La prima ministra della Scozia spinge per l’indipendenza da Londra

Nicola Sturgeon in visita a Bruxelles ha ribadito di volere un altro referendum dopo quello del 2014 per uscire dal Regno Unito e rientrare in Ue.

Il desiderio della Scozia è di «tornare nel parlamento europeo come una nazione indipendente. È risaputo che la maggioranza degli scozzesi ha scelto di rimanere nell’Ue quando è stata fatta loro la domanda durante il referendum del 2016», ha detto il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon durante un evento ospitato dallo European policy centre a Bruxelles. «Stiamo lasciando l’Ue in un momento in cui non abbiamo mai beneficiato così tanto dell’Unione, in cui non c’è mai stato così tanto bisogno di Ue», ha detto la premier.

«SERVE UN ALTRO REFERENDUM»

«Sono una democratica e credo che per diventare indipendenti (dal Regno Unito, ndr) in maniera legittima serva dimostrare che questa è la volontà della maggioranza dei cittadini», ha continuato la Scozia, «si tratta di una questione democratica che va risolta politicamente e democraticamente», ha detto Sturgeon, per questo serve un referendum e non solo una dichiarazione d’indipendenza da parte del governo.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it