50 anni di glam rock, tra moda e leggerezza musicale

Da Marc Bolan a David Bowie, passando per i Roxy Music e Gary Glitter. Ecco come negli Anni 70 è cambiato il panorama musicale.

Una delle tante rivoluzioni della musica ha preso via all’alba degli Anni 70. Accantonata per un momento le canzoni impegnate del decennio precedente, il mondo della musica aveva bisogno di leggerezza. È nato da questo il glam rock, abbreviazione di glamour e di una tipologia musicale ben definita. Da allora sono passati 50 anni, ma quel periodo ha segnato intere generazioni Senza ombra di dubbio il capostipite di questo genere è Marc Bolan, leader dei T-Rex. A renderlo immortale, però, ci hanno pensato personaggi come David Bowie piuttosto che i componenti dei Roxy Music. Tanto che a 50 anni di distanza, alcune delle loro canzoni, sono sopravvissute insieme allo stile decadente tipico di quel periodo musicale.

COME È NATO IL GLAM ROCK

Ma partiamo con ordine, e con l’inizio del movimento che di fatto coincide con l’apparizione – tra la fine degli Anni 60 e i primi deli Anni 70 – sulle scene musicali di Marc Bolan. Riccioli, glitter, satin e occhi bistrati, voce melodica e chitarra elettrica. Questo artista portava un misto di sensualità e androginia che colpì le ragazzine dell’epoca. Dopo un inizio in sordina Bolan e i T-Rex pubblicano il disco Hot Love scalando le classifiche. Poi la loro partecipazione allo show musicale della Bbc Top of the Pops. Ma se Bolan è considerato il capostipite, il musicista simbolo del ‘glam rock’ è senza dubbio David Bowie nelle vesti del suo alter ego Ziggy Stardust. Il suo look ha fatto epoca. Bowie nei concerti dal vivo raccontava spesso uno dei momenti clou della sua vita, proprio l’incontro con Marc Bolan e il segreto del loro look: «La sera facevamo shopping nei bidoni della spazzatura a Carnaby Street, era un periodo d’oro».

GLI ALTRI ARTISTI DEL GLAM

Nelle fila del glam rock però si trovano tanti altri artisti. Tra questi è giusto citare Mott the Hoople, Faces, Slade, Gary Glitter e soprattutto i Roxy Music. Questi ultimi sono nati nel 1970, sono i principi decadenti del ‘glam’, il lato intellettuale del fenomeno. Con il singolo Virginia Plain arrivano nella Top 10 britannica, poi Eno esce dal gruppo e indugiano più sul lato estetico che su quello sperimentale. Anche Elton John, Rod Stewart e Freddie Mercury hanno adottato stili glam agli albori della loro carriera seguendo poi strade diverse. Il fenomeno, inoltre, molto più marcato in Gran Bretagna, suggestiona anche alcuni musicisti americani come Alice Cooper, i New York Dolls, Lou Reed e Iggy Pop. In Italia, invece, Renato Zero.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it