Hsbc pronta a tagliare 10 mila posti di lavoro

Indiscrezione del Financial Times. Il gruppo sta spostando il baricentro verso l'Asia e la ristrutturazione dovrebbe interessare soprattutto l'Europa. Ad agosto aveva già annunciato 4.700 esuberi, il nuovo target atteso a fine mese.

Hsbc sta pianificando di tagliare fino a 10.000 dei suoi 238.000 posti di lavoro nell’obiettivo, perseguito dall’amministratore delegato ad interim Noel Quinn, di ridurre i costi in tutto il gruppo bancario. A riportare la notizia è il Financial Times che cita due fonti informate sulla questione. I tagli si potrebbero concentrare soprattutto in Europa. Ad agosto scorso la banca ha già annunciato 4.700 tagli.

LO SPOSTAMENTO DEL BARICENTRO IN ASIA

Il nuovo annunicio potrebbe arrivare alla fine del mese, in occasione del report sui risultati trimestrali. Da sempre presente in Cina, Hsbc sta progressivamente spostando il proprio baricentro dall’Europa all’Asia. Non a caso nel primo semestre dell’anno l’80% degli utili pre-imposte sono stati generati proprio nei Paesi asiatici. Molte banche europee tra cui Deutsche Bank, Société Générale e Barclays stanno riducendo il numero dei propri dipendenti. I tassi di interesse negativi e il rallentamento dell’economia pesano sulle prospettive a medio termine di gran parte delle grandi banche internazionali.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it