro versa in condizioni di grande difficoltà. Un mondo che cerca in tutti i modi di sopravvivere, tra un presente tragico e un futuro completamente ignoto. In buona sostanza, sembra di essere, volendo usare un’immagine teatrale, in mezzo ad un foyer lunghissimo che dovrebbe portare a una sala illuminata, ma l’entrata alla platea, ad ogni passo, si allontana sempre di più. E così, mentre in primavera si “festeggerà” l’anniversario di questo disastro, perché di disastro si tratta, tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo sono ancora alla ricerca di risposte ai loro innumerevoli quesiti. Se si eccettuano i mesi estivi, in cui alcuni teatri o festival sono riusciti, tra mille difficoltà, ad aprire le proprie programmazioni al pubblico, per il resto la stagione teatrale è implosa bloccando il settore e tutta la filiera.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Puntare sullo sport è un investimento conveniente, in termini di resa economica e di risparmio futuro

In tanti sbagliano a considerare che lo sport sia soltanto una passione, un lusso o un fattore secondario dal punto di vista sociale ed economico. «In un momento così difficile, in cui ogni categoria ed ogni settore sono nel pieno di una pandemia, basti pensare che lo sport vale l’1,8% del Pil nazionale, cioè trenta miliardi di euro che diventerebbero 60 considerando l’indotto. Stando a queste cifre lo sport dovrebbe essere una priorità, considerando soprattutto i risparmi che si andrebbero a generare sul sociale e sulla sanità», spiega Domenico Credendino, Presidente Fondazione Carisal – Fondazione di origine bancaria, nonché dirigente nazionale del Centro Sportivo Italiano, Ente di Promozione Sportiva.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Salernitana, dalla Lazio in arrivo anche Durmisi

di Marco De Martino

Proprio quando l’asse di mercato tra la Salernitana e la Lazio sembrava sul punto di tramontare, nelle ultime ore ha ripreso clamorosamente quota. Dopo il riavvicinamento di Sofian Kiyine al granata, ieri un altro calciatore biancoceleste è stato accostato alla compagine allenata da Fabrizio Castori. Si tratta di Riza Durmisi, terzino sinistro danese ex di Real Betis e Nizza. Il 27enne mancino, pagato ben sei milioni e mezzo di euro due anni e mezzo fa dalla società biancoceleste, sarebbe un bel colpo per la serie B. Ex nazionale danese con la quale vanta 23 presenze, Durmisi è però reduce da due stagioni e mezza a dir poco negative. Nella stagione 2018/19, la prima alla Lazio, riuscì a collezionare solo dieci presenze in serie A e sette in Europa League. L’anno seguente, dopo sei mesi fuori rosa, a gennaio fu prestato al Nizza, in Ligue 1 con la quale però racimolò soltanto quattro presenze in campionato.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

L’iniziativa #Ioapro divide i ristoratori, ma è protesta

“Non un’apertura effettiva, questa sera per cena, ma un’apertura ‘simulata’, accendendo le luci dalle 20 alle 22 con titolari e dipendenti dei locali”. Così l’associazione Tutela Nazionale Imprese spiega l’iniziativa #ioaprosoloinsicurezza, in programma oggi in tutt’Italia ed ancge a Salerno. Ma mentre Tni prosegue ad invitare i ristoratori ed i bar ad aderire all’iniziativa, altre associazioni invece si sono schierate contro l’iniziativa, come l’Aisp di Salerno che si è dissociata totalmente dalla protesta affermando in una nota che “A Salerno non siamo pagliacci” e invitando al temp o stesso tutti i ristoratori che hanno aderito all’iniziativa a fare un passio indietro.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Un bando per cedere il centro agroalimentare ai privati”

di Erika Noschese

Affidare il centro agroalimentare ad un privato. È la proposta avanzata dal consigliere comunale d’opposizione Giuseppe Zitarosa che punta l’attenzione sullo stato di degrado in cui versa l’area di via Mecio Gracco. “Ho fatto visita al mercato agroalimentare e devo dire che è un po’ lasciato andare, abbandonato a sé stesso – ha dichiarato Zitarosa – Il Comune dovrebbe metterlo all’asta o venderlo perché a cosa serve un mercato ortofrutticolo agroalimentare che al Comune costa centinaia di migliaia di euro al mese e non bastano per la gestione”. Stando a quanto emerge, infatti, l’amministrazione comunale spende all’incirca un milione e mezzo l’anno per gestire il centro agroalimentare anche se i concessionari pagano il fitto senza un resoconto in termini di entrate.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Dad importante nella prima fase, ma adesso basta, serve la presenza”

di Monica De Santis

Licia Amarante è una docente di latino e greco al Liceo Tasso di Salerno, ma prima ancora è una mamma. E’ una delle tante che conosce la Dad vista da entrambi i lati, quella del docente e quella del genitori. Da alcuni giorni la professoressa scende in piazza con genitori e alunni per chiedere la riapertura di tutte le scuole a Salerno, come nel resto della Campania.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Vincenzo Napoli? Il secondo cittadino Centrodestra vince solo se compatto”

di Erika Noschese

“Enzo Napoli non è classificabile, ha dato l’impressione di essere il secondo cittadino, subalterno, non autonomo”. A parlare così Gaetano Amatruda, giornalista, appartenente all’area Forza Italia e leader dell’associazione Andare Avanti che fa il punto della situazione in vista delle elezioni amministrative che coinvolgeranno la città capoluogo. Amatruda, tra le altre cose, smentisce le voci di una candidatura, più volte annunciata in queste settimane e lancia un appello agli esponenti del centrodestra a fare un passo di lato per il bene della coalizione che solo presentandosi compatta e unita potrebbe risultare vincente.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Udc protagonista della prossima sfida elettorale:”Pronti al dialogo con i partiti”

di Erika Noschese

L’Udc pronta a scendere in campo alle prossime elezioni amministrative. Ad annunciarlo il nuovo segretario provinciale Mario Polichetti che, ieri, ha analizzato il ruolo del partito in vista delle prossime elezioni amministrative nei Comuni del salernitano, con particolare attenzione alla tornata prevista nella città capoluogo. Il rilancio del partito sul territorio è stato affidato a Mario Polichetti, ginecologo di fama europea e direttore facente funzioni del reparto di Gravidanza a rischio dell’ospedale di Salerno. A coadiuvarlo i due vice segretari provinciali, Gerardo Baldi e Maria De Caro, quest’ultima consigliere comunale a Baronissi.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Gli obiettivi di De Prisco: «Ristabilire la normalità in città»

di Sonia Angrisani

“Tutti quanti al mondo abbiamo una seconda speranza, non la perdete mai fiducia”. A sostenerlo è il primo cittadino di Pagani, Raffaele Maria De Prisco, eletto alla scorsa tornata elettorale, nel turno di ballottaggio battendo il candidato di centrodestra Enza Fezza con il 63,76% di preferenze. Il 2020 ha visto tornare il Comune di Pagani verso una normalità politica, dopo il travagliato 2019, con la decadenza di Gambino e la successiva fase commissariale. Raffaele Maria De Prisco, detto Lello, 46 anni, paganese, avvocato

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Casse comunali piene di debiti e maggioranza che scricchiola L’opposizione invita alle dimissioni

di Pina Ferro

“I nostri concittadini hanno bisogno di risposte, non di domande e meritano certezze e stabilità, meritano di ritornare ad essere loro i protagonisti dell’azione amministrativa. Questo è il tempo della responsabilità e della concretezza…se non ne sono capaci, che vadano a casa!” L’affondo arriva dal gruppo consilare “Con i cittadini” ed è contenuto in un manifesto a firma del capogruppo Massimo Zoccola, dal vicecapogruppo Valentina Melchiorre e dal consigliere comunale Dario Noschese.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“I saldi non funzionano, è tutto fermo”

di Monica De Santis

Rita Giordano è la titolare del negozio di abbigliamento donna Charmel, sito in via Carmine 34 a Salerno… “Abbiamo anche un punto vendita all’interno della Galleria Capitol, ma dopo il primo lockdown lo utilizziamo solo come esposizione”. Come tanti commercianti in questo periodo anche la signora Giordano si ritrova a fare i conti con la crisi del settore provocata dalla pandemia… “Purtroppo le perdite ecomiche che questa pandemia ha provocato sono tantissime e il settore dell’abbigliamento è uno di quei settori che ne ha risentito di più ed ancora ne risente”.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Nuove norme di circolazione scoppia la protesta petizione dei commercianti

di Sonia Angrisani

Rabbia e proteste a Nocera Inferiore, è stata avviata una petizione dai commercianti e i residenti, di via Matteotti, via Citarella e via Fucilari, per manifestare il proprio malcontento in seguito all’ordinanza emessa dal comando della polizia locale. L’ordinanza, firmata dal comandante Carmine Bucciero, entrata in vigore dall’11 gennaio all’11 febbraio 2021, nello specifico, sono le nuove norme per la circolazione, dove è stato allestito il cantiere per la costruzione delle fognature a Nocera Inferiore. In via Matteotti, è stato apposto il divieto di transito veicolare e il divieto di sosta con rimozione forzata, e consentito il solo transito a passo d’ uomo delle autovetture in uso ai residenti.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Studenti No Dad studiano davanti al Tasso in attesa di tornare in classe

di Monica De Santis

Affiancati da una docente che li segue durante l’orario delle lezioni, anche ieri mattina davanti al Liceo Classico Torquato Tasso, in piazza San Francesco, si sono ritrovati una decina circa di ragazzi che con alcuni genitori continuano la loro protesta pacifica per chiedere l’immediata riapertura di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Una protesta che è iniziata alcuni giorni fa e che prosegue e proseguirà ancora nei prossimi giorni, in attesa di capire quali saranno le nuove disposizioni del Governo prima e di De Luca dopo.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Le vendite sono ferme, manca il passeggio. Le persone purtroppo non escono”

di Monica De Santis

“Da anni l’attesa dei saldi non esiste più e quest’anno ancor di meno, visto che a causa delle tante chiusure e restrizioni quasi tutte le attività commerciali hanno iniziato le svendite sin dagli inizi di dicembre”. Peppe Collura, è il titolare del negozio d’abbigliamento da uomo Coat Blu di Mercato San Severino e come tanti suoi colleghi anche lui sta vivendo con ansia questo periodo di crisi che sta danneggiando non poco il settore del commercio d’abbigliamento e delle calzature

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Centrodestra non comunica sui social, Angelo Tofalo risulta tra i più attivi

di Erika Noschese

Monitorare i canali social dei potenziali candidati alla carica di sindaco di Salerno, in previsioni delle elezioni amministrative della prossima primavera. È quanto ha fatto Domenico Giordano, Spin doctor di Arcadia, l’agenzia che si occupa di comunicazione e di sondaggi, soprattutto in fase elettorale. Giordano, amministratore di Arcadia, attraverso fanpage karma e blogmeter /live insight ha analizzato le pagine social dei candidati della città capoluogo, in previsione delle amministrative. Dall’analisi emerge che il centrodestra non utilizza i social per comunicare con la cittadinanza, a differenza invece del sindaco Napoli che, in virtù della carica che ricopre, è tra i più menzionati e tra quelli che interagisce di più con la cittadinanza.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Più Europa a sostegno della coalizione di centrosinistra per città sostenibili

di Erika Noschese

Una piattaforma programmatica che coinvolga non solo il capoluogo ma anche le grandi città al voto, come Eboli e Battipaglia per mettere in campo strategie di sviluppo locale integrate finalizzate a migliorare un territorio vasto come la provincia di Salerno. E’ la proposta sostenuta da +Europa, attraverso Alessandra Senatore, vice presidente nazionale del partito, che sarà in campo alle prossime elezioni amministrative a sostegno della coalizione di centrosinistra.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Vicenda Birolini, il Riesame non accoglie l’istanza

di Pina Ferro

L’ex sindaco di Eboli, Massimo Cariello, resta agli arresti domiciliari. E’ stata, infatti, rigettata la richiestabis di ritorno in libertà presentata al Tribunale del Riesame di Salerno, dall’ex primo cittadino ebolitano. Cariello è agli arresti domiciliari dal 9 ottobre scorso per le accuse di corruzione ed abuso d’ufficio ed attende l’inizio del processo con giudizio immediato, fissato per il 18 gennaio prossimo, davanti ai magistrati della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno. Il riesame bis era stato chiesto dal Pubblico ministero e riguardava sempre la posizione di Massimo Cariello ma in relazione alla vicenda Birolini.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Traballa la maggioranza di Cuofano

di Carmine Pecoraro

A rischio la poltrona del sindaco Giovanni Maria Cuofano. Nei giorni scorsi, infatti, sette consiglieri hanno scritto un duro documento contro l’esecutivo, e pare che anche all’interno della maggioranza serpeggia un certo malessere per alcune scelte attuate dalla giunta. Critico anche l’ex consigliere comunale Pietro Torre che punta il dito contro la maggioranza: “é una giunta incapace di risolvere i tanti e gravi problemi del paese, non riesce a portare avanti neanche la normale amministrazione, devono andare subito a casa”. “Siamo, ormai, a 18 mesi dall’insediamento della “nuova” Amministrazione e tanto è avvenuto, in questo tempo, che necessita di un approfondimento concreto nell’aula consiliare.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

«Alle amministrative il centrodestra sara ̀compatto e competitivo»

di Sonia Angrisani

Una crescita lenta ma costante. Fratelli d’Italia è il partito di destra che in questi anni sta vedendo crescere il suo consenso. In Campania ̀e infatti il primo partito della destra con una percentuale di 5,98% superando la Lega Matteo Salvini fermo a 5,65% (3 seggi in Consiglio contro i 4 del partito della Meloni). ll docente di diritto amministrativo dell’Università degli Studi di Salerno Gherardo Marenghi, responsabile regionale del dipartimento per la Ricerca e l’Università di Fratelli d’Italia, nella qualità di vice coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia per la provincia di Salerno: “Una alternativa credibile alla sinistra, nel solco dell’impegno civile e politico, siamo una forza politica aperta e inclusiva e ci aspettiamo altre adesioni a breve soprattutto da parte di coloro che hanno avuto una esperienza civica che sicuramente va valorizzata in un contesto più ampio quale oggi può fare proprio il nostro movimento guidato da Giorgia Meloni”.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Da giovedì aperti anche a cena se non arriveranno risposte

Da giovedì aperti anche a cena se non arriveranno risposte, è questa la forma di protesta lanciata da Tutela Nazionale Imprese che ha inviato una lettera ai prefetti di quasi tutte le regioni d’Italia a nome di tutta la categoria della ristorazione. “O ci sono le prove scientifiche che i ristoranti sono luoghi di contagio o apriamo a cena” da giovedì prossimo non rispettando l’obbligo di chiusra alle 18. All’iniziativa ha aderito anche l’Acs di Salerno. Armando Pistolese, presidente dell’associazione salernitana, spiega che anche in città, così come in provincia, pur nel rispetto delle regole, giovedì i locali della ristorazioni resteranno aperti dopo le 18.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Non riusciamo più ad andare avanti Chiudeteci ma dateci adeguati ristori”

di Monica De Santis

Meglio chiusi per un mese ma con ristori adeguati ed utenze e fitti bloccati che così. Ieri mattina in piazza Amendola si sono ritrovati ancora una volta i ristoratori e i titolari di pub e bar, aderenti all’Aisp e all’Acs, per mettere a conoscenza la cittadinanza, ma anche le istituzioni di tutte le difficoltà che la loro categoria sta vivendo e continuerà a vivere visto che nel nuovo Dpcm si parla di regole ancora più severe. Una m a n i f e s t a – zione pacifica che ha visto la presenza di una quarantina di gestori di locali che hanno raccontato le loro difficoltà e le loro preoccupazioni per un futuro che, in questo momento non riesco a vedere…

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Il Codacons Salerno sarà protagonista Marchetti in campo con Cammarota

di Erika Noschese

Il Codacons Salerno protagonista delle prossime elezioni amministrative nella città capoluogo. Nella giornata di ieri, l’associazione di categoria a tutela dei consumatori ha annunciato che il vice segretario nazionale, l’avvocato Matteo Marchetti sarà candidato al consiglio comunale di Salerno con Antonio Cammarota sindaco. “Oramai ci siamo, le elezioni della nostra città sono alle porte, finalmente abbiamo la possibilità di voltare pagina dopo trenta anni – ha dichiarato la segreteria del Codacons Campania – Vista l’esperienza vissuta sul campo attraverso l’Associazione Codacons a Salerno ed in Campania affrontando i temi più disparati e contribuendo a far crescere una coscienza civile e sociale nella nostra comunità attraverso tante battaglie che hanno condotto ad altrettante vittorie presso i Tribunali e non solo”.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

La coalizione di centrosinistra dice no alla Francese: “Chiesta discontinuità”

di Erika Noschese

Il centrosinistra riparte dalla ricandidatura del sindaco uscente Vincenzo Napoli. È quanto emerso dal tavolo del centrosinistra, riunitosi in presenza nei giorni scorsi, nel rispetto delle norme anti contagio. “È stato riconfermato il principio già condiviso alla scorsa riunione di riconfermare i sindaci uscenti derivanti dalla coalizione che hanno lavorato bene per il territorio”, ha confermato il segretario provinciale del Pd nonché capostaff del primo cittadino, Vincenzo Luciano.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Unisa, il professore Pierluigi Siano tra i ricercatori più influenti al mondo

di Pina Ferro

Pierluigi Siano, docente di Sistemi Elettrici per l’Energia presso l’ateneo di Salerno nella classifica dei ricercatori più influenti al mondo. E’ stata pubblicata la lista Highly Cited Researchers (HCRs) 2020 dedicata ai ricercatori più influenti al mondo, che comprende i ricercatori che negli ultimi undici anni (dal 2009-al 2019) hanno pubblicato articoli con un eccezionale numero di citazioni. Nell’edizione di quest’anno, l’Università di Salerno, unico Ateneo campano presente in lista, vede, per il secondo anno consecutivo, la presenza in classifica del professor Pierluigi Siano, docente di Sistemi Elettrici per l’Energia presso il Dipartimento di Management & Innovation Systems (DisaMis) dell’Università degli Studi di Salerno.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Centri vaccinali in stadi e impianti sportivi”

di Andrea Orza

Ieri anche il prenier Conte ha rotto gli indugi ed ha comunicato l’arrivo della terza ondata. Lo aveva anticipato dalle colonne di Le Cronache il dottor Bruno Tozzi, infettivologo ed esperto osservatore del panorama storico-politico. Il professionista spiega i pericoli che subentreranno con la terza ondata, ora alle porte. Il dottoer Tozzi sostiene l’idea che “la salute degli italiani non sia un parere”, per questo motivo mette a disposizione la sua brillante esperienza con un nuovo programma d’azione.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

“Unità del centrodestra aggregando anche appartenenti alla società civile”

di Erika Noschese

Unità, necessità di ritrovarsi sotto un unico progetto, con un candidato di spicco che possa trovare il plauso di tutti gli elementi della coalizione. È questa, in sintesi, la ricetta giusta per il centrodestra, secondo Guido Milanese, vice coordinatore regionale di Forza Italia che punta l’attenzione sulla fase di stallo che vivono i partiti, appartenenti tanto al centrodestra quanto al centrosinistra. Onorevole, il centrodestra vive una fase di stallo importante… “Sì, diciamo che in ogni caso – in questo momento – c’è una difficoltà generale della politica. Se immaginiamo anche quello che sta accadendo nel centrosinistra, capiamo bene che la situazione non è florida per nessuno dei partiti e per nessuna delle coalizioni e questo dimostra che è una partita ancora aperta: il centrodestra, in questo momento, ha una sola necessità: trovare il coagulo dell’intera coalizione, facendo sì che sia attrattiva anche di liste civiche, di ciò che attiene al mondo del volontariato, delle organizzazioni in generale, ai professionisti, fare capo alla società civile per trovare un insieme di intenti su un progetto condiviso. Questo, naturalmente, diventa fattibile nel momento in cui si trova anche il nome di una candidatura di alto livello che riesca a fare da mediazione tra le varie parti e tra le varie componenti”.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Raffaele Battista: tutto iniziò con Roma-Salernitana

di t.d’a.

Raffaele Battista, uomo di Stato e tifosissimo della Salernitana. Una carriera infarcita di successi professionali e conclusa nella sua Salerno. “Niente pantofole – assicura Battista”. E’ pronto a ricominciare con altri compiti e in altre vesti. Ma la Salernitana è la Salernitana. E lui divenne, come dirigente della Questura di Salerno, il custode di una tifoseria che negli anni ’90 visse il suo momento magico”. “Tutto iniziò nel campionato di serie A 1998-99- con la prima trasferta di campionato all’Olimpico contro la Roma. Oltre 80 pullman in partenza dalla nostra città e una marea di auto. Il Questore mi affidò il servizio d’ordine, con me l’immancabile ispettore Palladino. Facemmo il concentramento all’Arechi. Bastò una stretta di mano con i capi ultras, andò tutto alla perfezione nonostante la sconfitta e quel gol che ci illuse di Song che portò in vantaggio i granata”. Era il settembre del 1998. Il derby con il Napoli nel marzo del 2002.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Lega al lavoro, Peduto rilancia Santoro “E’ necessaria l’unità del centrodestra”

di Erika Noschese

La fase di stallo che vive la coalizione di centrodestra e le civiche pronte a scendere in campo per le prossime elezioni amministrative stanno creando non pochi malumori all’interno della stessa coalizione. A puntare il dito contro chi decide di andare da solo è Gaetano Amatruda, membro dell’associazione Andare Avanti: “Chi a Salerno si lancia in corse solitarie, in vista delle prossime elezioni, fa il gioco del Sistema e rischia solo di soddisfare una esigenza personale. Diventare consigliere è aspirazione legittima ma non è un progetto – ha dichiarato Amatruda – Chi ama Salerno prova ad allargare ed unire, a parlare di cose concrete, a costruire opportunità ed a liberare il merito.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Raffaele Battista, una lunga carriera iniziata alla Digos di Torino nel 1988

Raffaele Battista. classe 1960, salernitano, Dirigente Superiore della Polizia di Stato in quiescenza dal settembre del 2020.  1988 – Nomina a Vice-Commissario della Polizia di Stato; in seguito, in servizio presso la DIGOS della Questura di Torino;  1991 – trasferimento alla Questura di Napoli, ove presta servizio nell’Ufficio di gabinetto nonché nei Commissariati “Borsa” e Castellammare di Stabia;  dicembre 1996 – assegnazione alla Questura di Salerno. Dirige il Commissariato sezionale di Torrione e sovrintende alla sezione provinciale della Polizia Postale

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Rocco Palladino: “Che emozione la prima con Ago”

La scorta granata porta la firma anche dell’ispettore Rocco Palladino, anche lui in pensione ma operativo in una nota società di vigilanza.Lunga la sua carriera come poliziotto. Nel maggio del 1976 fu distaccato in Friuli, per prestare servizio in aiuto alle popolazioni terremotate, poi a Milano dove ha combattuto il terrorismo ma ha pure cominciato a frequentare gli stadi. E lo fece nel tempio del calcio, San siro. Il 9 giugno 1988 fu assegnato alla Digos della Questura di Salerno e sino all’ultimo giorno di lavoro è stato coordinatore della Squadra Tifoserie della Digos.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia