L’Ue punta sulla green economy: 100 miliardi per le regioni in difficoltà

Il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans ha annunciato al Parlamento Ue l'entità dei fondi necessari per trasformazione dell'economia europea. Il piano rientra nel Green deal che prevede 1.000 miliardi in 10 anni.

L’Ue punta sulla green economy. E non è soltanto un modo di dire. Il 14 gennaio 2020, infatti, il vicepresidente della Commissione Ue per il Green Deal europeo, Frans Timmermans ha annunciato al Parlamento Ue che il meccanismo per una transizione equa, che aiuterà la trasformazione dell’economia europea nelle regioni più in difficoltà, avrà una dotazione di 100 miliardi di euro. I fondi nuovi sono solo 7,5 miliardi, che, secondo la Commissione Ue, daranno vita a 30-50 miliardi di investimenti pubblici, a cui si aggiungono fino a 45 miliardi dal vecchio programma di investimenti, e 25 in prestiti alle autorità locali.

IL GREEN DEAL VALE 1.000 MILIARDI DI EURO

Oltre all’annuncio di Timmermans, ha parlato anche Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Ue: «Col green deal vogliamo raggiungere emissioni zero entro il 2050. Non possiamo fallire. Il piano per gli investimenti sostenibili adottato oggi dalla Commissione europea» punta a «mobilitare almeno 1.000 miliardi di investimenti nei prossimi 10 anni». Dombrovskis ha inviato un chiaro segnale a tutti: «quando si fanno investimenti occorre pensare verde».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it