Covid, positivo un neonato di pochi mesi a Riardo (Caserta)


A Riardo, nell'Alto Casertano, tra i nuovi positivi c'è anche un neonato di pochi mesi: lo ha confermato il sindaco cittadino, Armando Fusco. "Una notizia che deve indurci ancora una volta a non sottovalutare la gravità della situazione e la pericolosità del virus, che può essere arginato esclusivamente mantenendo un comportamento improntato alla massima attenzione e cautela".
Continua a leggere

Incidente a Caiazzo (Caserta), ciclista sbanda e si schianta contro un’auto: muore 67enne


Un ciclista di 67 anni è deceduto ieri sulla strada tra Caserta e Caiazzo dopo essersi scontrato con un'automobile; sarebbe stato risucchiato dal vuoto d'aria creato da un camion che lo avrebbe sorpassato e, perso il controllo della bicicletta, si sarebbe schiantato contro l'automobile. Le indagini sono affidate ai carabinieri, il conducente dell'automobile è indagato.
Continua a leggere

In comunità per rapina si impicca a 16 anni. Il biglietto: “Mamma, qui non ci volevo stare”


Il sedicenne che si è suicidato in comunità a Villa di Briano (Caserta) ha lasciato un biglietto alla madre: "Perdonami - ha scritto - non è colpa tua ma te lo avevo detto che in comunità non ci volevo stare". Il ragazzo era accusato di una rapina a Scafati e sospettato di un altro colpo a Pompei. Il corpo senza vita trovato in uno dei bagni.
Continua a leggere

A scuola non solo DaD: le maestre fanno socializzare gli alunni online per farli sentire meno soli


L'insegnante Mina Pulcini della scuola Uccella di Santa Maria Capua Vetere a Fanpage.it: "In questi mesi di pandemia, i bambini sono sempre più soli, perché con le scuole chiuse o con la DaD hanno poche occasioni per socializzare con i loro coetanei. Per questo motivo abbiamo lanciato un esperimento. Una stanza su Classroom, una volta a settimana, per stare assieme, con la propria insegnante, fare lavoretti e scherzare, al di fuori dell’orario curricolare".
Continua a leggere

Zona rossa Covid a Castel Morrone (Caserta), il sindaco: “Chiudo tutto, ma ci sono solo 11 casi”


Il sindaco di Castel Morrone, Gianfranco Della Valle, a Fanpage.it: "Siamo in zona rossa con 11 casi positivi su 4mila abitanti. Pochi mesi fa avevamo 80 contagiati e non eravamo zona rossa. Ma è cresciuto l’indice del contagio, perché 7 giorni fa avevamo un solo caso. Faremo domani mattina un’ordinanza per evitare che il Coronavirus possa propagarsi in maniera esponenziale".
Continua a leggere

Caserta, 26 Comuni a rischio zona rossa Covid: il documento dell’Asl


Sono 26 i Comuni del Casertano che rischiano di entrare in zona rossa, secondo un documento dell'Asl firmato dal direttore generale Ferdinando Russo. Tra questi, anche grandi centri come Santa Maria Capua Vetere e Maddaloni. Mentre altri 2 Comuni rischiano di finire in zona arancione. La lettera è stata inviata ai Direttori dei Distretti Sanitari che a loro volta informeranno i sindaci dei rispettivi Comuni, per eventuali ordinanze di chiusura.
Continua a leggere

Coppia rapinata e sequestrata da finti finanzieri a Teverola, presi altri 2 della banda


I carabinieri hanno arrestato altre due persone, accusate di aver fatto parte alla rapina in casa di una coppia di Teverola nel settembre scorso: i criminali avevano fatto irruzione fingendosi militari della Guardia di Finanza e avevano ordinato alla coppia di consegnare 100mila euro; tre del gruppo erano stati già bloccati due giorni dopo, quando si erano presentati per prendere il denaro.
Continua a leggere

Uccise 700mila api in un allevamento del Casertano. L’incendio è doloso, distrutte 80 arnie


Un incendio doloso ha distrutto un allevamento di api a Trentola Ducenta (Caserta) uccidendo settecentomila piccoli laboriosi insetti. Disperato l'apicoltore, un 23enne di Lusciano, che ha perso l'80% della sua piccola impresa, stipata in 80 arnie. Pochi dubbi sull'origine dolosa dell'incendio: ignoti hanno scavalcato la recinzione, hanno appiccato le fiamme con gli pneumatici di auto, e poi lanciato le arnie nel fuoco.
Continua a leggere

Inchiesta Asl Caserta, medico arrestato accusato anche di violenza sessuale su paziente


L'ex direttore del Dipartimento Salute Mentale dell'Asl di Caserta, Luigi Carizzone, arrestato oggi insieme ad altre 17 persone dai carabinieri del Nas, è accusato anche di violenza sessuale: avrebbe abusato di una sua paziente nel suo studio privato. La circostanza ricostruita grazie a una telefonata in cui il medico chiede alla donna di non parlare di "quei giochini che abbiamo fatto".
Continua a leggere

Inchiesta Asl Caserta, dirigente pubblico inviava i pazienti ai suoi centri privati


Funzionario medico dell’Asl, ma di nascosto anche gestore occulto di centri privati di riabilitazione psichiatrica dove avrebbe indirizzato i pazienti che aveva in cura come dipendente pubblico del servizio sanitario regionale, ma a spese dell’Asl. È questa una delle piste di indagine che segue la Procura di Napoli Nord in merito a Luigi Carizzone, ex direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Caserta. Nei guai anche Cuono Puzone, presidente della società Misericordia di Caivano.
Continua a leggere

Inchiesta Asl Caserta, indagato Gennaro Oliviero, presidente del Consiglio regionale Campania


C’è anche Gennaro Oliviero, presidente del consiglio regionale della Campania in quota Pd, tra gli indagati dell’inchiesta all’Asl di Caserta. Ad Oliviero - eletto nelle file del centrosinistra alle ultime elezioni regionali dello scorso settembre nella coalizione a sostegno del governatore Vincenzo De Luca - viene contestato il reato di traffico di influenze in relazione ad un singolo episodio.
Continua a leggere

Corruzione all’Asl di Caserta, 12 arresti: le gare per il 118 affidate in cambio di regali


Assenteismo, corruzione, gare d'appalto truccate all’Asl di Caserta. Ma anche i servizi di trasporto in emergenza del 118 affidati in cambio di regali e abusi sulla gestione dei pazienti psichiatrici. Sono le piste di indagine al vaglio della Procura della Repubblica di Napoli Nord, che stamattina hanno portato i carabinieri del Nas di Caserta a dare esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 18 persone, di cui 12 degli arresti domiciliari e 6 destinatarie di misure interdittive.
Continua a leggere