Il Mef posticipa le assemblee delle partecipate. Mps compresa

Lo staff del direttore generale del Tesoro Alessandro Rivera sta predisponendo un testo che potrebbe essere licenziato tra l'11 e il 12 marzo e che dovrebbe prevedere l’obbligo di far slittare – si ipotizza di un mese – la riunione dei soci delle quotate per approvare il Bilancio 2019 e, in molti casi, per rinnovare i vertici.

A via XX Settembre, dal 10 marzo blindata con accessi vietati a chiunque se non espressamente autorizzato, stanno lavorando a un decreto ad hoc per posticipare le assemblee degli azionisti delle società quotate che si devono svolgere prossimamente, probabilmente tutte quelle fissate nel mese di marzo (nessuna di rilevante) e aprile, che sono diverse. A cominciare da quella del Monte dei Paschi fissata per il 6 aprile.

Si tratta di un appuntamento che di solito porta a Siena diverse centinaia di persone provenienti da tutta Italia: impossibile che con le restrizioni da coronavirus si possa autorizzare un simile assembramento. Stesso problema per l’assemblea di Poste, fissata per il 16 aprile: non è partecipata come quella del Paschi, ma certo coinvolge molte decine di persone. Per questo lo staff del direttore generale del Tesoro Alessandro Rivera sta predisponendo un testo che potrebbe essere licenziato tra l’11 e il 12 marzo e che dovrebbe prevedere l’obbligo di far slittare – si ipotizza di un mese – la riunione dei soci delle quotate per approvare il Bilancio 2019 e, in molti casi, per rinnovare i vertici.

Questo consentirà per Mps di scavallare la data di venerdì 13 per la presentazione delle liste per il cda, cosa che avrebbe costretto Tesoro e partiti a trovare la quadra sui nomi entro la serata di giovedì 12. Meglio pertutti, visto che il braccio di ferro sull’amministratore delegato non è terminato. A questo proposito la scelta rimane ferma tra l’ex ad di Cattolica Alberto Minali e l’ex del Credito Valtellinese, Mauro Selvetti, mentre è destituita di fondamento l’ipotesi riportata ieri da un quotidiano, che in pista ci siano anche Fabio Innocenzi e Franco Papa.

Quello di cui si occupa la rubrica Corridoi lo dice il nome. Una pillola al giorno: notizie, rumors, indiscrezioni, scontri, retroscena su fatti e personaggi del potere.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it