Petti, il gip conferma il sequestro delle false passate: “Pomodori esteri spacciati per italiani”


Il giudice per le indagini preliminari ha confermato il maxi sequestro effettuato dal comando dei carabinieri per la Tutela Agroalimentare negli stabilimenti del Livornese di Venturina Terme e Campo alla Croce di Campiglia Marittima della Italian Food Spa del Gruppo Petti. Al centro dell'inchiesta le passate Petti prodotte con concentrato di pomodoro estero spacciato per pomodoro 100% italiano e/o toscano.
Continua a leggere