Cammarata: “L’Hellas deve credere all’Europa League, il Cagliari uscirà presto dalla crisi”


Fabrizio Cammarata in esclusiva per Fanpage.it ha parlato del momento d'oro che sta vivendo la sua ex squadra, l'Hellas Verona. L'attuale allenatore della Dinamo Tirana ha elogiato il lavoro fatto da Ivan Juric e si è soffermato sulla prossima gara degli scaligeri, che domenica sfideranno un altra sua ex squadra: il Cagliari.
Continua a leggere

Una buona Udinese sfiora la vittoria contro il Verona, finisce 0-0


L'anticipo domenicale delle 12.30 tra Udinese e Verona si conclude con il risultato di 0-0. I friulani fermano così la marcia della squadra di Juric che alla Dacia Arena rischia anche la sconfitta. Per la prima volta nella loro storia gli scaligeri sono rimasti imbattuti nelle prime otto gare di un anno solare in serie A (quattro successi e quattro pareggi nel 2020, come rilevato dalla Opta).
Continua a leggere

L’11 del Verona che ha battuto la Juve è costato meno di un anno di stipendio di Ramsey


L'Hellas Verona è la squadra rivelazione della Serie A 2019/2020 e il sesto posto in classifica racconta ampiamente il buon lavoro fatto dalla società scaligera finora. Sabato sera al Bentegodi ha ceduto il passo la Juventus di CR7 e se dovessimo fare una valutazione sul costo degli uomini scesi in campo dal primo minuto la risposta che avremmo sotto gli occhi sarebbe sorprendente: il valore dei cartellini della formazione di Juric si aggira intorno ai 6 milioni di euro, ovvero la cifra dello stipendio di Aaron Ramsey.
Continua a leggere

Eysseric gioca 2 volte nella 17a giornata con 2 maglie diverse, cosa dice il regolamento


Valentin Eysseric ha giocato nella stessa giornata con due maglie diverse. Com'è possibile una cosa del genere? E cosa dice il regolamento in una situazione di questo tipo? Una situazione di vuoto normativo rende inutile qualsiasi ipotesi di mozione. Una cosa del genere era già capitata nella stagione 2016/2017 quando Rincon giocò due volte la diciottesima giornata, prima con il Genoa poi con la Juventus.
Continua a leggere

Maurizio Sarri sotto processo dopo Verona: 5 errori che preoccupano la Juventus


I 5 errori di Sarri che hanno consentito al Verona di battere la Juventus e riaprire ufficialmente la lotta scudetto servendo un assist pazzesco all'Inter. Ecco cosa non ha convinto: schierare Rabiot a centrocampo lasciando in panchina Matuidi, che avrebbe saputo sicuramente fare meglio la fase difensiva; più Dybala che Higuain dal primo minuto.
Continua a leggere

Le pagelle di Verona – Juventus 2-1: CR7 da ’10’ ma non basta, Amrabat e Kumbulla al top


Le pagelle di Verona - Juventus: Amrabat e Kumbulla tra i migliori, Pjanic invece finisce tra i flop del match del Bentegodi. Cristiano Ronaldo segna per la decima volta consecutiva in Serie A, ma non basta. Sugli scudi soprattutto il centrale albanese che ha trascinato l'Hellas al successo per 2-1 conquistando il rigore (trasformato poi da Pazzini) che ha permesso agli scaligeri di rimontare i bianconeri, frenare la propria corsa in vetta alla classifica e portarsi momentaneamente in zona Europa League. Tra i peggiori del match invece lo juventino Pjanic autore di una gara sottotono e dell'errore che ha favorito la rete del momentaneo pareggio siglato da Borini.
Continua a leggere

Verona-Juventus 2-1, Borini e Pazzini ribaltano il gol di Ronaldo e stendono la capolista


Il Verona batte la Juventus 2-1 nell'anticipo delle 20.45 del sabato della ventitreesima giornata di Serie A. Risultato a sorpresa al Bentegodi, con i gol di Borini e Pazzini su calcio di rigore, che ribaltano la rete del solito Cristiano Ronaldo. Una mazzata per la formazione di Sarri che esce con le ossa rotte dal campo dell'organizzatissima squadra di Juric. Un ko che inevitabilmente fa sorridere Inter e Lazio.
Continua a leggere

Moviola Verona-Juventus, niente rigore per il contatto Cuadrado-Zaccagni


Sono tre i principali episodi da moviola di  Hellas Verona-Juventus. Sotto la lente d'ingrandimento la situazione del gol del vantaggio della formazione di casa segnato da Kumbulla. Una marcatura convalidata dal direttore di gara, ma annullata poco dopo dal Var. Il motivo? La posizione irregolare millimetrica del difensore, ravvisata proprio grazie alla tecnologia. Una vera e propria beffa per la squadra allenata da Juric. Gli altri due arrivano nella ripresa e riguardano prima un tocco con il braccio in area gialloblu di Gunter, e poi un contatto Zaccagni-Cuadrado in area bianconera.
Continua a leggere

Calcio in tv oggi e stasera: Verona-Juventus è il match clou, apre Fiorentina-Atalanta


Sabato 8 febbraio: le partite di calcio in tv oggi e stasera, anche in diretta streaming. La giornata di Serie A prosegue con Fiorentina-Atalanta, Torino-Sampdoria e Verona-Juventus. Per il calcio internazionale, in campo l'Everton di Ancelotti e il Borussia Dortmund del giovane prodigio Haaland.
Continua a leggere

Il Verona ferma la Lazio sullo 0-0: Simone Inzaghi manca il sorpasso all’Inter


Allo Stadio Olimpico termina con un pareggio il recupero della 17esima giornata di campionato. Lazio bella solo a tratti, fermata da un super Silvestri e sfortunata in occasione dei due pali colpiti da Luis Alberto. La squadra di Juric ha invece confermato il suo ottimo stato di forma. I biancocelesti falliscono così il sorpasso ai danni dell'Inter. L'Hellas rimane invece ai margini della zona Europa League.
Continua a leggere

Perché Lazio-Verona si gioca oggi 5 febbraio alle 20.45


Per spiegare perché Lazio-Verona si gioca oggi, 5 febbraio alle 20.45, bisogna dare un'occhiata al calendario della 16sima e della 17sima giornata e metterlo in relazione alla data della finale di Supercoppa italiana (giocata a Riad, in Arabia Suadita, e vinta dai capitolini per 3-1), alla pausa di campionato per le festività natalizie e anche al cammino in Europa League dei biancocelesti che s'è interrotto alla fase a gironi.
Continua a leggere

Lazio-Verona ore 20.45 su DAZN: dove vedere la partita in tv e streaming


Lazio-Verona si gioca mercoledì 5 febbraio alle ore 20.45 allo stadio Olimpico di Roma. La Serie A torna in campo con un turno infrasettimanale che riveste un'importanza fondamentale ai fini della classifica. È possibile vedere Lazio-Verona anche in diretta tv nonostante la partita sarà trasmessa dalla piattaforma in streaming DAZN? Sì, ecco come.
Continua a leggere

Calciomercato, tutti gli affari conclusi nella sessione di gennaio 2020


Ecco tutti gli acquisti e le cessioni ufficiali delle 20 squadre di Serie A che hanno animato questa sessione di mercato invernale: dal ritorno in Serie A di Zlatan Ibrahimovic al Milan fino all'arrivo di Eriksen all'Inter passando per gli investimenti del Napoli e l’affaire Kulusevski targato Juventus.
Continua a leggere

Borini, nuova vita al Verona: “Al Milan sfruttato come un operaio, ma sono anche altro”


La sua avventura con la maglia del Verona è iniziata con il botto. Fabio Borini alla prima con l'Hellas ha subito trovato il gol contro il Bologna. Il duttile neoacquisto è stato presentato oggi dal club scaligero, e nella sua conferenza stampa ha parlato della sua precedente esperienza al Milan togliendosi anche un sassolino dalla scarpa: "In rossonero venivo sfruttato come operaio, ma sono anche altro".
Continua a leggere

Calciomercato Inter, Federico Dimarco al Verona


Colpo in uscita in vista per l'Inter. Nel giorno dell'arrivo a Milano di Ashley Young, la società nerazzurra ha chiuso di fatto la trattativa con il Verona per Federico Dimarco. Il giovane esterno sinistro è pronto per trasferirsi alla corte di Juric fino al termine della stagione, con le parti che dovrebbero formalizzare l'operazione e mettere nero su bianco nei prossimi giorni.
Continua a leggere

Fabio Borini al Verona, visite mediche e firma dopo l’addio al Milan


Il Milan sfoltisce la sua rosa. Nelle ultime notizie di calciomercato dei rossoneri, c'è l'addio di Fabio Borini. Il calciatore lascia Milano per trasferirsi al Verona. Nella mattinata di oggi, il classe 1991 ha sostenuto le visite mediche con l'Hellas, preludio alla firma sul contratto con il club scaligero. Juric potrà dunque contare su un rinforzo duttile e d'esperienza per la seconda parte di stagione.
Continua a leggere

A Verona è iniziata la nona edizione del Festival della Dottrina Sociale della Chiesa

L'evento 2019 si terrà dal 21 al 24 novembre. Al centro il tema della presenza dei cristiani nella vita sociale e politica anche per rilanciare la dottrina sociale della chiesa.

Il 21 novembre è iniziata la nona edizione del Festival della Dottrina sociale della Chiesa a Verona che si protrarrà fino al 24. L’importanza e i contenuti di quest’anno sono stati ripercorsi dallo stesso papa Francesco in un videomessaggio dalla Thailandia dove si trova in visita per un viaggio pastorale. «C’è bisogno di tutti per ricostruire il tessuto sociale. Ognuno deve fare ciò che sa fare», ha detto il pontefice, «Il cambiamento duraturo», ha proseguito il Pontefice, «parte sempre dal basso. Non abbiamo bisogno di uomini forti ma, uniti nell’impegno, tutti costruttori di fraternità e tutti importanti: operai, imprenditori, professionisti, cittadini, umili e dotti. Non bisogna imbrigliare la libertà di fare il bene. Essere presenti è fisicità concreta, combatte l’isolamento e l’esclusione. È lievito, forza di un popolo e pasta per l’umanità».

IL RITORNO DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA

Monsignor Adriano Vincenzi, coordinatore del Festival, assistente nazionale di Confcooperative e delle Banche di credito cooperativo oltre che dell’Unione cristiana imprenditori e dirigenti, ha scritto che oggi «c’è bisogno oggi della Dottrina Sociale, della sua attualizzazione, della sua declinazione, perché non possiamo più governare uno sviluppo economico senza etica. Fino a ora abbiamo fatto tante cose per poi dire che abbiamo sbagliato. Abbiamo affermato la cultura dello scarto, non abbiamo rispettato l’ambiente, abbiamo invaso di plastica il pianeta. Non erano soluzioni, erano danni per la collettività. La dimensione etica dovrà essere sempre di più parte integrante nella valutazione delle scelte».

I TEMI AL CENTRO DEL FESTIVAL 2019

Monsignor Vincenzi ha spiegato anche che «la presenza sarà il filo conduttore della nona edizione del Festival. Si parla tanto di presenza dei cristiani oggi, ma poi nei fatti non si è presenti da nessuna parte. Se vogliamo affrontare temi importanti come la difesa dell’ambiente, il futuro dell’Ilva, l’immigrazione ecc. dobbiamo innanzitutto capire chi è che sta dentro a tutte queste cose. La presenza diventa una dimensione indispensabile, e in questo senso è necessario che si cominci a mettere la faccia nelle decisioni che si prendono. Coi tweet non si risolvono le questioni. Dobbiamo ripensare anche il sistema della comunicazione».

I PARTECIPANTI AGLI EVENTI

«A Verona», ha scritto in una nota Barbara Blasevich, vicepresidente di Cattolica Assicurazioni, «ci saranno esponenti del mondo del lavoro, del sindacato, dell’impresa, della politica, delle istituzioni, della scuola, dei giovani, del volontariato e anche associazioni famigliari. Nomi prestigiosi dal sottosegretario all’Economia e Finanze, Pier Paolo Baretta al segretario confederale Cisl Giorgio Graziani, da docenti universitari come Rocco Pezzimenti della Lumsa, a Stanislaw Skobel, dell’Università di Varsavia, fino all’assessore alla Sanità della Regione Veneto Stefano Bertacco e al governatore della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it