Menù di pasqua 2020 per i vegetariani: la ricetta delle polpette di ricotta di Sonia Peronaci


Ecco una ricetta originale e sfiziosa per un menù di Pasqua 2020 alternativo. La ricetta delle polpette di ricotta al sugo di Sonia Peronaci è una valida alternativa ai piatti di carne che solitamente compongono il menù di Pasqua. Bastano pochi ingredienti e alcuni semplici passaggi per realizzare questo piatto vegetariano.
Continua a leggere

Il menù alternativo per pasqua 2020: la ricetta della pasta ai carciofi di Sonia Peronaci


In molti a Pasqua non amano mangiare agnello, capretto, torte salate e gli altri piatti tipici, in molti preferiscono piatti gustosi e diversi dal solito, ecco dunque i consigli di Sonia Peronaci e la ricetta della pasta ai carciofi per un primo gustoso e facile da preparare, perfetto per un menù alternativo di Pasqua e Pasquetta.
Continua a leggere

Pasqua blindata contro i furbetti della gita

Droni, posti di blocco. Motovedette. Elicotteri. Si intensificano i controlli per scongiurare gli spostamenti. Mentre la ministra dell'Interno Lamorgese invita alla responsabilità per non vanificare «l'immane sforzo compiuto dall'intera nazione, a partire dal personale sanitario».

Pasqua in quarantena. Con una circolare il Viminale ha rafforzato i controlli per le festività chiedendo alle forze di polizia una particolare attenzione per evitare che gli italiani si riversino nelle seconde case.

Sarà dunque una due giorni di superlavoro per le forze dell’ordine, dalle polizie municipali ai carabinieri della Forestale (che, per esempio, in Sardegna dovrà pattugliare l’entroterra), Polstrada, Polizia, Arma dei carabinieri fino ai soldati dell’Esercito.

IN CAMPO ANCHE GDF E CAPITANERIE DI PORTO

A Torino e Venezia, elicotteri della Guardia di Finanza pattuglieranno dall’alto strade provinciali e autostrade, nella città della Laguna la Capitaneria di porto metterà in acqua le motovedette ma la municipalità prevede anche l’uso dei droni. A Firenze droni, elicotteri e l’Esercito a presidiare il parco delle Cascine e i lungarni. In Sicilia, posti di blocco anti-fuga. Anche Cortina sarà blindata: il sindaco Gianpietro Ghedina ha promesso che verranno controllate «tutte le targhe, in entrata e in uscita». In più ha chiesto ai suoi concittadini «di fotografare i trasgressori». Controlli intensificati anche a Roma su mezzi privati e pubblici ma anche all’interno dei palazzi, nelle piazze dello spaccio e nei parchi.

LOMBARDIA SORVEGLIATA SPECIALE

E la Lombardia sarà una ‘sorvegliata speciale’: aumenteranno i controlli su strade e le autostrade, nei parchi e nelle aree verdi in città e fuori. Polfer impegnata nelle stazioni, Municipale impiegata in controlli capillari per impedire riunioni di famiglia o di amici, pattugliamenti nei quartieri delle case popolari per evitare occupazioni abusive.

L’APPELLO DI LAMORGESE

Una ulteriore raccomandazione è arrivata dalla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. «Dobbiamo rimanere tutti a casa per il nostro bene e dei nostri cari, e per consentire all’Italia di ripartire il prima possibile», ha detto in una intervista al Corriere della Sera. «Per questo i controlli sugli spostamenti affidati alle forze di polizia sono stati rafforzati, per scongiurare i trasferimenti nelle seconde case e nelle località turistiche».

Va da sé che chi non potrà giustificare i propri spostamenti «verrà sanzionato». Lamorgese ha quindi richiamato all’autodisciplina e alla responsabilità: «Ognuno di noi è il miglior controllore di se stesso».

DALL’11 MARZO CONTROLLATI 6 MILIONI DI ITALIANI, 220 MILA I DENUNCIATI

Sacrifici necessari perché altrimenti si vanificherebbe «l’immane sforzo compiuto dall’intera nazione, a partire dal personale sanitario che ha già pagato un tributo altissimo», ha ricordato la titolare del Viminale. I controlli effettuati finora «dimostrano che la stragrande maggioranza degli italiani ha fin qui compreso la gravità dell’emergenza, rispettando il distanziamento sociale». Dall’11 marzo le forze di polizia, i militari e le polizie locali hanno controllato quasi 6 milioni di persone, e i denunciati e sanzionati superano di poco le 220 mila unità. Mentre le verifiche sugli esercizi commerciali sono state oltre 2 milioni e mezzo.

CONTRASTO A SPECULATORI E ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Per contrastare gli speculatori e le organizzazioni criminali nell’emergenza Lamorgese ha assicurato di aver dato «indicazioni di monitorare con attenzione le dinamiche societarie nelle filiere dell’agro-alimentare, delle infrastrutture sanitarie, della gestione degli approvvigionamenti, specie di materiale medico». A breve la ministra emanerà «una direttiva ai prefetti per assicurare il monitoraggio e il flusso informativo su situazioni a rischio di infiltrazioni criminali, sollecitando un’ azione di intelligence sul territorio».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it