Acerra, ennesimo impianto in fiamme in Terra dei fuochi: “Noi sempre più abbandonati”


L'incendio alla Eurometal è l'ennesimo di una lunga serie di roghi che stanno colpendo le aziende del settore dei rifiuti in Campania negli ultimi due anni. I comitati: "Non possiamo sopportare questa pressione ambientale ad Acerra, siamo sempre più abbandonati nonostante i proclami". A maggio è prevista la visita di Papa Francesco, Stop Biocidio: "Riaccenda la luce, lo aspettiamo con gioia"
Continua a leggere

Incendi nelle campagne coltivate: così si avvelena frutta e verdura. Blitz dei carabinieri


Roghi nei campi coltivati, acque della lavorazione di mozzarella e ricotta gettata nelle fogne, rifiuti delle officine meccaniche lasciati in strada: Terra dei fuochi non è mai finita e coinvolge tanti "normali" cittadini che per non pagare correttamente lo smaltimenti dei rifiuti delle loro aziende preferiscono avvelenare il territorio. Cioè loro stessi.
Continua a leggere

Terra dei Fuochi: video reporter preso a pugni vicino al ‘lago di spazzatura’


Una troupe televisiva, composta da giornalista e operatore video, è stata aggredita oggi, 13 gennaio, a San Felice a Cancello (Caserta), dove è stato trovato il lago di spazzatura che si è formato in una cava dismessa usata per anni come discarica abusiva. L'operatore è stato colpito con un pugno al volto che gli ha quasi fatto perdere i sensi.
Continua a leggere

Terra dei Fuochi, il ministro Costa propone la medaglia al Valore per Franco Ortolani


Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha proposto la medaglia d'oro al valore per Franco Ortolani, il geologo e senatore che ha dedicato la sua vita alla lotta alla Terra dei Fuochi e che è scomparso nel novembre scorso, stroncato da due tumori; da sempre al fianco dei comitati, Ortolani, si era battuto già contro le discariche, le ecoballe e il dissesto idrogeologico.
Continua a leggere

In provincia di Caserta c’è un laghetto di rifiuti tossici: dentro plastica e amianto


Le forze dell'ordine stanno perlustrando Cava Giglio, a San Felice a Cancello (Caserta), sequestrata a novembre: era stato scoperto che il sito, per oltre 15mila metri quadrati, era stato usato per anni come sversatoio abusivo, fino a formare un lago di rifiuti in cui sono stati buttati plastica, amianto e carcasse di automobili.
Continua a leggere