Viadotto Albiano, ad agosto Anas assicurava che non c’erano criticità

La lettera fu inviata in risposta al Comune di Aulla che chiedeva un ulteriore sopralluogo. Una successiva verifica dell 3 novembre giudicò l'infrastruttura non pericolosa.

«Il viadotto Albiano (già attenzionato e sorvegliato dal personale Anas) non presenta al momento criticità tali da compromettere la sua funzionalità statica, sulla base di ciò non sono giustificati provvedimenti emergenziali per il viadotto stesso».

Così scriveva Anas lo scorso agosto in una lettera inviata e al Comune di Aulla e alla Provincia di Massa Carrara in relazione al ponte crollato l’8 aprile rispondendo a una missiva inviata dall’amministrazione comunale. In particolare, da quanto ricostruito, il Comune, facendo riferimento a colloqui verbali di rassicurazione circa la tenuta del tratto Aulla-bivio ponte Albiano nonché del ponte stesso, invitava Anas a «un ulteriore sopralluogo e verifica più approfondita atteso che il ponte che dall’abitato di Albiano adduce alla statale 62 della Cisa è abnormemente sollecitato dal transito forzato dei mezzi anche pesanti», anche a causa della chiusura della strada cosiddetta della Ripa.

La lettera dell’Anas di agosto 2019.

IL SOPRALLUOGO ANAS DEL 3 NOVEMBRE

Non solo. Il 3 novembre scorso al ponte crollato ad Albiano Magra ci fu un sopralluogo dei tecnici Anas, da cui dipende l’infrastruttura, dopo che era stata rilevata una crepa sull’asfalto, ingrandita dalle abbondanti piogge. Ma dai controlli fu dichiarato che non sussistevano «condizioni di pericolosità». A riferirlo è Gianni Lorenzetti, presidente della Provincia di Massa Carrara che alcuni anni fa ha ceduto la struttura ad Anas. Il sopralluogo, ricorda, fu fatto alla presenza anche dell’assessore comunale di Aulla e della polizia. Lo stesso Comune rassicurò i cittadini con un post sulla pagina istituzionale informando che «il traffico non avrebbe subito limitazioni». «Il ponte», aggiunge Lorenzetti, «è importantissimo per la popolazione dell’alta Lunigiana, punto di collegamento sia con i primi territori della Liguria sia con il resto della Toscana»

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it