Cristina Parodi da Bergamo: “Nessuno ha voglia di cantare dai balconi, tutti hanno perso qualcuno”


In una intervista che uscirà sul prossimo numero di Famiglia Cristina, in edicola dal 2 aprile, Cristina Parodi utilizza parole molto amare per esprimere il momento difficile: "Quando gli italiani sono usciti sui balconi per cantare o ballare, mi sono affacciata e non ho visto nessuno della mia città farlo: qui tutti hanno qualcuno da piangere, c'è il pudore del dolore vissuto".
Continua a leggere

La strage del coronavirus in Lombardia, Istat: a Bergamo morti più 618%, triplicati a Cremona e Lodi


Nei primi 21 giorni del mese di marzo i decessi nelle province della Lombardia sono cresciuti in modo tragico, con incrementi da due a sei volte rispetto al dato dell'anno precedente. È la fotografia fornita dai dati Istat sulla mortalità nel periodo di massima espansione dell'epidemia di coronavirus. Nella Bergamasca l'aumento dei decessi è del 618,41%. Nella provincia di Brescia è del 288,63%. Nella Città metropolitana di Milano del 141,57%. Altissimo anche l'incremento nel Lodigiano, 346,67% in più, e nel Cremonese, più 384,62%.
Continua a leggere

Alfonso Signorini ha vinto la sfida di condurre un reality con una pandemia in corso


Ci sarà un prima e un dopo Coronavirus, come per la venuta di Cristo, nella vita così come nella tv. Il modo in cui sono stati occupati gli spazi televisivi è stato osservato con maggiore spirito critico dagli spettatori. Sono gli effetti collaterali positivi del decreto #iorestoacasa. Una nuova civitas televisiva è all'orizzonte e probabilmente Alfonso Signorini ne farà parte. Chissà gli altri.
Continua a leggere

Intervista Bellanova a Fanpage.it: “Persone in cassa integrazione lavorino nel settore agricolo”


Il ministro dell'Agricoltura, Teresa Bellanova, intervistata dal direttore di Fanpage.it, Francesco Piccinini, lancia la proposta di impiegare i lavoratori in cassa integrazione, quelli disoccupati e le persone occupabili che percepiscono il reddito di cittadinanza nel settore agricolo, per far fronte al calo di stagionali dovuto all'emergenza Coronavirus.
Continua a leggere

Conte proroga restrizioni e chiarisce: “Genitori non possono andare a spasso con i bambini”


Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, annuncia la proroga delle restrizioni e delle chiusure causate dall'emergenza Coronavirus fino al 13 aprile e chiarisce: "Non abbiamo affatto autorizzato l’ora del passaggio coi bambini". I genitori, secondo Conte, possono portare, per esempio, i loro figli al supermercato, ma questo permesso "non deve essere l’occasione per il genitore di andare a spasso".
Continua a leggere

Senza le braccia dei migranti a rischio la filiera alimentare

Migliaia di stagionali dall'Est Europa rientrati o bloccati nei Paesi d'origine per le frontiere chiuse nell'Ue. Allarme comune in Italia, Francia, Germania e Spagna. All'appello mancano anche Nord-africani e asiatici. La chiamata di volontari e cassaintegrati da altri settori.

Senza stranieri a lavorare nei campi, la filiera alimentare europea rischia di bloccarsi: anche l’economia di guerra imposta in questi mesi dal nuovo coronavirus, è l’allarme che arriva dal comparto agricolo di diversi Paesi dell’Ue, è a rischio con l’esodo improvviso di migliaia di braccianti alla vigilia dei raccolti. Oltre ai turisti, la pandemia del Covid 19 che dalla Cina si è allargata soprattutto in Occidente ha allontanato dall’Italia, e a ruota da altri grandi Stati del Vecchio continente, un fiume di stranieri con permessi di soggiorno, migranti stagionali, anche di irregolari ha cercato riparo negli Stati di origine o in Paesi con meno contagi. È il caso delle badanti dell’Est, ma anche dei raccoglitori nei campi: bloccati, quand’anche volessero rientrare per i lavori stagionali, dalla chiusura delle frontiere dell’Ue e tra gli Stati europei.

LA CHIAMATA A STUDENTI E VOLONTARI

Le prime disdette di massa, ha informato Coldiretti già a fine febbraio, sono dovute alle quarantene imposte dagli Stati dell’Est a chi rientrava dalla Lombardia e dal Veneto, e poi da tutta Italia. A fine marzo il ministro all’Agricoltura Teresa Bellanova ha ribadito la sua preoccupazione per i «raccolti a rischio» e per diversi anelli della filiera agroalimentare che possono saltare «dall’ortofrutta ai moltissimi allevamenti», anche nella «distribuzione», senza la «manodopera straniera determinante». Si chiamano all’appello studenti in stand by per le università chiuse, volontari del servizio civile e assegnatari del reddito di cittadinanza. Per Bellanova è necessario «mettere mano urgentemente alla regolarizzazione, anche temporanea dei lavoratori stranieri», accantonando gli «approcci ideologici contro i migranti».

Roma, Italia, durante l'epidemia di coronavirus

REGOLARIZZAZIONI E DECRETO FLUSSI

In Italia più che altrove la regolarizzazione è un’arma a doppio taglio: nell’obbligo di garantire alla popolazione forniture alimentari, si rischia la sanatoria del caporalato. Con il problema di mettere tutti i lavoratori nelle condizioni igienico-sanitarie di operare in sicurezza, sanificando per esempio anche le baraccopoli dei braccianti. In Italia servono 250 mila lavoratori agricoli stranieri per la prossima stagione. Anche il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha rilanciato la richiesta di Confagricoltura a un «nuovo decreto flussi» dalla provincia più colpita dalla catastrofe sanitaria. E il ministro dell’Interno. Con una circolare il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha prorogato fino al 15 giugno i permessi di soggiorno degli immigrati in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020. Circa il 36% del totale degli addetti nell’agricoltura nel Paese è di stranieri regolari.

L’EX DDR SENZA FRONTALIERI DALL’EST

Una falla, con il blocco della circolazione e i rientri anticipati, non solo italiana. Nel nostro Paese la maggioranza dei lavoratori agricoli stranieri stagionali arriva dalla Romania (oltre 107 mila occupati, dati Coldiretti). Poi dal Marocco (circa 35 mila), dall’India (34 mila). Altre decine di migliaia da altri Paesi europei dell’Est e balcanici (Albania, Polonia, Bulgaria, Macedonia) e africani (Senegal, Tunisia) e asiatici (Pakistan). Anche nel Land tedesco del Brandeburgo, ex Ddr, le aziende della filiera alimentare, inclusi panifici e pasticcerie, lamentano il vuoto dei pendolari dalla Polonia, che scattata la quarantena obbligatoria per chi rientra dalla Germania non sono potuti rientrare. Le aziende del petrolchimico e di altri settori essenziali che non si sono fermate pagano vitto e alloggio ai frontalieri, per non restare senza forza lavoro.

Il ministro Teresa Bellanova

IL DISTRETTO DEL VINO SENZA BRACCIA

Nei Land dell’Est, finora meno colpiti dall’epidemia, gli incentivi ai frontalieri aiutano. Nel distretto del vino del Baden Württemberg, con la Baviera e il Nord Reno-Vestafalia la regioni con più contagi, non più. A rischio, fa sapere l’Associazione di categoria tedesca dei coltivatori (Dbv) è intanto la raccolta di asparagi di inizio aprile. Poi ci saranno le fragole, altra frutta e verdura e, in prospettiva, la vendemmia. Alimenti di base come latte, cereali, farina e patate sono assicurati – anche per il resto d’Europa – ma per la «frutta e verdura salteranno semine e raccolti» senza le migliaia di braccia stagionali. Si è provato a reclutare alcune migliaia di volontari per i primi raccolti di primavera, ma la forza lavoro non basta e diverse aziende agricole hanno chiesto di accedere al pacchetti di aiuti del Land per l’emergenza Covid 19.

DAGLI ALBERGHI AI CAMPI?

Coldiretti stima che i lockdown abbiano bloccato nell’Ue quasi un milione di stagionali dell’agricoltura: oltre all’autosufficienza per alcuni alimenti, nei prossimi mesi anche l’export europeo dei raccolti, per un valore di 138 miliardi di euro l’anno, avrà pesanti ricadute. Anche diversi immigrati originari dal Nord Africa, dal Pakistan e dal Bangladesh, con regolari permessi di soggiorno, sono rientrati nei loro Paesi in queste settimane, per la paura del Covid 19 o di restare bloccati a lungo in Italia. Lo stesso è avvenuto con molti marocchini in Spagna e con tunisini in Francia. Il ministero tedesco dell’Agricoltura propone di dirottare sui raccolti e sulla distribuzione alimentare gli addetti di comparti bloccati come l’alberghiero e la ristorazione. Le associazioni di categoria italiane suggeriscono di integrare nell’agricoltura i redditi dei cassaintegrati.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

L’Oms: “A breve raggiungeremo 1 milione di casi di Coronavirus e 50mila morti in tutto il mondo”


"Nei prossimi giorni raggiungeremo 1 milione di casi confermati di Coronavirus e 50mila decessi", così il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus durante il briefing sul Covid-19 tenutosi questo pomeriggio a Ginevra. Durante la conferenza ha anche spiegato che "il numero di decessi è più che raddoppiato nell'ultima settimana"
Continua a leggere

Allenamenti sospesi fino al 13 aprile, lo stabilisce il nuovo decreto del Governo


Nel DPCM con cui il Governo ha confermato fino al 13 aprile le misure anti-contagio per l'Italia è stata aggiunta una norma per le società sportive: "Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati” ma anche le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo".
Continua a leggere

Il prefetto di Lodi Marcello Cardona è guarito dal coronavirus: “Sto bene, ringrazio i medici”


Il prefetto di Lodi, Marcello Cardona, è guarito dal coronavirus ed è rientrato in ufficio dopo circa tre settimane di isolamento. Era risultato positivo al tampone lo scorso 8 marzo, così come alcuni collaboratori del suo ufficio. Cardona ha ringraziato "tutto lo staff medico e paramedico dell'ospedale di Lodi e del San Raffaele di Milano che hanno contribuito alla sua guarigione".
Continua a leggere

Grande Fratello Vip 2020, la diretta della semifinale: tre concorrenti eliminati


Va in onda mercoledì 1 aprile alle 21.20 circa su Canale5 la diciannovesima puntata del Grande Fratello Vip, penultima di questa edizione del reality show. Chi riuscirà a uscire indenne dalla serata parteciperà di diritto alla finale della settimana prossima. In studio ancora Alfonso Signorini con Pupo. Possibile la presenza di Wanda Icardi, rientrata questa settimana in Italia.
Continua a leggere

Conte ufficializza la proroga delle restrizioni al 13 aprile

Il premier in conferenza stampa conferma l'estensione già anticipata dal ministro della Salute Roberto Speranza. «Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive e alleviare i disagi e risparmiarvi i sacrifici a cui siete sottoposti».

Una conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza coronavirus, costata finora la vita a oltre 13 mila italiani. Giuseppe Conte è tornato a parlare di fronte ai giornalisti in una giornata, quella del primo aprile, scandita da altri 727 decessi e 2.937 nuovi positivi, ma anche da 1.118 guariti. Come anticipato in mattinata dal ministro della Salute Roberto Speranza, il premier ha confermato la proroga delle attuali misure fino al 13 aprile. «I morti», ha detto Conte, «sono una ferita che mai potremo sanare: non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive e alleviare i disagi e risparmiarvi i sacrifici a cui siete sottoposti».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Ai domiciliari finge di avere i sintomi del coronavirus ma dimesso dall’ospedale non torna a casa


I carabinieri hanno denunciato per evasione e ricondotto presso la propria abitazione un 25enne di Fregene sottoposto agli arresti domiciliari. Il ragazzo ha chiesto l'intervento dell'ambulanza dicendo che manifestava sintomi inflenzali. Ma una volta fuori dall'ospedale senza alcuna prognosi, non è tornato a casa.
Continua a leggere

Inpsdown, chi ha diritto a un risarcimento per la violazione dei dati e come chiederlo


In seguito a quello che è stato definito come 'Inpsdown', le persone che hanno inserito i propri dati sul sito dell'istituto di previdenza per chiedere l'indennità da 600 euro prevista per i lavoratori autonomi per l'emergenza Coronavirus possono presentare un reclamo al Garante per la privacy. Vediamo come funziona e come fare per inviare il reclamo.
Continua a leggere

Elezioni regionali rinviate in autunno per il coronavirus: voto tra ottobre e dicembre


Slittano al prossimo autunno le elezioni regionali in Veneto, Liguria, Marche, Toscana, Campania e Puglia. Il voto per le amministrative, che riguarda anche mille comuni, è rinviato a causa delle misure per il contenimento del coronavirus che rendono impossibile la chiamata alle urne di milioni di persone. La decisione è stata comunicata dal premier Giuseppe Conte ai leader dell'opposizione. Tra le ipotesi anche un election day con il referendum costituzionale.
Continua a leggere

Regione Campania, Ciarambino (M5S): ‘Tagliamoci stipendi e indennità per chi ne ha bisogno’


Valeria Ciarambino, consigliera regionale in Campania per il Movimento Cinque Stelle: "Abbiamo elaborato una proposta di legge per tagliare gli stipendi e le indennità in consiglio regionale". Il risparmio, pari a circa 250mila euro mensili, andrebbero poi in un fondo per le persone in difficoltà economiche a causa del coronavirus.
Continua a leggere

Le buone notizie dell’1 aprile contro l’ansia da coronavirus

I posti in terapia intensiva triplicati. Il portale gratuito di Harry Potter per intrattenere i bimbi. In un giorno 200 mila adesioni alla app della Lombardia. Pillole di ottimismo quotidiane per affrontare l'angoscia da pandemia.

L’emergenza coronavirus è reale ed è giusto affrontarla, così come è giusto rispondere alla domanda di informazioni riguardanti l’interesse pubblico per definizione: la salute. Ma il sovraccarico di notizie genera spesso un allarmismo controproducente. Per questo, abbiamo deciso di cercare di placare il senso di ansia generalizzata con i fatti positivi legati alla pandemia che ogni giorno avvengono, ma nessuno nota. Un piccolo calmante per affrontare la crisi (passeggera).

I POSTI IN TERAPIA INTENSIVA TRIPLICATI

Ad oggi i posti in terapia intensiva “sono 9.081, con un incremento del 75% in meno di un mese, contro i 3.595 iniziali. Sono stati cioè triplicati”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell’informativa al Senato. I posti letto in Pneumologia sono invece passati da 6.525 a 26.524. Inoltre, ha annunciato, “sono stati già firmati 12.000 nuovi contratti per il personale sanitario e altre procedure sono in corso”.

J.K ROWLING LANCIA IL PORTALE GRATUITO DI HARRY POTTER PER I BIMBI

Un po’ della magia di Harry Potter per intrattenere i bambini costretti a casa dal coronavirus. J.K. Rowling ha lanciato infatti un portale a tema del maghetto più famoso al mondo, ‘Harry Potter at Home’, il quale vuole essere anche uno strumento educativo a disposizione di insegnanti, costretti a lezioni online, e genitori che in molti casi hanno dovuto loro stesso improvvisarsi educatori vista la chiusura delle scuole. Il portale comprende articoli, video, puzzle e una versione in audiolibro di ‘Harry Potter e la pietra filosofale’, disponibile in lingue diverse in modo del tutto gratuito.

IN UN GIORNO 200 MILA ADESIONI ALL’APP DELLA LOMBARDIA

Sono stati oltre 200mila in un giorno i questionari già compilati da chi ha scaricato la app della Lombardia AllertaLOM, che serve a tracciare la mappa del rischio del contagio da Coronavirus in Lombardia. Di questi praticamente 100mila nel pomeriggio.

UNA DONNA DI 101 ANNI GUARITA

Una donna olandese di 101 anni è guarita dal coronavirus, lo rende noto l’ospedale di IJsseland, vicino a Rotterdam, spiegando che questo caso rappresenta un “barlume di speranza”. L’anziana era stata ricoverata una settimana e mezzo fa, con difficoltà respiratorie, ed era risultata positiva al Covid-19. La donna, che vive sola, resterà per alcuni giorni in una casa di riposo, prima di far ritorno alla sua abitazione.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it