Scuola, online sito sulla maturità: le risposte del ministero alle faq sull’esame di Stato


Il ministero dell'Istruzione ha pubblicato un sito dedicato agli esami di terza media e di maturità che si terranno a partire da giugno. Si tratta di un portale contenente tutti i documenti, le ordinanze, le informazioni e anche le faq - domande e risposte - riguardanti lo svolgimento delle prove conclusive del primo e del secondo ciclo di istruzione.
Continua a leggere

Studenti e insegnanti in piazza contro la Dad, il ministro Bianchi: “Scuola non si è mai fermata”


Nel fine settimana diversi studenti e insegnanti sono scesi in piazza per protestare contro la Dad e chiedendo che si torni in presenza al più presto, non oltre il termine delle vacanze pasquali. "Nei mesi scorsi la scuola ha fatto di tutto per rimanere aperta. Non siamo rimasti inchiodati sulla distanza di un anno fa. Non è vero che la scuola è stata ferma. Non accetto questa idea. Anche la Dad è andata avanti": ha ribadito il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi.
Continua a leggere

Scuola, figli di medici e infermieri in dad come gli altri: polemiche dopo circolare ministero


Il personale sanitario chiede soluzioni al governo, dopo la soluzione di chiudere tutte le scuole, lasciando a casa tutti i ragazzi. Dad per tutti quindi, tranne che per l'uso di laboratori, per gli alunni disabili e studenti con bisogni educativi speciali. Per Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi, non c'è una legge che stabilisca quali sono le categorie essenziali, "anche se conveniamo tutti i che medici lo siano".
Continua a leggere

Scuole chiuse per Covid, da domani dad per 5,7 milioni di studenti: l’elenco regione per regione


Aumenta l'elenco delle scuole chiuse per Covid nelle regioni, province e comuni che si trovano in zona rossa o che hanno superato una incidenza di 250 casi per 100mila abitanti come previsto dal nuovo Dpcm. Da domani, lunedì 8 marzo, tornano i dad 5,7 milioni di studenti italiani: ecco la mappa aggiornata delle chiusure regione per regione.
Continua a leggere

Dove rischiano di chiudere le scuole: le Regioni e le province in cui il virus circola di più


In zona rossa, ma anche in tutte quelle aree in fascia gialla o arancione dove si registra una diffusione elevata del virus, oltre 250 casi ogni 100 mila abitanti per più di una settimana, le scuole di ogni ordine e grado dalle elementari alle superiori dovranno chiudere. Questa la maggiore novità del nuovo Dpcm. Vediamo quindi, stando alla situazione attuale fotografata dai dati della Protezione Civile e dell'Istituto superiore di sanità, dove le scuole dovrebbero chiudere e quali sono invece le province e le Regioni in cui sono a rischio.
Continua a leggere

Nuovo dpcm: le regole per le scuole in zona rossa, arancione e gialla


Scuole chiuse non solo in zona rossa, ma anche in zona arancione e gialla in caso di incidenza superiore ai 250 contagi ogni 100mila abitanti per almeno 7 giorni di fila: è quanto prevede il nuovo dpcm, il primo firmato dal presidente del Consiglio Mario Draghi, sulla scuola. Le chiusure varranno per gli istituti di ogni ordine e grado, dalle elementari alle superiori.
Continua a leggere

Scuole chiuse in Calabria per due settimane per vaccinare i docenti: l’annuncio di Spirlì


Scuole di ogni ordine e grado chiuse in Calabria dalla prossima settimana e per circa 15 giorni per consentire la vaccinazione del personale docente. L'annuncio del governatore Spirlì in diretta su Facebook: "La proposta che ad oggi sembra essere stata condivisa è che le scuole rimangano chiuse per la durata della vaccinazione. Per vaccinare 59mila operatori serviranno 2-3 settimane con attivazione della Dad".
Continua a leggere

Il piano Draghi per la scuola: cosa ha detto il presidente del Consiglio al Senato


Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel suo discorso al Senato ha parlato più volte della scuola e della sua importanza, ritenendolo uno dei punti prioritari per la ripartenza. Draghi vuole cambiare l'anno scolastico, gli orari e ridurre la didattica a distanza: vediamo qual è il suo progetto per il mondo della scuola, sulla base di quanto affermato al Senato.
Continua a leggere

Perché non si tornerà a scuola in presenza al 100%


Il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, ritiene che il ritorno della didattica in presenza al 100% sia irrealizzabile ora: "In questo momento è molto difficile pensare al rientro al 100% ma è certamente un obiettivo di lungo termine, l’anno prossimo dovremmo avere tutta la popolazione scolastica in classe, anche per questo abbiamo chiesto una accelerazione della campagna vaccinale per la scuola".
Continua a leggere

Cosa farà Draghi sulla scuola: assunzione precari e recuperi fino al 30 giugno


Un tema sul tavolo in questo secondo giro di consultazioni è stato quello della scuola: Mario Draghi avrebbe posto tra le priorità quella di recuperare i mesi di didattica in presenza andati persi a causa della pandemia e di iniziare a preparare la scuola al nuovo anno scolastico, in modo da arrivare pronti a settembre, specialmente con tutte le cattedre assegnate.
Continua a leggere

Dove si torna a scuola oggi e cosa succede nelle mini zone rosse Covid


Da oggi, lunedì 8 febbraio, tornano in classe, al 50%, gli studenti delle superiori della Sicilia, che ancora mancava all'appello delle regioni dove sono riprese le lezioni in presenza. Tuttavia, non mancano le eccezioni: in alcuni comuni, infatti, alcuni istituti sono stati chiusi e si è tornati alla didattica a distanza a seguito dello scoppio di una serie di focolai collegati alle varianti del Covid-19.
Continua a leggere

Scuola, torna in classe 1 milione di studenti: rientro in Liguria, Lombardia, Marche e Umbria


Lunedì 25 gennaio è il giorno del rientro a scuola per quasi un milione di studenti: si tratta degli alunni delle medie di Campania e Lombardia e delle superiori di Liguria, Lombardia, Marche e Umbria. La maggior parte degli studenti italiani è quindi rientrato in aula, ma fino a fine mese resta la didattica a distanza in alcune Regioni.
Continua a leggere

In quali Regioni gli studenti delle scuole superiori torneranno in classe lunedì 25 gennaio


Tra pochi giorni, lunedì 25 gennaio, riapriranno le scuole secondarie di secondo grado in Liguria, Marche, Umbria e Puglia. Il ritorno tra i banchi per gli studenti delle superiori rimane invece posticipato in Campania, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Sardegna, dove le ordinanze regionali dei diversi governatori hanno rimandato la riapertura delle scuole al prossimo 1° febbraio.
Continua a leggere

Scuola, oggi tornano in classe 640mila studenti delle superiori ma solo in 4 regioni: l’elenco


Oggi, lunedì 18 gennaio, solo in quattro regioni italiane gli studenti delle superiori torneranno in classe: si tratta di Lazio, Molise, Piemonte ed Emilia Romagna. Si sarebbe dovuti rientrare in aula anche in Lombardia e Sicilia, ma essendo state dichiarate zona rossa, le superiori continueranno con la didattica a distanza. Tutte le altre hanno confermato il rinvio: ecco il calendario completo.
Continua a leggere

Scuola, il Cts: “Deve riaprire, se Regioni vogliono chiudere se ne assumano la responsabilità”


Gli esperti del Comitato tecnico scientifico sono stati convocati oggi dal governo per un parere in merito alla riapertura delle scuole. E hanno ribadito: le scuole devono riaprire e se le Regioni scelgono di tenerle chiuse se ne dovranno assumere la responsabilità. Per domani è previsto il ritorno in presenza dal 50% al 75% degli studenti delle superiori in zona arancione e gialla, ma vista la situazione epidemiologica, molti governatori hanno posticipato la riapertura.
Continua a leggere

Scuola, governo convoca il Cts per discutere sulla riapertura in zona gialla e arancione di domani


Domani gli studenti delle scuole superiori che si trovano in zona gialla o arancione dovrebbero riprendere l'attività didattica in presenza, dal 50% al 75%. Ma i governatori frenano sulla riapertura delle scuole. E così il governo ha passato la palla agli esperti del Comitato tecnico scientifico, convocandoli d'urgenza questa mattina per discutere la questione.
Continua a leggere

La ministra Azzolina annuncia: “Chiederò ristori formativi per la scuola, noi pronti a riaprire”


La ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, è tornata a parlare di Dad e di riapertura della scuola: "Come Governo abbiamo lavorato città per città per permettere, con azioni concrete, il rientro a scuola. Quando i governatori decideranno che i ragazzi possono tornare a scuola potranno farlo, è tutto pronto". E annuncia: "Sarò io oggi a chiedere i ristori formativi".
Continua a leggere

Scuola, domani si torna in classe ma solo in tre regioni: il calendario completo delle riaperture


Domani, lunedì 11 gennaio, solo in tre regioni italiane gli studenti delle superiori torneranno a scuola, con didattica in presenza al 50 per cento, così come stabilito dal governo: si tratta di Toscana, Abruzzo e Valle d’Aosta, che si aggiungono alla Provincia autonoma di Trento, dove il rientro c'è stato il 7 gennaio insieme ad elementari e medie. Tutte le altre hanno deciso di rinviare.
Continua a leggere

Scuola, in quali Regioni si riparte domani 7 gennaio: in classe 5 milioni di studenti


Sono cinque milioni gli studenti italiani che domani, giovedì 7 gennaio, torneranno a scuola dopo la fine delle vacanze di Natale: si tratta dei bambini della scuola dell'infanzia, delle elementari e delle medie. Rientro posticipato, invece, a lunedì 11 gennaio per gli studenti delle scuole superiori. Ma non tutte le regioni hanno scelto le stesse date per il rientro in classe: dal Piemonte dal Veneto, dalla Campania alle Marche ecco tutte le novità.
Continua a leggere

Villani (Cts): “Scuola luogo sicuro, i dati delle prossime settimane ci diranno se richiudere”


Alberto Villani, presidente della Sip, la Società Italiana di Pediatria, e membro del Comitato tecnico scientifico, ha commentato a Fanpage.it la questione della riapertura delle scuole dopo le vacanze di Natale: "La scuola è un luogo sicuro, questo è un fatto dimostrato scientificamente. Ciò che fa la differenza sono ancora una volta i comportamenti individuali delle persone. La pandemia di Coronavirus deve essere una occasione per ripensare al sistema scolastico nel nostro Paese. Ad esempio, non avremmo dubbi sulla efficacia dei vaccini se facessimo educazione sanitaria adeguata dalla materna ai licei".
Continua a leggere

In Veneto e Friuli Venezia Giulia le scuole rimarranno chiuse fino al 31 gennaio


Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha firmato un'ordinanza con la quale proroga la didattica a distanza fino al 31 gennaio. Sulla stessa linea anche il Friuli Venezia Giulia, che ha annunciato un provvedimento a breve per far slittare la riapertura delle scuole. E così tante altre Regioni che considerano la situazione epidemiologica ancora troppo critica per far tornare gli studenti tra i banchi in sicurezza.
Continua a leggere

Scuola, ipotesi esame di maturità 2021 semplificato: potrebbe esserci solo la prova orale


Un emendamento alla legge di Bilancio prevede la possibilità, per il ministro dell'Istruzione, di decidere attraverso un'ordinanza di modificare gli esami di terza media e di maturità per l'anno scolastico 2020/2021. Con la manovra si introduce l'ipotesi di svolgere gli esami di maturità a giugno 2021 come nell'anno precedente, quando si tenne solo la prova orale, escludendo gli scritti.
Continua a leggere