Prostituzione alla stazione Termini di Roma, il dramma di Marco: “Sono costretto, non trovo lavoro”


Marco ha 23 anni, ogni sera prende un treno che da Avellino lo porta alla stazione Termini, a Roma. Al padre dice che va a trovare la fidanzata, in realtà si va a prostituire per guadagnare un po' di soldi. Tredici, quattordici clienti a sera per trenta euro l'uno. "Non riesco a trovare un lavoro, voglio smettere".
Continua a leggere