S’insediano i vertici della Procura e del Tribunale

di Pina Ferro

L’aula 17 della Cittadella Giudiziaria ha fatto da coreografia all’insediamento del novo vertice della Procura e di quello de Tribunale di Salerno. Giuseppe Borrelli, 60 anni proveniente da Napoli dove ha ricoperto il ruolo di procuratore aggiunto e Giuseppe Ciampa, 61 anni, anche egli proveniente da Napoli dove ha ricoperto il ruolo di presidente di sezione, ieri mattina, hanno giurato dinanzi al collegio formato dalla presidente Rosa Sergio e dai giudici a latere Lucia Casale e Vincenzo Ferrara Ad accogliere il neo procuratore ed il neo presidente del Tribunale di Salerno c’erano magistrati, avvocati, funzionari e i rappresentanti delle forze dell’ordine. Presente anche l’ex procuratore capo di Salerno Corrado Lembo, in pensione nel settembre 2018. Al suo posto a reggere la Procura, fino a ieri, vi è stato il facente funzioni Luca Masini. A dare per primo il benvenuto ai due nuovi vertici è stato il presidente vicario della Corte d’Appello di Salerno, Bruno De Filippis, il quale, ha sottolineato che «Salerno è una realtà che non manca di problemi ma abbiamo grandi risorse umane. Siamo sicuri che insieme faremo un ottimo lavoro». Un benvenuto corredato da un invito quello del procuratore generale Leonida Primicerio. Un invito a pretendere di più da Roma, a far sentire la propria voce battendo il pugno sul tavolo. Dopo aver dato il benvenuto ai colleghi Ciampa e Borrelli il procuratore generale Leonida Primicerio ha sottolineato il loro valore e professionalità «Valore e professionalità che unitamente alla loro esperienza metteranno al servizio non solo in materia di contenzioso civile ma anche di criminalità organizzata che qui a Salerno non è tanto diversa da quella napoletana». Poi è arrivato l’affondo:«la realtà giudiziaria salernitana è un po’ trascurata a Roma Roma dove si decidono cose importanti. Vi chiediamo di andare a Roma e sbattere il pugno sul tavolo e chiedere il rafforzamento degli organici perché molto spesso il nostro appello resta inascoltato». «Vi abbiamo aspettato a lungo – ha sottolineato il procuratore aggiunto facente funzioni Luca Masini – Qui c’è una squadra che è pronta a qualsiasi miglioramento». A dare il benvenuto al neo procuratore ed al neo presidente del Tribunale a nome dell’avvocatura salernitana è stato il presidente dell’Ordine Forense Salernitano Silverio Sica. «Porto il saluto dell’intera avvocatura salernitana. L’avvocatura salernitana è mediamente sana e leale. Pur vivendo in un tribunale di frontiera ha sempre avuto spirito di collaborazione nel rispetto reciproco della propria toga. Noi ci aspettiamo che i problemi della giustizia vengano affrontati con sano pragmatismo, con la volontà di risolverli».

Consiglia