Maria Sharapova dà il suo numero di telefono ai fan: “Scrivetemi, risponderò a tutti”


Maria Sharapova, ex tennista russa, vincitrice di cinque prove del Grande Slam, e che poche settimane ha annunciato il ritiro dall'attività, mentre vive la sua quarantena negli Stati Uniti sui social ha dato il suo numero di telefono a tutti e ha invitato i suoi follower a scriverle: "Il contatto umano è importante, risponderò a tutti, ogni messaggio è benvenuto".
Continua a leggere

Flushing Meadows diventa un ospedale da campo. Sul centrale degli US Open si prepara cibo


A New York lo storico impianto di Flushing Meadows, teatro degli US Open, una delle quattro prove del Grande Slam del tennis, è stato trasformato in un ospedale da campo. Lo storico centrale, in cui sono state disputate partite che hanno fatto la storia, è diventato centro di preparazione e distribuzione di alimenti. Lì si preparano 25mila pasti al giorno.
Continua a leggere

Il coronavirus ferma Wimbledon: scatta la mega polizza da 100 milioni di euro


L'All England Lawn Tennis Club, organizzatore del torneo di Wimbledon aveva inserito nel contratto di polizza del 2003 una clausola per 'pandemie virali'. Erano i tempi della Sars e fu una scelta, ad oggi, vincente. Di fronte al contagio di Covid-19, con il torneo annullato e rimandato all'edizione 2021, ora scatterà l'indennizzo con un mega premio: oltre 100 milioni di euro.
Continua a leggere

Wimbledon annullato a causa del Coronavirus: il torneo tornerà solo nel 2021


Adesso è ufficiale. L'edizione 2020 del torneo di Wimbledon non ci sarà. Gli organizzatori del torneo dello Slam londinese hanno dichiarato che quest'anno sui prati non si giocherà a causa del Coronavirus. Un peccato. Perché quello di Wimbledon è il torneo più atteso da tutto i giocatori e da tutti coloro che amano il tennis. La prossima edizione si giocherà dal 28 giugno all'11 luglio.
Continua a leggere

Coronavirus, Wimbledon non si ferma: “Il torneo si svolgerà come da programma”


L'amministratore delegato dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club ha per ora smentito l'ipotesi di un rinvio: "Continuiamo a pianificare il torneo di Wimbledon, anche se rimane una situazione in continua evoluzione. Agiremo in modo responsabile per la salute e la sicurezza dei nostri membri, del personale e del pubblico e nell'interesse del torneo".
Continua a leggere

Coronavirus, Tennis: a Miami si gioca, ma chi arriva dall’Italia va in quarantena


Il torneo di Indian Wells è stato cancellato, il prestigioso '1000' di Miami invece dovrebbe disputarsi. Gli organizzatori non mollano e hanno annunciato che dal 23 marzo al 5 aprile l'edizione numero 35 si farà. Ma è stato stabilito che tutti i tennisti provenienti da Italia, Cina, Iran e Corea del Sud debbano rimanere in quarantena per 14 giorni.
Continua a leggere

Australian Open 2020, Sandgren elimina Fognini al quarto turno

Dopo Berrettini, il tennista americano fa fuori anche il numero 12 al mondo. E non è la prima volta.

L’avventura di Fabio Fognini agli Australian Open finisce qui. Il tennista azzurro è stato battuto per tre set a uno (6-7, 5-7, 7-6, 4-6) dall’americano Tennys Sandgren agli ottavi di finale. Dopo Matteo Berrettini (numero 8 nel ranking Atp), quindi, un altro italiano è stato eliminato nel primo slam della stagione sempre per mano dell’atleta del Tennessee. Ma c’è di più. Questa non è la prima sconfitta di Fognini (numero 12 al mondo) contro Sandgren.

LA SCONFITTA DI WIMBLEDON

Era il 6 luglio 2019. A Wimbledon, terzo grande slam della stagione, il tennista di Arma di Taggia incontrò Sandgren al terzo turno. Sulla carta, un partita “tranquilla”, visto che Fognini si trovava nelle zone alte della classifica Atp, mentre lo sportivo americano sostava alla posizione numero 94. Invece, il campo decretò un risultato diverso: 6-3, 7-6, 6-3. Fognini a casa. Con la seconda sconfitta agli Australian Open, si può dire: Tennys Sandgren è la nemesi sportiva di Fabio Fognini.

AUSTRALIAN OPEN 2020, I MATCH DEL 27 GENNAIO

Senza più italiani in gara nel singolare maschile agli Australian Open, ecco il calendario delle gare del 27 gennaio:
– Monfils (10)-Thiem (5)
– Medvedev (4)-Wawrinka (15)
– Rublev (17)-Zverev (7)
– Nadal (1)-Kyrgios (23)

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Le cose da sapere sugli Open d’Australia del 2020

Tutto pronto a Melbourne per uno dei principali incontri del tennis mondiali. Presenti i big Nadal, Djokovic e Federer. Ma anche l'Italia spera. Tanto nel maschile quando nel femminile.

Scongiurato il pericolo rinvio per paura degli incendi, gli Australian Open possono finalmente iniziare. Salvifiche le piogge abbondanti cadute a Melbourne e nelle zone degli incendi. L’acqua ha migliorato la qualità dell’aria e soprattutto che le fiamme avanzassero senza però spegnere del tutto i roghi che stanno tenendo sotto scacco il Paese sin dalla fine del 2019. Aria pulita – per ora – e animi rasserenati. Almeno quel tanto che basta per non rinviare una delle classiche del tennis mondiale.

I BIG IN GARA

Si parte lunedì 20 gennaio, in campo il numero due del ranking Novak Djokovic contro il tedesco Jan Lennard Struff, 37esimo. Sembra una semplice formalità invece il passaggio del turno per Rafa Nadal, che al primo turno trova il boliviano Hugo Dellien (numero 72 nel ranking), e per l’altro big Roger Federer, terzo, che se la dovrà vedere con l’americano Steve Johnson (81esimo).

DUE GLI ITALIANI TESTE DI SERIE

Sono solo due gli italiani inseriti nelle teste di serie. Si tratta di Matteo Berrettini, ottavo nella classifica dei migliori tennisti al mondo, e Fabio Fognini (12esimo). Al primo è toccato il sudafricano Lloyd Harris (91) avversario certamente abbordabile, mentre al secondo non è andata così bene. Fognini, infatti, è atteso dall’americano Reilly Opelka che occupa il 38esimo posto del ranking mondiale. Entrambi sono nello stesso spicchio di tabellone e nel caso di arrivo agli ottavi di entrambi si prospetterebbe un possibile derby tutto italiano.

LA PROMESSA SINNER

Grande attesa per la presenza del promettente Jannik Sinner. Il 18enne è stato inserito nel tabellone principale. Per lui non si sa ancora chi sarà lo sfidante dato che arriverà direttamente dalle qualificazioni. Per l’altoatesino c’è grande curiosità visto anche l’exploit avuto nel 2019 che lo ha portato a essere uno dei tennisti italiani più promettenti.

GLI ALTRI ITALIANI IN GARA

Sorteggio poco fortunato per gli altri italiani impegnati nella competizione. A Marco Cecchinato è toccato il numero sette al mondo Alexandr Zverev. Per Lorenzo Sonego è l’idolo locale Nick Kyrgios l’ostacolo da superare, mentre Salvatore Caruso avrà un compito proibitivo con il fenomeno greco Stefanos Tsitsipas numero sei al mondo. Leggermente meglio è andata ad Andreas Seppi che se la vedrà con il serbo Kecmanovic (numero 53).

L’AUSTRALIAN OPEN DELLE DONNE

In campo femminile il primo turno riserva un’inedita e interessante sfida tutta americana tra l’atleta più giovane, la 15enne Coco Gauff e quella più anziana, la 39enne Venus Williams. Anche la regina del tennis mondiale Serena Williams, ormai 38enne, se la dovrà vedere debutterà contro una giovanissima e promettente 18enne: la russa Anastasia Potapova. Esordio facile per la numero uno in carica e beniamina di casa Ashleigh Barty. L’australiana è attesa dalla sfida con Lesia Tsurenko che a Melbourne non è mai riuscita a fare grandi prestazioni. La giapponese Naomi Osaka, a lungo numero uno e oggi numero 3 del ranking, deve scontrarsi con la ceca Marie Bouzkova (numero 59) e in avanti potrebbe trovare Serena Williams.

LE ITALIANE A MELBOURNE

Ci sono anche due italiane in campo a Melbourne: Jasmine Paolini, numero 94, che al primo turno giocherà contro la russa Anna Blinkova (numero 58) e Camila Giorgi pronta a dare battaglia a un’avversaria proveniente dalle qualificazioni.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Federer risponde a Greta Thunberg: “Parlerò con lo sponsor, siamo dalla stessa parte”


Il campione svizzero ha deciso di rispondere a Greta Thunberg e a tutti gli attivisti che nelle scorse settimane lo avevano accusato di avere rapporti commerciali con Credite Suisse che dal 2016 avrebbe investito 57 miliardi di dollari sull’industria fossile una delle principali cause per il cambiamento climatico. "Parlerò con lo sponsor, ho a cuore i problemi climatici. Siamo dalla stessa parte"
Continua a leggere

Tennis, esibizione benefica per l’Australia: in campo Federer, Nadal e Serena Williams


Mercoledì 15 gennaio, alla 'Rod Laver Arena', a Melbourne si sfideranno in un'esibizione benefica sette grandissimi tennisti. Giocheranno per aiutare l'Australia, devastata dagli incendi, quattro grandi tennisti: Rafa Nadal, Roger Federer, Nick Kyrgios e Stefanos Tsitsipas, e tre grandi giocatrici: Serena Williams, Naomi Osaka e Caroline Wozniacki.
Continua a leggere

Lo splendido gesto di Kyrgios: donerà 200 dollari per ogni ace per le vittime degli incendi


Le immagini dell'Australia devastata dalle fiamme sono sotto gli occhi di tutti. In Australia inizia la stagione del tennis e Nick Kyrgios, il giocatore più talentuoso tra gli australiani, ha lanciato un'iniziativa di solidarietà a cui hanno aderito anche i connazionali De Minaur e Millman. Per ogni ace che realizzerà nell'ATP Cup e negli Australian Open Kyrgios donerà 200 dollari.
Continua a leggere

Sport, il calendario del 2020: 10 cose da seguire, dall’Europeo alle Olimpiadi di Tokyo


Dieci eventi sportivi del 2020 più attesi tra quelli in programma nel nuovo anno. Dal primo Campionato Europeo di calcio itinerante della storia ai Mondiali di Ciclismo che si terranno in Svizzera, dai tornei continentali di nuoto e d’atletica alle nuove entusiasmanti stagioni del Mondiale di Formula 1 e di MotoGP fino alle attesissime edizioni 2020 della Coppa Davis di tennis, della Ryder Cup di golf e del Sei Nazioni di rugby, saranno dunque tantissimi gli eventi sportivi di rilievo che ci attendono in questo nuovo anno che sta per arrivare e che avrà come evento clou i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.
Continua a leggere

Dalla Pellegrini a Berrettini, 10 personaggi sportivi del 2019 da ricordare


Leo Messi, Jurgen Klopp e Sinisa Mihajlovic hanno segnato il 2019 del calcio, come Megan Rapinoe, capitano degli Usa campioni del mondo al femminile. E' l'anno di Federica Pellegrini, Dorothea Wierer e Matteo Berrettini per lo sport italiano, di Marc Marquez e Lewis Hamilton nei motori, dei Toronto Raptors che hanno fatto la storia in NBA.
Continua a leggere

Bahmet perde 6-0 6-0 senza fare un punto. La peggior sconfitta di sempre del tennis


Nel torneo ITF di Doha l'ucriano Artem Bahmet ha perso 6-0 6-0 contro il tailandese Krittin Koaykul. L'incontro è durata appena 22 minuti. Bahmet non ha fatto nemmeno un punto e per questo il ko di Bahmet rappresenta la peggior sconfitta di sempre nella storia del tennis. Ci sono però grossi sospetti su questo incontro. In Spagna c'è chi pensa che dietro il ko dell'ucraino ci sia stato un giro di scommesse.
Continua a leggere

Roger Federer su una moneta da 20 franchi, è il primo omaggio a uno svizzero vivente


Roger Federer, uno dei grandi sportivi di tutti i tempi, tennista vincitore di 20 tornei del Grande Slam e numero 1 per oltre 300 settimane, è stato celebrato dalla zecca di stato svizzera che ha messo l'effigie di Federer mentre sta per colpire di rovescio su una moneta da 20 franchi. Questa è la prima volta che la Svizzera celebra una persona in vita su una moneta.
Continua a leggere

Italia eliminata dalla Coppa Davis

L'Australia si ritira e regala al Belgio un 6-0 6-0 che esclude gli azzurri dal ripescaggio. Bolelli e Fognini ko dopo tre set.

Italia eliminata dalla Coppa Davis, ancor prima di terminare la sfida con gli Stati Uniti. L’Australia ha infatti abbandonato il suo doppio, regalando al Belgio un 6-0 6-0 che ha escluso matematicamente gli azzurri dalla possibilità di un ripescaggio.

Gli americani hanno comunque chiuso la sfida con l’Italia vincendo 2-1 nel gruppo F: dopo il successo di Fabio Fognini ed il ko di Matteo Berrettini, è arrivata la sconfitta nel doppio, con Simone Bolelli e lo stesso Fognini che hanno ceduto a Sam Querrey e Jack Sock dopo tre set: 6-7(4-7) 7-6(7-2) 6-4 il punteggio.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Le cose da sapere sulla Coppa Davis 2019 di tennis

Il nuovo formato. Il programma. Le chance dell'Italia. Le nazionali favorite. Guida all'evento (ripensato dal difensore del Barcellona Piqué) che strizza l'occhio al Mondiale di calcio.

La prima volta della nuova Coppa Davis. La competizione di tennis per nazionali, la cui edizione del 2019 è al suo atto finale dal 18 al 24 novembre, fa il suo esordio a Madrid nel rinnovato format che ricorda da vicino il Mondiale di calcio. E non è un caso se a pensarlo è stato Gerard Piqué, difensore del Barcellona, che col suo fondo di investimento Kosmos ha siglato un accordo venticinquennale del valore di 2,5 miliardi di euro con la Federazione Internazionale Tennis (Itf). Ai nastri di partenza anche un’Italia rinfrancata dagli ottimi risultati di Matteo Berrettini, numero otto del ranking mondiale e fresco di partecipazione alle Atp Finals di Londra.

Coppa Davis: i gironi della fase finale.

IL NUOVO FORMAT: SEI GIRONI, POI GLI SCONTRI DIRETTI

Sui campi indoor in cemento e con tetto mobile della Caja Magica di Madrid sono pronte a sfidarsi 18 nazionali divise in sei gironi: l’Italia è nel gruppo F, con Canada e Stati Uniti. La fase a gironi si svolge da lunedì 18 novembre a giovedì 21 novembre. Passano ai quarti di finale le sei vincenti dei gironi e le due migliori seconde. I quarti, a eliminazione diretta, cominciano giovedì nella sessione serale con la prima sfida, mentre le altre tre sono in programma venerdì. Sabato le semifinali e domenica la finale che assegnerà l’Insalatiera d’argento. Per snellire il torneo, ciascun incrocio prevede due singolari e un doppio e tutti i match sono al meglio dei tre set (non più cinque come in passato).

GLI AZZURRI: BERRETTINI-FOGNINI CONTRO CANADA E USA

A difendere i colori dell’Italia (in diretta tv su Supertennis) sono Berrettini, Fabio Fognini, numero 12 del mondo, Lorenzo Sonego, alla prima chiamata in azzurro, e i veterani Andreas Seppi e Simone Bolelli. Il capitano è Corrado Barazzutti, che firmò nel 1976 l’unico trionfo italiano in Davis nella storia. Il primo impegno è il 18 novembre contro il Canada, rappresentato nel singolare dagli enfant prodige Denis Shapovalov e Felix Auger-Aliassime. In squadra anche Vasek Pospisil, specialista del doppio, mentre non c’è l’ex top ten Milos Raonic, infortunato alla schiena. Al suo posto il capitano Frank Dancevic ha chiamato Brayden Schnur. Il 20 novembre, poi, l’Italia sfida gli Stati Uniti, che hanno sì conquistato per 32 volte il torneo che si assegna dal 1900, ma non arrivano in finale da 12 anni. Il team statunitense è ancora nel bel mezzo di un ricambio generazionale che ha in Taylor Fritz e Frances Tiafoe giovani di buona prospettiva, ma non futuri top player. Per l’Italia, un girone non facile, ma nemmeno proibitivo.

GLI ALTRI GRUPPI: FARI SU SPAGNA, FRANCIA E SERBIA

Gli altri gironi vedono la Francia insieme alla Serbia del numero due del mondo Novak Djokovic e al Giappone; la Croazia con la Spagna del numero uno Rafa Nadal e con la Russia del numero quattro Daniil Medvedev; l’Argentina nel gruppo di Germania e Cile; il Belgio con Australia e Colombia; il Regno Unito assieme a Kazakhstan e Paesi Bassi. La Spagna, forte anche del fattore campo, è data dai bookmaker come favorita. Alle sue spalle, tra le altre, Francia, Serbia e Russia. L’Italia parte in seconda fila, dietro Australia, Regno Unito, Usa, Croazia, Argentina e Germania, e davanti al Canada. Più staccati Belgio, Giappone, Cile e Kazakhstan. Fanalini di coda Colombia e Paesi Bassi.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it