Gabbiadini negativo al coronavirus: “Finita la quarantena, adesso un ultimo tampone”


Manolo Gabbiadini, secondo giocatore di Serie A a risultare positivo al Covid-19 ha concluso il periodo di isolamento e si appresta, come da profilassi, ad un ultimo test: "E' stata una forma leggera di contagio, ho avuto febbre e tosse solo per qualche giorno. La lettera a Bergamo? Un atto sentito e dovuto per sensibilizzare gli italiani in un momento di pura tragedia"
Continua a leggere

Sampdoria, Edoardo Garrone e la ERG donano 3 milioni di euro per l’emergenza Coronavirus


L'ex patron del club blucerchiato, presidente dell'importante gruppo industriale italiano, ha deciso di aiutare concretamente la città di Genova e gli altri territori colpiti dal Coronavirus. "L'iniziativa vuole essere un atto concreto a supporto delle necessità più urgenti delle strutture sanitarie e della protezione civile, con la ferma convinzione che attraverso il contributo di ognuno si potrà superare al più presto questa grave situazione di emergenza", ha fatto sapere la ERG.
Continua a leggere

Coronavirus, Gabbiadini: “Non pensavo di essere positivo, ho rischiato di contagiare altre persone”


L'attaccante blucerchiato ha raccontato il suo dramma: "Ho capito che ci sono tanti positivi che nemmeno lo sanno e allora la battaglia si vince solo in un modo: rispettando le direttive e restando a casa. Le parole di Tommasi? Non mi piace entrare nel merito di decisioni altrui, però col senno di poi credo proprio che avesse ragione lui: la salute è prioritaria".
Continua a leggere

Coronavirus, la paura di Jankto: “La situazione è spaventosa e potrei essere positivo anch’io”


Il giocatore della Sampdoria, in un'intervista rilasciata ad un portale del suo paese, ha confessato di vivere l'emergenza Coronavirus con forte preoccupazione: "La situazione in Italia è spaventosa e sta peggiorando. Siamo tutti in quarantena da una settimana, ma non posso essere certo di non essere infetto, così come non posso sapere se più persone rispetto a quelle che sono già risultate positive nel club lo siano".
Continua a leggere

Sampdoria, sollievo per Colley: “Io e la mia famiglia siamo sani e salvi dal Coronavirus”


Il difensore della squadra blucerchiata ha rassicurato tutti: "Ho eseguito un esame al sangue e ai polmoni giovedì 12 marzo 2020 e i risultati erano negativi. Venerdì 13 marzo 2020 ho rifatto un altro test nasale ma i risultati erano incerti. Posso quindi confermare che io e la mia famiglia siamo sani e salvi dal Coronavirus. Ringrazio la Sampdoria per l'aiuto e il supporto che abbiamo ricevuto e che continuiamo a ricevere. Prego per i malati e auguro loro una pronta guarigione".
Continua a leggere

Sampdoria, positivo al Coronavirus anche Bereszynski: 8 i contagiati del club blucerchiato


Bartosz Bereszynski, terzino della Sampdoria, è risultato positivo al Coronavirus. Il polacco su Instagram ha scritto: "Nonostante le appropriate precauzioni prese di recente, non sono riuscito a evitare il virus. Ecco perché ti chiedo di essere responsabile e di rimanere a casa ogni volta che è possibile". Sale a 8 il bilancio dei contagiati del club blucerchiato.
Continua a leggere

Fabio Quagliarella: “Il pensiero va a medici e infermieri che lavorano tutto il giorno”


Fabio Quagliarella è stato il protagonista nella vittoria della Sampdoria contro il Verona. Il capitano blucerchiato ha spiegato così la sua esultanza: "Non essendoci pubblico, sono andato verso la telecamera. Era un modo per esultare con i nostri tifosi". E sull'emergenza Coronavirus ha aggiunto: "Il pensiero va alle famiglie che stanno soffrendo".
Continua a leggere

Coronavirus, Quagliarella: “Non capisco il calcio, non do la mano ma in marcatura come si fa?”


Il capitano della Sampdoria, a margine della sfida di Marassi giocata e vinta contro l'Hellas Verona, ha commentato l'emergenza Coronavirus che ha colpito molte zone d'Italia e che ora minaccia anche il calcio: "Vogliamo rispettare ciò che ci viene detto e in questi giorni ci sentiremo noi calciatori e vedremo. O si gioca fino alla fine o si sospende e rispettiamo ciò che ci dice il governo. In questo momento il pensiero va alle famiglie che stanno soffrendo e ai medici e infermieri che lavorano tutto il giorno".
Continua a leggere

Serie A, rinviata Sampdoria-Verona: niente porte chiuse, si giocherà il 13 maggio


Sampdoria-Verona è stata rinviata al 13 maggio. La partita non si disputerà lunedì 2 marzo, come da calendario. La Regione Liguria aveva dato la disponibilità ad organizzare l'evento, ma a porte chiuse. La Serie A ha scelto di uniformare il trattamento a quello delle altre partite rinviate in occasione di questa giornata di campionato.
Continua a leggere

Sampdoria-Verona, domenica surreale aspettando la decisione sul Monday Night


Sampdoria e Verona stanno vivendo una domenica surreale, non essendoci ancora la certezza ufficiale del regolare svolgimento del match in programma lunedì sera a Marassi. Al momento filtra un leggero ottimismo sulla disputa della partita, anche se il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti, non ha sciolto i dubbi sulla possibilità di giocare il match a porte chiuse.
Continua a leggere

Vlahovic si scusa per l’esultanza: “Non volevo offendere nessuno, imito Depay”


Dusan Vlahovic ha fatto infuriare i tifosi della Sampdoria a causa di un'esultanza. Il serbo, rimproverato durante l'incontro per quello da Castrovilli e dal tecnico Iachini, dopo il match si è scusato pubblicamente: "La mia non era un'esultanza contro i tifosi della Sampdoria. Questo è il mio modo abituale di festeggiare una rete".
Continua a leggere

Vlahovic e Chiesa affondano la Samp. Gervinho gol, piega il Sassuolo e “si riabilita”


Due match nel pomeriggio di Serie A oltre alla vittoria della Juventus (2-0) sul Brescia. A Genoa la Fiorentina s'impone per 5-1 contro la Sampdoria con doppiette di Vlahovic e Federico Chiesa. A Reggio Emilia il Parma passa grazie alla rete di Gervinho, straordinaria la partita di Colombi che nega a Caputo il pareggio.
Continua a leggere

All’asta le sale cinematografiche del Viperetta

Continuano i guai finanziari per Massimo Ferrero. La sua esposizione totale è di 120 milioni di euro e le banche hanno chiuso i rubinetti. E ora rischia di vedersi costretto a vendere la Sampdoria a un prezzo minore rispetto alle offerte ricevute questa estate.

Vanno all’asta, per ordine del Tribunale di Roma, le sale cinematografiche della Ferrero Cinemas, la società di Massimo Ferrero, in arte Viperetta.

Il presidente della Sampdoria, da tempo scomparso dalla scena mediatica dopo una fase di folli apparizioni, è nei guai finanziari e giudiziari, e la mancata vendita della squadra di Genova la scorsa estate, nonostante le offerte pervenute (quella più seria era una cordata anglo-americana capitanata dall’ex calciatore Gianluca Vialli, che tra l’altro avrebbe visto il favore della tifoseria, da tempo in aperto contrasto con il presidente), lo ha lasciato in braghe di tela.

Così, entro maggio prossimo, una vicenda che si trascina dal 2016, troverà epilogo: dopo un pignoramento immobiliare, vanno all’asta giudiziaria quattro cinema romani, tra cui lo storico e gettonatissimo Adriano (10 sale per un totale di 2.200 posti alle spalle del Palazzaccio, cioè il palazzo di giustizia, in piazza Cavour), che avrà come prezzo base 27 milioni. Poi ci sarà la multisala Atlantic di via Tuscolana (poco meno di 11 milioni), il Roma in Trastevere (2,3 milioni) e il più decentrato Ambassade (2,6 milioni).

UN’ESPOSIZIONE TOTALE DI 120 MILIONI DI EURO

Ma non sono solo questi cinema ad essere in ballo nel possibile crack Ferrero. Entro il 23 marzo scadono i termini concessi dal tribunale fallimentare per il salvataggio della Farvem Real Estate (la Lufthansa ha presentato istanza di fallimento) e della Eleven Finance, che hanno in portafoglio sia i cinema della catena Ferrero (tra cui i quattro già messi all’asta) quasi tutti provenienti dalla gestione Cecchi Gori, sia un’operazione di edilizia abitativa in località Torrespaccata (178 appartamenti, 12 mila metri quadrati).

La vendita della Sampdoria avrebbe potuto consentire a Ferrero di mettere le cose a posto, o comunque ridurre di molto i problemi

L’esposizione totale è di circa 120 milioni, e nessuna banca è più disposta a dare un becco di un quattrino a Viperetta. La vendita della Sampdoria, che non rischia in caso di fallimento perché sarebbe anch’essa messa all’asta se saltasse il banco, avrebbe potuto consentire a Ferrero di mettere le cose a posto, o comunque ridurre di molto i problemi. Ma di fronte a compratori che sapevano della sua situazione ha voluto giocare al rialzo, e ora rischia di doverla cedere per molto meno (anche perchè la squadra rispetto allo scorso campionato va molto peggio) o addirittura di vederla mettere all’asta a prezzo di pura perizia.

Quello di cui si occupa la rubrica Corridoi lo dice il nome. Una pillola al giorno: notizie, rumors, indiscrezioni, scontri, retroscena su fatti e personaggi del potere.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

LIVE Torino-Sampdoria Serie A, formazioni ufficiali e risultato in diretta


C’è voglia di riscatto per Torino e Sampdoria. Le due squadre si affrontano nel secondo anticipo della giornata numero 23 della Serie A 2019/2020. Sulla panchina granata ci sarà il debutto per Moreno Longo, che ha sostituito Walter Mazzarri dopo la sconfitta pesante di Lecce, mentre i blucerchiati di Claudio Ranieri vogliono tornare a fare punti dopo la sconfitta in casa contro il Napoli di lunedì scorso.
Continua a leggere

Calcio in tv oggi e stasera: Verona-Juventus è il match clou, apre Fiorentina-Atalanta


Sabato 8 febbraio: le partite di calcio in tv oggi e stasera, anche in diretta streaming. La giornata di Serie A prosegue con Fiorentina-Atalanta, Torino-Sampdoria e Verona-Juventus. Per il calcio internazionale, in campo l'Everton di Ancelotti e il Borussia Dortmund del giovane prodigio Haaland.
Continua a leggere

Damsgaard alla Sampdoria, ufficiale: il talento del Nordsjælland arriverà a luglio


La Sampdoria ha annunciato l'acquisto di Mikkel Krogh Damsgaard dal Nordsjaelland: il giovane danese sarà blucerchiato a partire dalla prossima estate. L'operazione è stata chiusa a titolo definitivo con il giovane classe 2000, uno dei migliori talenti del calcio nordeuropeo, che ha firmato un contratto valido fino al 30 giugno 2024.
Continua a leggere