WEBINAR: MUD 2020 – Guida alla compilazione e alla presentazione, giovedì 18 giugno 2020 ore 14,30/18,30

La Camera di Commercio di Salerno, in collaborazione con Ecocerved, organizza un webinar per illustrare le modalità di compilazione e presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale del 2020, in agenda giovedì 18 giugno 2020 alle 14,30/18,30.

La partecipazione è gratuita previa iscrizione obbligatoria compilando il form disponibile al seguente link https://bit.ly/2zGkidH

Agli iscritti sarà inviato via email il link alla piattaforma web da cui sarà trasmesso il webinar. Si consiglia di collegarsi a partire dalle 14,15 per verificare il corretto funzionamento della connessione.

Il MUD (o comunicazione annuale al catasto dei rifiuti) è il modello con cui devono essere denunciati obbligatoriamente i rifiuti prodotti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dal Comune e quelli smaltiti, avviati al recupero, trasportati o intermediati, nell'anno precedente la dichiarazione.

Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD), contenuto in un DPCM pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 45/2019, è stato riconfermato per il 2020 e sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare entro il 30 giugno 2020, così come prorogato del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18. Rimangono immutate le informazioni da comunicare, le modalità per la trasmissione, nonché le istruzioni per la compilazione del modello disponibili nel portale www.ecocamere.it.

Il seminario intende supportare le imprese produttrici di rifiuti e le imprese trasportatrici o gestori di rifiuti nella compilazione e nella presentazione del MUD che va inviato on-line alle Camere di Commercio tramite la modalità semplificata dal sito https://mudsemplificato.ecocerved.it o per via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it.

Ricordiamo che i rifiuti urbani raccolti nell'anno 2019 devono essere dichiarati dai comuni e dai soggetti istituzionalizzati responsabili della raccolta tramite il sito www.mudcomuni.it

Destinatari: Imprese ed enti soggetti all’obbligo di presentazione del MUD, associazioni di categoria e consulenti.

Durata: il ciclo formativo è articolato in 1 sessione della durata di 4 ore.

 

Argomenti:

Normativa e soggetti obbligati

Modalità di compilazione e presentazione della domanda

MUD semplificato

Il MUD dei produttori

Il MUD dei trasportatori e degli intermediari

Il MUD dei gestori

Comunicazione imballaggi, veicoli fuori uso, RAEE, materiali

Indicazioni per la dichiarazione MUD Comuni per i Rifiuti Urbani

 Relatore: Esperto Ambientale Ecocerved

Internazionalizzazione: scopri il programma di webinar gratuiti di Promos Italia

Tra le attività di Promos Italia, l'agenzia nazionale del sistema camerale a supporto delle imprese italiane nei processi di internazionalizzazione (a cui aderisce anche la Camera di Commercio di Salerno), è incluso un ampio programma di webinar di approfondimento e aggiornamento circa le novità relative all'internazionalizzazione. La partecipazione è gratuita. 
 
Scopri gli appuntamenti d'interesse e iscriviti online: 
 
#internazionalizzazione #export #pmi #cameredicommercio 

Mobilità esterna per 4 posti di “Istruttore amministrativo-contabile”, cat.C a tempo indeterminato, riservato cat.68/99 – convocazione candidato n. 1235/2020

In riferimento alla partecipazione alla procedura in oggetto, si comunica che  il candidato con identificativo corrispondente n. 1235/2020, dovrà presentarsi il giorno  martedì 9 giugno ore 10,30 presso la sede camerale di via G. Clark. 19/21 munito di un documento valido per la identificazioneper sostenere il colloquio finalizzato alla valutazione ed al riscontro della preparazione professionale, così come previsto dall’articolo 3, comma 3, dell’avviso pubblico. Durante il colloquio sarà accertata anche la conoscenza della lingua straniera indicata dal candidato e dell’informatica.

Il candidato dovrà partecipare all'incontro di cui innanzi indossando i dispositivi di protezione individuali (DPI) previsti dalla normativa vigente in tema di contenimento dell'epidemia da COVID-19.

Indagine mensile Excelsior sull’andamento dell’occupazione nelle imprese nel periodo LUGLIO-SETTEMBRE 2020

Periodo di rilevazione: 25 maggio – 4 giugno 2020

Unioncamere, in accordo con l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) sta realizzando, insieme alle Camere di commercio dei diversi territori, il progetto Excelsior, già sviluppato con successo a partire dal 1997. Il progetto ha l’obiettivo di monitorare le prospettive dell’occupazione nelle imprese e la relativa richiesta di profili professionali, una finalità che in questa fase assume ancor più rilievo perché si accompagna a quella valutare gli impatti della crisi legata all’emergenza Covid-19 e le necessità per la ripresa a livello occupazionale e produttivo. Sul sito http://excelsior.unioncamere.net sono disponibili i principali risultati diffusi nell’ambito del progetto.

L’indagine mensile del Sistema informativo Excelsior riprende dopo un dovuto periodo di sospensione e dal 25 maggio prende avvio la rilevazione finalizzata ad analizzare i fabbisogni professionali previsti nel periodo luglio – settembre 2020, le azioni attuate dalle imprese nella fase della crisi e per gestire la ripartenza delle attività. 

Dal 2017, infatti, l'indagine delle Camere di commercio sui fabbisogni professionali delle imprese è diventata "continua" e interessa, mensilmente, campioni di imprese differenti, incluse quelle di recente costituzione, come risultante da eventi amministrativi di variazione o nuove iscrizioni negli archivi delle Camere di commercio nel periodo che precede la rilevazione. Al fine di ridurre l'onere statistico sulla singola impresa e ottimizzare nel contempo l'informazione raccolta nel corso dell'anno, è prevista una rotazione delle imprese coinvolte.

Le previsioni di assunzione per il trimestre luglio – settembre 2020 vengono rilevate attraverso un questionario indirizzato ad un campione di imprese con dipendenti (o di nuova iscrizione), distribuite su tutto il territorio nazionale e selezionate casualmente dagli archivi delle Camere di commercio.

In particolare, la rilevazione viene realizzata attraverso un’interfaccia online accessibile direttamente attraverso uno specifico link riportato nella lettera di sensibilizzazione inviata alle imprese via PEC. La società InfoCamere S.c.p.A. è stata incaricata di fornire assistenza nella compilazione del questionario attraverso i seguenti numeri dedicati 06/64892289, 06/64892290 (06/64892789 per le nuove iscritte) attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00, o tramite il seguente indirizzo e-mail excelsior@infocamere.it (per le nuove iscritte nuoveimprese@infocamere.it).

Nel corso dell’indagine, inoltre, le imprese con dipendenti potrebbero essere contattate dalla Camera di commercio di competenza territoriale con lo scopo di agevolare lo svolgimento della rilevazione. Le notizie raccolte con l’indagine saranno trattate esclusivamente a scopo statistico, garantendo la massima riservatezza.

Ai sensi della normativa in materia di tutela della privacy (Regolamento (UE) n. 2016/679), i dati raccolti verranno elaborati sia in modo automatizzato che cartaceo e con modalità strettamente correlate all’indagine. Il conferimento dei dati è disciplinato dalla normativa applicata alle indagini con obbligo di risposta previste dal Programma Statistico Nazionale. Essi saranno diffusi, in ogni caso, in modo tale che non sia possibile risalire alle imprese che li forniscono. Per maggiori informazioni si rinvia alla scheda UCC- 00007 del Volume 2 – Dati personali – del PSN in vigore reperibile al link www.sistan.it, sezione Programma Statistico Nazionale.

Si informa che Unioncamere, con sede in Roma, Piazza Sallustio, n. 21, è Titolare del progetto di ricerca e del trattamento dei dati; InfoCamere ScpA e le Camere di commercio appositamente incaricate sul territorio sono responsabili esterni del trattamento dei dati, limitatamente alle operazioni di rilevazione.

Per contattare il responsabile della protezione dei dati di Unioncamere è possibile inviare una e-mail a: rpd-privacy@unioncamere.it
Al termine della ricerca, Unioncamere e le singole Camere di commercio renderanno noti, in forma anonima e aggregata, i risultati ottenuti.

 

Invito alla responsabilità: tuteliamo la salute per tutelare l’impresa – Appello delle CCIAA della Campania a cittadini e imprese

"Invito alla responsabilità” è stato il tema al centro della conferenza stampa di oggi, giovedì 21 maggio 2020, in modalità web-conference, promossa dalle cinque Camere di Commercio della Campania, con il coinvolgimento delle principali associazioni delle categorie produttive di rilievo regionale.

 

Un accorato appello, rivolto a tutti i cittadini e alle imprese, per richiamare l'attenzione sul senso di responsabilità che deve accompagnare l’agire di tutti.

 

Con la graduale riapertura delle attività commerciali diventa quanto mai necessaria la corretta osservanza delle regole di distanziamento sociale e l'utilizzo dei dispositivi di protezione, affinché si scongiuri il rischio di una nuova diffusione del virus, con la conseguente riadozione di misure restrittive dagli effetti economico-sociali ancora più disastrosi.

 

La Camera di Commercio di Salerno, come l’intero sistema camerale, è attualmente impegnata nell'elaborazione di progetti e iniziative volti a sostenere la ripresa delle attività economiche, con particolare attenzione al turismo, uno dei settori maggiormente penalizzati dall'emergenza sanitaria.

 

Qui trovi un audiovisivo del presidente Prete: https://www.facebook.com/cameracommerciosalerno/videos/2976649199056678/

La scomparsa di Ezio Bosso: il cordoglio del presidente dell’Ente camerale Andrea Prete

"Esprimo profondo cordoglio, a nome mio personale e della Camera di Commercio di Salerno - dichiara il presidente dell'Ente Andrea Prete - per la prematura scomparsa dell'artista Ezio Bosso. Ho avuto il privilegio di conoscere da vicino il musicista restando conquistato, prima che dalla sua arte, dalla profonda umanità. Ezio Bosso era una persona speciale che trasmetteva energia positiva a chi aveva modo di frequentarlo. Un sentimento condiviso dal pubblico di tutto il mondo, specialmente dai giovani per i quali egli aveva una speciale predilezione. Con Ezio Bosso abbiamo vissuto due momenti meravigliosi, in occasione di Camera in Tour la rassegna di spettacoli itineranti in provincia di Salerno. Pochi mesi orsono a Villa Matarazzo di Castellabate e nel 2018 in una notte magica ai Templi di Paestum. Il Maestro era in estasi per quella location millenaria, nella quale egli si sentiva in totale armonia. Le migliaia di persone presenti non dimenticheranno mai le emozioni di uno spettacolo che avremmo voluto non finisse mai. Grazie a Ezio Bosso per averci donato la sua vita e il suo genio".
 
Salerno, 15 maggio 2020

Impresa SIcura: rimborsi per acquisto di dpi – Esonero contributivo assunzioni under-35

Con l’obiettivo di sostenere le imprese partner in questa fase di emergenza, condividiamo alcune informazioni che possono risultare di interesse.

Lo scorso 30 aprile è stato pubblicato Impresa SIcura, il bando di Invitalia che consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento ed al contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Il bando rende disponibili 50 milioni di euro per rimborsare l’acquisto di: mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3; guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di protezione quali tute e/o camici; calzari e/o sovrascarpe; cuffie e/o copricapi; dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea; detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

L’importo rimborsabile è di max 500 euro per ciascun addetto dell’impresa richiedente e fino a 150mila euro per impresa. I rimborsi verranno effettuati entro il mese di giugno.

Cliccando l’apposito link, è possibile scaricare il BANDO ed avere maggiori informazioni in merito.

Le imprese interessate dovranno inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, attraverso uno sportello informatico dedicato, raggiungibile dal sito di Invitalia.

 

L’INPS ha recentemente emanato la circolare n. 57 del 28 aprile 2020, con la quale fornisce tutte le informazioni inerenti l’esonero contributivo, applicabile alle assunzioni a tempo indeterminato di giovani under-35 effettuate nelle annualità 2018, 2019 e 2020.

La riduzione è valida per un massimo di 36 mesi dalla data di assunzione del lavoratore e può essere riconosciuta, per l’eventuale periodo residuo, ad altri datori di lavoro che procedano all’assunzione dello stesso lavoratore.

L’esonero trova applicazione per le assunzioni riguardanti operai, impiegati o quadri e che può essere riconosciuta a tutti i datori di lavoro privati.

 

I materiali sono resi disponibili nell’ambito delle attività promosse dallo sportello Spazio Lavoro, attivato in partnership con la Regione Campania.

In proposito, comunichiamo che gli uffici di Spazio Lavoro sono momentaneamente chiusi per esigenze connesse all’emergenza sanitaria, ma che i servizi, laddove è possibile, saranno garantiti da remoto, tramite contatto all’indirizzo email: spaziolavoro.salerno@regione.campania.it

 

Coronavirus: al via il nuovo help desk delle Cdc per l’internazionalizzazione delle imprese

Parte il nuovo servizio di help desk delle Camere di commercio per aiutare gli imprenditori che operano sui mercati internazionali in questa difficile fase di emergenza Covid-19.

Raggiungibile via email all’indirizzo emergenzacovid@sostegnoexport.it, il servizio -promosso da Unioncamere in collaborazione con Promos Italia - offre alle imprese, attraverso le Camere di commercio, una prima assistenza alla soluzione dei problemi di natura legale, doganale, contrattuale, fiscale legati al commercio con l’estero in tempi di coronavirus.

Un supporto immediato per trovare, tra l’altro, risposte sulle nuove procedure connesse all’esportazione, alla logistica e al trasporto delle merci (monitorando anche la situazione ai confini dei vari Paesi europei), oltre che sulle normative che alcuni paesi stanno introducendo per contrastare il contagio.

Ma non solo. Lo sportello costituisce anche un’utile bussola per individuare alcune opportunità in mercati oggi meno toccati dall’emergenza o, in prospettiva, nei paesi che per primi si rimetteranno in moto. Soprattutto utilizzando la leva dell’e-commerce, che rappresenterà sempre di più un’occasione per accrescere le opportunità di vendita e la nostra presenza sui mercati esteri. Per questo, lo sportello si avvale anche della collaborazione di Assocamerestero e della rete delle Camere di commercio italiane all’estero, in grado di dare tempestivamente informazioni “di prima mano” su come i principali mercati di riferimento dell’Italia stanno reagendo in questa fase e di offrire loro alcuni primi suggerimenti operativi.

Le informazioni aggiornate sui principali paesi partner dell’Italia sono disponibili attraverso il portale www.sostegnoexport.it, dove, oltre ai servizi di orientamento ai mercati esteri e alla definizione di piani di pre-fattibilità per l’export, sarà possibile trovare un calendario articolato di webinar informativi per le imprese. Il calendario dei webinar, che partiranno dal mese di maggio, è stato appositamente studiato per settore, per paese o per approfondire tematiche trasversali: dall’uso delle tecnologie digitali fino alle procedure di import/export di dispositivi di protezione individuali.

Questo servizio di help desk integra e arricchisce le altre iniziative che le Camere di commercio hanno già messo in campo per supportare le imprese che operano con l’estero in questa fase emergenziale. Tra queste, di recente si è aggiunta l’attestazione della causa di forza maggiore rilasciata in lingua inglese dalle Camere di commercio in caso di ritardi nelle consegne internazionali, per tutelare le imprese alle quali oggi l'emergenza sanitaria non consente di rispettare i contratti di fornitura ai clienti esteri.

Imprese export oriented e di rilevanza strategica: possono riaprire dal 27 aprile 2020

Le imprese le cui attività sono prevalentemente orientate all'export nonchè quelle attività del settore costruzioni che riguardano interventi volti al contrasto del dissesto idrogeologico e nel campo dell'edilizia residenziale pubblica, scolastica e penitenziaria, previa comunicazione prefettizia, possono riprendere le attività già a partire dal 27 aprile 2020, fermo restando le previsioni di cui al Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, relativo a tutti i settori produttivi e al Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento del virus COVID-19 nei cantieri, sottoscritti il 24 aprile scorso.
 
Lo chiarisce una nota del Ministro dell'Interno, i Ministri dello Sviluppo economico, della Salute e delle Infrastrutture e Trasporti che ha fornito alcune indicazioni sul concetto di "attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale" contenuto all'art. 2, co. 7 del DPCM 10 aprile (in allegato).
 
Infatti, il documento evidenzia che la formula sopra richiamata vada riferita non soltanto al perimetro dei cd. golden power - e alle imprese interessate da tali poteri speciali - bensì anche a quelle imprese che svolgono attività la cui prolungata sospensione rischia di determinare riflessi negativi sull'intera economia nazionale.
 

Unioncamere lancia RipartireImpresa, il portale a misura di impresa sull’emergenza Coronavirus

Informazioni a misura di impresa per l’emergenza Coronavirus. A idearlo e metterlo a punto è Unioncamere, in collaborazione con InfoCamere, che ha realizzato una piattaforma online per aiutare gli imprenditori a districarsi nella marea di provvedimenti, nazionali e regionali, diretti al contenimento della diffusione del virus.

Raggiungibile all’indirizzo https://ripartireimpresa.unioncamere.it/ il portale consente una ricerca mirata delle norme adottate a livello centrale e locale e dedica particolare attenzione alle opportunità di sostegno economico.

La navigazione è semplice e intuitiva. Selezionando l’attività svolta e la regione in cui viene esercitata, è possibile prendere visione delle misure di principale interesse: quali attività possono restare aperte? A quali misure fiscali del Decreto Cura Italia si può accedere? Quali sono i servizi di assistenza disponibili e quali iniziative di sostegno stanno prendendo le Camere di commercio?

La navigazione per settori consente così di ottenere informazioni puntuali e sintetiche su diversi aspetti fondamentali della normativa in vigore. Oltre alla possibilità di operare, infatti, l’impresa potrà conoscere rapidamente quali sono le modalità di accesso negli impianti e nei locali di lavoro consentite, gli obblighi di pulizia e sanificazione dell’impresa, quelli inerenti l’organizzazione aziendale o la sorveglianza sanitaria sui dipendenti.

Insieme a questo, in rilievo, dalla pagina di accoglienza si accede rapidamente alle informazioni più utili, ai documenti e ai servizi di assistenza che grandi istituzioni e organizzazioni imprenditoriali pubblicano sul web; inoltre, è presente una selezione (in evidenza) di notizie continuamente aggiornate e un servizio di assistenza tecnica per gli eventuali problemi di fruizione.

Infine, nel corso dei prossimi giorni sarà attivato un servizio di assistenza professionale diretta per rispondere in modo puntuale alle eventuali richieste degli imprenditori sulle misure più significative di proprio interesse.

 

Spazio Lavoro: misure di sostegno economico connesse all’emergenza da covid-19 ed erogazione servizi da remoto

In considerazione della situazione d’emergenza che tutti stiamo affrontando, connessa al Covid-19, ci pare opportuno condividere alcune informazioni essenziali relative ai principali provvedimenti regionali e nazionali a sostegno delle imprese.
 
Da questa pagina è possibile scaricare i seguenti materiali:
 
-SCHEDE “PRINCIPALI MISURE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE DERIVANTI DAGLI INTERVENTI GOVERNATIVI IN RISPOSTA ALL’ EMERGENZA COVID 19” (quadro sintetico di quanto previsto dal Governo con DL Cura Italia e dal DL Liquidità);
 
-VADEMECUM PER I DATORI DI LAVORO (inerente AA.SS., misure di sostegno finanziario e altre misure nazionali);
 
-Piano Socio Economico della Regione Campania CONTRO LA CRISI, che tra gli altri prevede misure per contributo di 2.000 euro alle imprese commerciali, artigiane e industriali; bonus alle aziende agricole e della pesca; interventi per il comparto del turismo.
 
-AVVISO PUBBLICO (e scheda) della REGIONE CAMPANIA A FAVORE DELLE MICROIMPRESE ARTIGIANE, COMMERCIALI, INDUSTRIALI E DI SERVIZI PER LA CONCESSIONE DI UN BONUS A FONDO PERDUTO (pari a 2mila euro) UNA TANTUM IN DIPENDENZA DELLA CRISI ECONOMICO FINANZIARIA DA “COVID 19” (Decreto Dirigenziale n. 136 14/04/2020), per il quale sarà possibile presentare domanda dalle ore 10 del 20 Aprile alle ore 24 del 30 Aprile 2020. 
 
In proposito, si ricorda che le microimprese sono caratterizzate da specifiche condizioni (imprese con meno di 10 occupati e con un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro). Per ulteriori info: http://conleimprese.regione.campania.it/ 
 
I materiali sono resi disponibili nell’ambito delle attività promosse dallo sportello Spazio Lavoro, attivato in partnership con la Regione Campania.
 
In proposito, comunichiamo che gli uffici di Spazio Lavoro sono momentaneamente chiusi per esigenze connesse all’emergenza sanitaria, ma che i servizi, laddove è possibile, saranno garantiti da remoto, tramite contatto all’indirizzo email: spaziolavoro.salerno@regione.campania.it
 

 

La firma digitale: chi, dove, come, quando e quanto

Di seguito alcune informazioni per il rilascio della firma digitale della Camera di Commercio di Salerno.

 

Tipologie di firma digitale disponibili:

Smart card

La smart card è un dispositivo che si presenta come una tessera elettronica. Per poterla utilizzare è necessario un apposito lettore di smart card da collegare al computer, non rilasciato col dispositivo di firma digitale, ma da acquistare separatamente al di fuori delle sedi camerali.

Token wireless DigitalDNA

Il token è interfacciabile con i più moderni dispositivi mobile sul mercato, pur mantenendo la stessa funzionalità e usabilità con il mondo PC e le applicazioni precedentemente utilizzate (connessione tramite Bluetooth Low-Energy, con app dedicata e USB).

 

Richiesta

Il dispositivo può essere richiesto di persona (non è ammessa delega) presso gli sportelli della Camera di Commercio di Salerno – via Generale Clark 19, tutte le mattine dal lunedì al venerdì.

 

Procedura adottata temporaneamente (in considerazione della grande richiesta registrata in questi giorni)

All'apertura (ore 8,45 o prima, ove possibile), gli addetti consegneranno ai presenti i numeri che poi consentiranno di accedere agli sportelli secondo l'ordine di arrivo.

Saranno distribuiti esclusivamente i numeri entro il massimo dei dispositivi che è possibile rilasciare nel corso delle ore successive.

Per richiedere i dispositivi è necessario essere in possesso di:

  • un documento d'identità in corso di validità,

  • codice fiscale italiano,

  • indirizzo di posta elettronica.

     

Al richiedente viene consegnato il dispositivo di firma digitale già attivo e pronto all'uso.

 

Costi

In caso di prima emissione della firma digitale all'impresa, richiesto del legale rappresentante o titolare, il rilascio della smart card è gratuita (nessun diritto di segreteria o rimborso spese).

In tutti gli altri casi il diritto di segreteria previsto è di:

  • 25 euro per smart card

  • 70 euro per token

 

Bando concessioni contributi a fondo perduto alle MPMI per abbattimento interessi e accessori

In considerazione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 in corso e con l’obiettivo di supportare le imprese del territorio, la Camera di Commercio di Salerno istituisce un contributo a fondo perduto alle MPMI della provincia di Salerno per l’abbattimento del costo per interessi e oneri accessori sui finanziamenti finalizzati a favorire gli investimenti produttivi e la liquidità necessaria per la gestione aziendale in una fase economica di estrema criticità.
 
Il bando s’inserisce nell’ambito delle iniziative promozionali a favore delle imprese adottate dal sistema camerale nazionale, anche in attuazione dell’art. 125 del Decreto “Cura Italia” che ha previsto la possibilità per le Camere di commercio di realizzare specifici interventi per contrastare le difficoltà finanziarie delle PMI e facilitarne l'accesso al credito.
 
Il contributo consiste in un sostegno economico a fondo perduto erogato in un’unica soluzione finalizzato all’abbattimento del costo per interessi e oneri accessori sui finanziamenti di importo non superiore a euro 25.000,00 concessi ai sensi dell’art. 13 lett. m) ovvero di importo non superiore a euro 120.000,00 concessi ai sensi dell’art. 13 lett. n), del D.L. 8 aprile 2020, n. 23,  per le finalità indicate nel successivo art. 5.
L’entità dell’abbattimento del costo di ciascun finanziamento viene determinato nella misura del 100% della quota per interessi e oneri accessori relativa all’intero finanziamento, fino ad un contributo massimo di 1.500,00 euro.
 
La domanda di contributo dovrà essere presentata a partire dalle ore 10.00 del 05/05/2020 esclusivamente per via telematica attraverso la piattaforma Telemaco-Servizio Agef, autenticandosi con le procedure ivi previste.
 
Per ulteriori info si prega di consultare il bando e gli allegati (CLICCA SUL TITOLO PER SCARICA IL RELATIVO FILE)
 
 
 
 
 
 
 
 

Intervento straordinario della CCIAA di Salerno a sostegno delle imprese colpite dalla crisi causata dall’emergenza sanitaria covid-19

 

La Giunta della Camera di Commercio di Salerno, nella seduta di oggi, venerdì 17 aprile 2020, ha varato un intervento a sostegno delle imprese del territorio che stanno subendo gravissimi danni economici a seguito dell’emergenza sanitaria in atto.

 

La Giunta, in particolare, ha approvato un bando per il pagamento integrale degli interessi e degli oneri accessori, con un contributo fino a 1.500 euro, sui finanziamenti di importo non superiore a euro 25.000,00 concessi ai sensi dell’art. 13 lett. M ovvero di importo non superiore a euro 120.000,00 concessi ai sensi dell’art. 13 lett. N del D.L. 8 aprile 2020 n. 23 (cosiddetto Decreto Liquidità), finalizzati a esigenze di liquidità, consolidamento delle passività a breve, investimenti produttivi.

 

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese che abbiano sede legale o unità operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Salerno, in regola con il versamento del diritto annuale.

 

Il bando sarà pubblicato sul sito web dell'Ente (www.sa.camcom.it) lunedì 20 aprile 2020 e le istanze potranno essere presentate a partire dal prossimo 5 maggio.

 

Il provvedimento dell’Ente camerale è quanto mai tempestivo se riferito ai tempi di emanazione delle misure governative e regionali sull’argomento, con particolare riferimento al “decreto liquidità” dello scorso 8 aprile, che ha definito in modo puntuale le diverse fattispecie e le corrispondenti misure adottate.

 

La Giunta ha scelto la strada della razionalità, senza subire impeti emotivi frutto del momento, finalizzando la propria azione al raccordo con le misure adottate dai decisori di livello istituzionale superiore, soprattutto quello governativo, consentendo in tal modo un intervento complementare e di rafforzamento ed evitando sovrapposizioni. Per questo motivo, si è scelto il contributo per gli interessi connessi alle casistiche di mutui previsti dal decreto liquidità.

 

Tale raccordo, almeno nella fase propedeutica, è stato agevolato dall’incarico di responsabile della Task Force dei presidenti camerali in seno a Unioncamere nazionale, ricoperto dal Presidente della Camera di Commercio di Salerno Andrea Prete.

 

Le risorse attualmente disponibili ammontano a 1,2 milioni di euro, salvo la possibilità di integrazioni future, sempre nel rispetto dell’equilibrio economico finanziario dell’Ente. Al momento, la Giunta, al fine di stanziare il massimo importo utilizzabile, ha cancellato tutte le attività programmate ad inizio anno, recuperando fino all’ultimo euro nelle pieghe del bilancio.

Ancora una volta, questa consiliatura ha dato dimostrazione di lavorare con sobrietà e rigore, senza creare false attese alle imprese e cercando di impiegare le risorse al meglio.

 

Oltre a tale azione di assistenza finanziaria, la Camera di Commercio di Salerno ha promosso iniziative e collaborato alla realizzazione di ulteriori interventi messi in campo per fronteggiare l’emergenza covid-19, tra i quali:

  • l’acquisto di uno strumento di diagnostica radiologica donato all’Azienda Ospedaliera Universitaria OO.RR. San Giovanni di Dio Ruggi d'Aragona;

  • la promozione - in collaborazione con la Prefettura di Salerno e in condivisione col Presidente della Provincia di Salerno e l’ANCI territoriale - della misura di solidarietà "spesa sospesa";

  • l’attività di affiancamento alla Prefettura di Salerno per l’esame delle istanze di prosecuzione attività produttiva presentate dalle imprese del territorio.

 

Salerno, 17 aprile 2020

 

Contributi a fondo perduto della Regione Campania a favore delle microimprese per crisi covid19: modalità di presentazione della domanda

In riferimento all'avviso pubblico della Regione Campania "a favore delle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi per la concessione di un bonus a fondo perduto una tantum in dipendenza della crisi economico-finanziaria da “covid19” si precisa che la domanda, firmata digitalmente, può essere presentata dal legale rappresentante dell'impresa richiedente il contributo ovvero, in alternativa, per conto e nell’interesse dell’impresa medesima, da un “intermediario” a ciò abilitato ai sensi del D.P.R. 22 Luglio 1998, n. 322, art. 3, commi 3 e seguenti.
 
cfr. DECRETO DIRIGENZIALE N. 136 DEL 14/04/2020 - ALLEGATO 1 - ART.8 PUNTO 5

Bollettini ingannevoli circa pagamenti alla Camera di Commercio – Presentato esposto per truffa alla GdF

Anche quest'anno, con l’approssimarsi del termine di scadenza del versamento del diritto annuale, ovvero immediatamente dopo l’iscrizione al Registro delle Imprese tenuto da questo Ente, si registra l’attività da parte di soggetti terzi, recanti denominazioni simili a quella della Camera di Commercio, con richieste di pagamento, o inviti a controllare e/o modificare i dati relativi alla propria impresa, aventi lo scopo di trarre in inganno le imprese inducendole a versare le somme riportate nei bollettini medesimi.

Sono pervenute, infatti, talune segnalazioni da parte di imprenditori e consulenti che fanno riferimento a richieste di pagamento nelle quali il mittente “finge” di essere il soggetto cui il versamento è dovuto per l'iscrizione in presunti annuari, registri e repertori o relative, talora, a presunte prestazioni assistenziali e previdenziali, che nulla hanno a che vedere con il pagamento del diritto annuale, né con l'iscrizione in registri tenuti dalla Camera di Commercio, ma che, tuttavia, inducono in errore le imprese che potrebbero eseguire il versamento ritenendo che si tratta del tributo camerale.

Come è noto, infatti, il diritto annuale costituisce un tributo dovuto alle Camere di Commercio da tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese e da ogni soggetto iscritto nel (REA) Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative.

La Camera di Commercio provvede a inviare entro il 15 maggio di ogni anno a tutti i soggetti iscritti nel Registro delle Imprese un apposito modulo, contenente i dati del soggetto passivo, la sua posizione nei confronti della Camera di Commercio, l’ammontare complessivo del diritto dovuto o i dati necessari alla sua autodeterminazione.

Il versamento del diritto annuale deve essere effettuato utilizzando unicamente il modello F24 o utilizzando la piattaforma PAGO PA, disponibile al sito http://dirittoannuale.camcom.it, entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi.

Sull’argomento si segnala che anche l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha da tempo avviato una campagna di sensibilizzazione sull’argomento denominata “IO NON CI CASCO!” diramando un vademecum anti-inganni contro le indebite richieste di pagamento, alla quale la Camera di Commercio ha aderito mediante pubblicazione del vademecum sul proprio sito istituzionale.

Vademecum anti-inganni dell’Autorità Antitrust contro le indebite richieste di pagamento alle aziende (Clicca qui per scaricarlo).

 

 

 

Prosecuzione attività produttive e commerciali – D.P.C.M. 10/4/2020

Sul sito web della Prefettura di Salerno è stata pubblicata la nota con la quale sono state chiarite le procedure per la presentazione delle istanze delle aziende individuate dal DPCM 10 aprile 2020 per la continuità delle attività produttive da indirizzare allo Sportello Unico Virtuale istituito dalla Prefettura.

Per saperne di più vai alla pagina dedicata: https://bit.ly/2ye84rK

 

 

Premio “Storie di Alternanza” – Sospensione attività

A seguito dei provvedimenti emanati dal Governo (Dpcm 4 marzo 2020 e successive disposizioni) per il contenimento dell'emergenza legata al Covid-19, tra cui la chiusura temporanea delle Istituzioni scolastiche e la conseguente sospensione delle attività che sono oggetto dell'iniziativa “Storie di alternanza”, la Camera di Commercio di Salerno comunica quanto segue:
 
- l'edizione corrente (finestra temporale 3 febbraio – 20 aprile 2020) sarà sospesa a far data dal 21 aprile c.m.;
 
- fino al giorno 20 aprile 2020 sarà pertanto possibile operare sulla piattaforma www.storiedialternanza.it, al fine di inserire nuove proposte progettuali o modificare quelle già inserite;
 
- tutte le candidature inserite (in qualsiasi stato si trovino) saranno congelate il 20 aprile 2020 e, le domande non ancora inviate, potranno essere finalizzate alla ripresa dell'edizione corrente;
 
- sui tempi e sulle modalità  di ripresa  del Premio  verranno forniti aggiornamenti non appena l'emergenza Covid19 sarà superata.
 
Per ulteriori informazioni e chiarimenti si può far riferimento all’indirizzo maria.dalessio@sa.camcom.it

Textile Connect 2020 – b2b virtual meetings 4/8 maggio

Nell’ambito delle attività della  Rete Enterprise Europe Network (EEN), Unioncamere Campania promuove la partecipazione delle imprese del  settore tessile, abbigliamento e calzaturiero all’evento di matchmaking virtuale “TEXTILE CONNECT” che si terrà dal 4 a giorno 8 maggio 2020 .
 
Saranno organizzati B2B virtuali tra buyers, produttori nel settore tessile e calzaturiero, ai quali hanno aderito oltre 20 paesi europei  per trovare potenziali partner commerciali e sviluppare una nuova rete commerciale, verificare le tendenze del mercato e le innovazioni tecnologiche del settore.
 
La partecipazione è gratuita ed è sufficiente registrarsi on line su https://textile-connect-2020.b2match.io/ entro il 23 Aprile 2020.
 
Sarà necessario inserire un Company Profile  con richiesta/offerta di cooperazione (in inglese). In seguito si potrà accedere e fissare gli appuntamenti virtuali. 
 
Indicare Unioncamere Campania come Support Office.
 
Per informazioni scrivete ai seguenti indirizzi email: simone.sparano@cam.camcom.it e loredana.affinito@cam.camcom.it

Rilascio firma digitale DNA wireless – Riconoscimento online

Con il riconoscimento via Webcam, in pochi minuti potrai richiedere il tuo dispositivo DNA wireless di Firma Digitale comodamente da casa o dal tuo ufficio.

 

Digital DNA wireless è il dispositivo digitale utilizzabile sia in modalità wireless con smartphone e tablet, sia su pc attraverso la porta USB senza dover installare alcun software.

 

 


La Camera di Commercio di Salerno ha attivato tale procedura, esclusivamente, per questa fase di "emergenza sanitaria"

 

Avvertenza!

La richiesta può essere effettuata solo se non si dispone già di uno strumento di firma digitale in corso di validità.

 

Costo del dispositivo

 

TOKEN DNA WIRELESS: € 70,00

(pagamento da effettuare online tramite pagopa al termine della fase 1) - non sono previsti costi per il servizio di riconoscimento online

 

Ritiro del dispositivo

 

La consegna sarà effettuata, esclusivamente, alla persona che ha richiesto il rilascio del dispositivo, munita di documento di riconoscimento in corso di validità, presso la sede di Salerno via Gen. Clark 19/21 - previo invio di apposita mail con l'indicazione del giorno e dell'ora prevista per la consegna.

 

 

ACCEDI AL PORTALE E AVVIA LA RICHIESTA DI RILASCIO ON LINE DI DIGITAL DNA

 

 

Sportello protesti: fino al 30 aprile aperto solo il martedì e giovedì

Si comunica che lo sportello "Protesti" fino al 30 aprile 2020 sarà aperto al pubblico nelle sole giornate del martedì e del giovedì, tra le ore 8.45 e le ore 12.00.
 
Per informazioni sulle procedure è possibile consultare le pagine dedicate del sito (clicca qui per accedere) o inviare una email ai seguenti indirizzi: protesti@sa.camcom.it - antonello.dellamonica@sa.camcom.it
 
 
Le caselle di posta elettronica sono costantemente presidiate da remoto e sarà fornito riscontro in breve tempo.

Parte il format di alfabetizzazione alle tecnologie digitali “Societing4.0: Che cosa sono le tecnologie 4.0”

L’Università Federico II° di Napoli, con la direzione Inclusione Digitale della RAI, in collaborazione con Unioncamere, una miriade di partner media ed istituzionali lanciano un format di alfabetizzazione alle tecnologie digitali per fornire durante i giorni di quarantena, a cittadini e imprese gli strumenti necessari per addomesticare le innovazioni per potersi rialzarsi da questa crisi

I contenuti, realizzati da un gruppo di studenti con l’ausilio di 7 scienziati di caratura internazionale dell’ateneo napoletano, gireranno sui canali della RAI e su decine di siti, reti e social di partner che hanno aderito all’iniziativa.

Il format è stato realizzato da 15 giovani laureati e laureandi del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II° di Napoli ottimizzando i materiali raccolti durante il loro periodo di tirocinio svolto all’interno del progetto PIDMED coordinato dal prof. Alex Giordano, pioniere italiano della rete e tra i massimi esperti italiani di Trasformazione Digitale.

Pid (Punti Impresa Digitale) sono strutture di servizio previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, varato dal Ministero per lo Sviluppo Economico, attivati sui territori mediante Unioncamere attraverso le Camere di commercio e dedicati alla diffusione della cultura e della pratica digitale delle MPMI (Micro Piccole e Medie Imprese) di tutti i settori economici.

L'Università Federico II° di Napoli con il programma di ricerca/azione Societing4.0 insieme a Unioncamere ed alla Camera  di commercio di Salerno, ha avviato una sperimentazione triennale che riconferma per il prossimo triennio per realizzare il prototipo PIDMed, ovvero un Punto Impresa Digitale a vocazione mediterranea, che tenga cioè in conto delle specificità del contesto socio-economico locale fatto da una miriade di piccole e medie imprese.

Prove generali dell'università del futuro, che vede interconnessi i centri di competenza accademici con istituzioni, imprese e comunità, quelle che hanno fatto i nostri giovani autori di questo format, tutti laureati e laureandi dell’Università Federico II° di Napoli presso il Dipartimento di Scienze Digitali, il primo in Italia ad avviare oltre 10 anni fa il primo corso di culture digitali.

Sono Francesca Bosio, Dana Cappiello, Lucia Chianese Adriana Iammarino, Alessandra Romano, Luigi Scovito, Alessia Martina Vitelli, Sara Formichella, Martina Foschini, Giuseppe Pellegrino, Valeria Celentano, Davide Procopio, Sara Pastore, Marzia De Luca, Federica Cilona, Maria Antonella Di Nardo ed hanno lavorato insieme a 7 scienziati di caratura internazionale tutti impegnati presso l’ateneo napoletano: Alex Giordano (pioniere dal digitale in Italia e direttore scientifico del progetto), Bruno Siciliano (Manifattura Avanzata/Robotica), Silvia Rossi (Intelligenza artificiale), Giuseppe Di Gironimo (Realtà virtuale/aumentata), Massimo Martorelli (Additive Manufacturing/Stampa 3D), Leopoldo Angrisani (Industrial Internet/IoT) e  Antonio Picariello (Big Data and Analytics).

6 puntate pensate in ottica crossmediale (spot di 30’’; videopillole di 3’; video di approfondimento di 15’; dispense e contenuti testuali) per poter vivere contemporaneamente su diversi device. Da lunedì 30 marzo 2020, infatti, e per tutta una settimana a partire dai canali di RAI SCUOLA e RAI CULTURA i contenuti gireranno su diverse piattaforme digitali sia della RAI che dei tanti partner istituzionali, sulle piattaforme social di Uniocamere e PID e sui tanti media che hanno aderito al progetto ritenuto meritevole dalla Direzione Inclusione Digitale della RAI.

Unioncamere è partner dell’iniziativa e ne sosterrà la diffusione dei contenuti nella consapevolezza che in periodi dove è importante stare chiusi in casa per rispettare la quarantena è bene aprire le porte della conoscenza mettendola a disposizione di tutti, cittadini e imprese,  nella convinzione che queste tecnologie evolute, se conosciute e ben “ammaestrate”, potranno sostenere l’uscita dalla crisi che inevitabilmente questa epidemia sta generando.

I partner istituzionali che supportano Societing4.0: cosa sono le tecnologie 4.0
Ministero dello Sviluppo Economico
Regione Campania - Campaniaintelligente4puntozero
Assessorato alla Cultura e al Turismo (Comune di Napoli)
Unioncamere
Pid - Punto Impresa Digitale
Camera di Commercio di Salerno
Università Federico II° di Napoli
Dipartimento di Scienze Sociali
Cesma - Centro Servizi Metrologici e Tecnologici Avanzati
Osservatorio Giovani
Campania New Steel
Maker Faire
Forum PA

Oltre ai canali Rai i contenuti saranno distribuiti nell’infosfere anche da:
Startupitalia 
QN Economia
Ninja Marketing
Esquire Italia (Hearst Italia)
Social Reporters
Cultura Italiae
Italia Startup
Associazione3040
Consorizio Elis
E molti altri che si stanno aggiungendo…

Dichiarazione camerale in inglese sulle circostanze correlate all’esplosione della Pandemia Covid-19 – Modalità di rilascio

A causa delle restrizioni imposte dal Governo italiano per fronteggiare l'emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, molte imprese italiane si trovano nelle condizioni di non poter rispettare i termini contrattuali per le forniture all'estero, rischiando di subire la risoluzione dei contratti.
 
Al fine di evitare tale situazione, il Ministero dello Sviluppo Economico ha demandato alle Camere Commercio la competenza per il rilascio di dichiarazioni in lingua inglese sullo stato di emergenza in Italia conseguente all'emergenza epidemiologica da COVID-19 e sulle restrizioni imposte dalla legge per il contenimento dell'epidemia.   
 
Per ottenere la dichiarazione camerale le imprese interessate devono trasmettere a mezzo pec – all'indirizzo cciaa.salerno@sa.legalmail.camcom.it - apposita richiesta  su carta intestata, utilizzando  il modello disponibile in allegato, che deve essere restituito debitamente compilato, sottoscritto e corredato dalla copia di un valido documento d'identità del dichiarante (la copia del documento d'identità non deve essere allegata in caso di richiesta firmata digitalmente).
 
La dichiarazione camerale in lingua ingelse sarà inviata all'indirizzo pec dell'impresa richiedente.
 

Sospensione delle attività obbligatoria e facoltativa: chiarimenti sugli adempimenti

Il Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020, emanato allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, ha disposto la sospensione obbligatoria  delle principali attività economiche, ad eccezione di quelle indicate nell'elenco allegato al decreto stesso, per il periodo 12 - 25 marzo 2020.

Il successivo decreto del 22 marzo 2020, nel prorogare la sospensione delle attività già individuate fino al 3 aprile 2020, ha disposto la sospensione di ulteriori attività produttive dal 23 marzo fino alla medesima data del 3 aprile 2020.

Con riferimento a tali disposizioni normative, come da indicazioni di UNIONCAMERE, si forniscono di seguito alcuni chiarimenti

Le imprese soggette a sospensione obbligatoria non devono presentare alcuna comunicazione di sospensione dell'attività all’Ufficio del Registro delle Imprese o all’Albo delle imprese artigiane per il periodo previsto dai citati decreti, né da eventuali analoghe disposizioni normative che dovessero essere emanate per far fronte all’attuale emergenza sanitaria.

Le imprese che, benché non soggette all’obbligo di sospensione, decidano di sospendere l’attività su base volontaria (sospensione facoltativa) sono, invece, tenute a comunicare la sospensione al Registro imprese o all'Albo delle imprese artigiane solo se la stessa supera i 30 gg.. Devono, cioè, presentare la relativa istanza telematica alla Camera di Commercio, completa della comunicazione trasmessa al SUAP competente e del pagamento dei diritti di segreteria (€ 30,00 per le società – € 18,00 per le ditte individuali).

Le stesse imprese che sospendono l’attività volontariamente, per un periodo non superiore ai trenta giorni, non devono presentare alcuna comunicazione al Registro delle Imprese e all’Albo delle Imprese Artigiane. In tal caso, è sufficiente la sola comunicazione al SUAP, su modulistica unificata.

La Commissione UE attua le green lanes per la circolazione delle merci

Si rende noto che la Commissione europea ha pubblicato un documento per l'implementazione delle Green Lanes per la gestione delle frontiere nel periodo di emergenza dovuto alla diffusione del coronavirus in Europa.

Per mantenere operativo il flusso dei beni tra gli stati membri e ai confini esterni dell'UE, la Commissione si è posta  4 obiettivi per migliorare la situazione sulle strade europee:

  • tempo massimo di attesa ai valichi di confine 15 minuti
  • corsie preferenziali (c.d. “corsie verdi”) per il trasporto merci
  • sospensione delle misure governative unilaterali che limitano la circolazione delle merci
  • meno burocrazia per gli autisti nello svolgimento del loro lavoro durante la crisi Covid-19.

In relazione a quest'ultimo punto, la Commissione ha proposto delle linee guida per gli autisti e un certificato unico europeo per gli operatori dei trasporti da mostrare ai controlli di confine.

Sulla base delle linee guida fissate, ciascun Stato membro attuerà le misure proposte.

 

Indicazioni operative sull’arbitrato

In considerazione della grave emergenza, creatasi con la diffusione dell’epidemia da COVID – 19, conformemente alle vigenti disposizioni di contenimento dell’epidemia della Presidenza del CdM, si avvisa che le istanze di Arbitrato potranno essere depositate esclusivamente via pec a partire dalla data odierna fino al 15 aprile 2020. 

Si comunica che, in applicazione del D.L.  17 marzo 2020, n. 18 - art. 103, sono sospesi fino al 15 aprile 2020, i termini per il deposito di tutti gli atti dei procedimenti arbitrali, compresi i lodi, così come ogni altro termine previsto nel vigente Disciplinare della procedura di Arbitrato irrituale, anche in analogia a quanto previso per le udienze dei Tribunali e per la mediazione.

Ove il decorso del termine abbia avvio durante il periodo di sospensione, l’inizio stesso è differito al 16 aprile 2020. Con particolare riferimento ai lodi, venuta meno la sospensione, il termine residuo per il deposito, se è inferiore, è esteso a 30 giorni. Le udienze arbitrali fissate a decorrere dal 25 marzo c.m. e fino al 15 aprile 2020 sono rinviate d’ufficio a data successiva al 16 aprile 2020.

Resta salva la facoltà del Tribunale Arbitrale e delle parti di stabilire diversamente fatte salve le indicazioni rivolte a garantire la sicurezza nell’attuale situazione di emergenza.