Il centrodestra apre a Ragosta, il sogno di un’unica grande coalizione

di Erika Noschese

Un’unica grande coalizione, alternativa all’amministrazione Napoli. La città capoluogo potrebbe essere protagonista del più grande esperimento politico, in vista delle prossime elezioni comunali, finalizzato a mettere definitivamente all’angolo quello che, in tutti questi anni, è stato conosciuto come il “Sistema Salerno”. Se la coalizione di centrosinistra sembra dare ufficialmente il via alla campagna elettorale, dopo aver confermato la candidatura del sindaco uscente Vincenzo Napoli, il centrodestra e la grande coalizione civica sembrano essere ancora in alto mare. “C’è tempo”, chiarisce il parlamentare di Forza Italia, Vincenzo Fasano. Ma nel frattempo, gli incontri non mancano: l’obiettivo è andare compatti alle amministrative. Nei giorni scorsi, infatti, Fasano ha incontrato, seppur per pochi minuti, il leader di Davvero Ecologia e Diritti Michele Ragosta per avviare un ragionamento di unione e coesione. Nulla di concreto, sia chiaro. Solo un esperimento che potrebbe morire sul nascere, già dal prossimo incontro. Il centrodestra, senza rinunciare ai simboli di partito, come più volte chiarito, vorrebbe aprire un confronto con Davvero e con la grande coalizione civica che sta per nascere. Fuori, al momento, ci sarebbe solo il Movimento 5 Stelle che sembra non aver ancora deciso – e forse compreso – come lanciarsi nella grande avventura delle amministrative. I pentastellati, infatti, sembrano spaccati su più fronti tra Nicola Provenza e Angelo Tofalo. Non si esclude che proprio uno dei due possa cercare di conquistare la fascia tricolore mentre sembra essere ufficialmente finita nel dimenticatoio l’ipotesi Catello Lambiase, nonostante gli incontri che risalgo a mesi or sono. Sempre in casa centrodestra, è ora l’Udc a voler trovare una quadra tanto che il commissario cittadino Aniello Salzano e il vice coordinatore regionale Mario Polichetti, nei giorni scorsi, hanno lanciato un ultimatum a tutti gli esponenti della coalizione, chiedendo a gran voce un nuovo incontro. Nel frattempo, resta in piedi l’ipotesi di Michele Tedesco candidato sindaco che non avrebbe problemi ad avere in squadra liste di partito pur confermando il suo percorso civico. E proprio sull’avvocato Tedesco sembra esserci ampia disponibilità da parte di tutti, dalle civiche al centrodestra; nei giorni scorsi, anche i consiglieri di Oltre avevano infatti provato ad avviare un dialogo. Nella figura del legale salernitano si vede, ora, l’unica vera alternativa all’amministrazione Napoli, un cambio di passo deciso che potrebbe portarlo, con il primo cittadino uscente, al ballottaggio. Al momento, non è ancora stata stabilita la data del primo incontro ma proprio Fasano avrebbe tranquillizzato l’Udc e Polichetti, dopo un incontro avvenuto ieri in risposta all’appello del medico salernitano e del commissario cittadino. Importanti novità potrebbero esserci già nei prossimi giorni ma per il nome del candidato sindaco, verosimilmente, bisognerà attendere ancora diverse settimane. Esclusa, per ora, l’ipotesi di un “ricongiungimento” a Fratelli d’Italia: nè i forzisti nè la Lega sarebbero intenzionati a sostenere il candidato sindaco Michele Sarno che continua spedito la sua campagna elettorale, collezionando consensi su consensi tanto da aver formato già le prime sette liste a suo sostegno.

Consiglia