Jimmy Greaves: ex stella del calcio inglese, ricoverato d’urgenza in ospedale


Jimmy Graves,  ex stella del calcio inglese, è stato ricoverato d'urgenza in ospedale all'età di 80 anni. Sulle sue condizioni attuali di salute non è stata diramata alcuna informazione precisa. "Siamo in costante contatto con la sua famiglia" ha fatto sapere il Tottenham con cui Graves ha scritto pagine storiche in carriera. Campione del Mondo '66, nel '61 vestì anche la maglia del Milan.
Continua a leggere

Mourinho al parco con tre giocatori del Tottenham: isolamento violato


Josè Mourinho, Davinson Sanchez, Ryan Sessegnon e Tanguy Ndombelé. Sono i quattro tesserati del Tottenham sorpresi in un parco al nord di Londra ad allenarsi senza autorizzazione e senza rispettare le normative sulla distanza sociale. Un nuovo scandalo per il calcio inglese dopo quelli di Walker e Rooney. Il club londinese sembra sia stato tenuto all'oscuro della decisione.
Continua a leggere

Manchester City, festino a luci rosse per Walker: due escort a casa durante il lockdown


Il difensore dell'Inghilterra e del Manchester City è stato protagonista di un nuovo scandalo nel calcio inglese: mentre avvisava via social quasi 2 milioni di follower chiedendo di stare a casa e rispettare l'isolamento, pagava due escort per un festino a casa propria. "Mi pento, ho deluso tutti" le sue scuse pubbliche. Il City ha emesso una nota ufficiale: "Siamo delusi, presto un provvedimento disciplinare"
Continua a leggere

Premier League: “In campo solo quando sarà sicuro, tagli del 30% agli stipendi dei calciatori”


Una riunione plenaria della Federcalcio inglese ha delineato le linee guida in cui si sta muovendo la Premier e tutte le leghe minori. C'è un piano per tagliare del 30% gli stipendi ai calciatori oltre all'accordo di riprendere qualsiasi attività solamente dietro garanzie medico-sanitarie. Si è anche stabilito che la Premier non ritornerà a inizi di maggio.
Continua a leggere

Il precedente che ha spaccato il calcio europeo e può far saltare i piani dell’UEFA


Il Belgio ha dichiarato la fine del campionato, la Pro League, e può essere seguito a stretto giro dall'Olanda. Una minaccia per i progetti dell'UEFA, che puntava sull'unità di tutte le federazioni membro per provare a tornare in campo e chiudere la stagione, compatibilmente all'emergenza Coronavirus, a costo di giocare per tutta l'estate. L'obiettivo dell'Italia e dei principali tornei europei.
Continua a leggere

La Premier League pensa alla ripartenza: senza VAR e con cinque sostituzioni


La Premier League potrebbe ricominciare nel mese di giugno, ma con alcune novità. Due proposte verranno messe al vaglio dei 20 club, la prima riguarda l'ampliamento del numero delle sostituzioni: da 3 a 5. L'altra coinvolge il VAR che per motivi di sicurezza potrebbe essere abolito nelle ultime nove giornate. Sarebbe pericoloso mantenere assieme nella stanza più di una persona.
Continua a leggere

Pepe Reina e il coronavirus: “Per 25 minuti mi è mancato l’ossigeno, ho avuto paura”


Pepe Reina, oggi all'Aston Villa in Premier League è tornato a parlare della sua lotta alla malattia: "Sono 18 giorni che non esco di casa ma i più duri sono stati i primi 6-8. Ero chiuso in una stanza, uscivo solo di notte quando gli altri dormivano. Ho anche avuto la sensazione di soffocare. Non ho fatto il tampone, qui si fa solo ai malati gravi ma i sintomi erano più che chiari"
Continua a leggere

La Premier League come un Mondiale: partite tutti i giorni, tra giugno e luglio, per finire la stagione


Nei prossimi giorni si deciderà il destino di questa Premier League. C'è un'ipotesi che prende quota e che trasformerebbe la Premier in un Mondiale. L'idea è quella di fare giocare tutte le partite a porte chiuse, in un numero limitatissimo di stadi, con le squadre tutte isolate in ritiro. Tutte le partite andrebbero in onda anche in chiaro.
Continua a leggere

Harry Kane può lasciare il Tottenham: “Sono ambizioso, non posso dire che resterò per sempre”


Harry Kane, centravanti del Tottenham e della nazionale inglese, apre ad un possibile futuro lontano dagli Spurs: "Dipenderà dalla crescita della squadra, ma sono un calciatore ambizioso e voglio sempre il meglio. Non posso garantire che resterò per sempre". Il bomber inglese ha da sempre grande mercato.
Continua a leggere

Coronavirus, Klopp: “Ho visto cantare ‘You’ll Never Walk Alone’ in ospedale e ho pianto”


Il tecnico tedesco del Liverpool, Jurgen Klopp si è raccontato al sito ufficiale del club in una lunga intervista dedicata all'emergenza sanitaria mondiale: "Il virus ci sta insegnando una cosa importante: siamo tutti uguali. Non c'è più un mio o uno tuo problema, c'è un nostro problema. E chi combatte mettendo a repentaglio la propria vita dev'essere ammirato e apprezzato: sono semplicemente straordinari"
Continua a leggere

La Premier League può essere annullata: più di una squadra non vuole finire il campionato


In Premier League aumenta il numero dei club che spingono per una conclusione immediata del massimo torneo, e di un annullamento dello stesso. Una scelta da prendere per "motivi morali" alla luce degli effetti della crisi internazionale legata al Coronavirus. Un dirigente in forma anonima ha dichiarato: "Le persone muoiono attaccate ad un ventilatore e qualcuno pensa al gioco"
Continua a leggere

Coronavirus, Callum Hudson-Odoi è guarito: era stato il primo giocatore di Premier contagiato


Callum Hudson-Odoi, ala diciannovenne del Chelsea ha confermato di aver superato il contagio da coronavirus ed è ritornato alla normalità, riprendendo gli allenamenti individuali a casa: "Negli ultimi due giorni mi sono ripreso al meglio". Il Chelsea ha rilasciato un comunicato ufficiale: "Siamo felici", Lampard: "Esorto tutti a seguire le regole"
Continua a leggere

Premier League, i calciatori contro il ritorno in campo a inizio maggio: troppo pericoloso


Mentre la Federcalcio inglese ha già previsto un piano di rientro per il 2-3 maggio con la ripresa della stagione e partite a porte chiuse, i calciatori si sono rifiutati. Troppo pericoloso, c'è timore di contagiare i familiari, spogliatoi e allenamenti possono tornare a essere 'focolai'. Ma le pressioni delle tv sono sempre più alti, a rischio contratti milionari e sponsorizzazioni.
Continua a leggere

Coronavirus: Premier, stop fino al 30 aprile. Si giocherà anche oltre il 1° giugno


Con una nota congiunta, tutte le "leghe" del calcio inglese comunicano la decisione di prolungare lo stop ai campionati fino al 30 aprile. Una scelta presa a causa dell'emergenza Coronavirus che ha investito anche il Regno Unito. Quando si tornerà in campo? "Quando sarà possibile farlo in condizioni di sicurezza. La stagione verrà portata a termine ma con un limite temporale indefinito".
Continua a leggere

James Milner usa un piccolo metro e una forbice per livellare l’erba del prato


Il campionato inglese è fermo, non è certo quando ripartirà, forse il 3 aprile. A tutti i calciatori è stato raccomandato di restare a casa e ridurre al minimo i contatti. Il difensore del Liverpool, James Milner, mostra quali sono gli "effetti" dell'astinenza da calcio giocato: sistema le bustine del tè con precisione maniacale e livella il prato di casa con una forbice e un piccolo metro.
Continua a leggere

Coronavirus, il Chelsea ha messo a disposizione il suo hotel per medici e infermieri


Iniziativa importante da parte del Chelsea che ha deciso di mettere a disposizione l'Hotel che usa abitualmente a Londra a favore del personale sanitario della città. Abramovich ha già confermato che sosterrà tutte le spese e la catena alberghiera che gestisce l'Hotel metterà a disposizione staff e il necessario. L'Hotel sarà a disposizione del SSN inglese per almeno i prossimi 2 mesi.
Continua a leggere

Liverpool, VanDijk: “Appena si potrà, festeggeremo il titolo insieme ai nostri tifosi”


Il centrale difensivo del Liverpool ha rilasciato il proprio pensiero ai microfoni della BBC, sulla situazione d'emergenza attuale: "Ci adatteremo alle richieste ma pensare di giocare senza tifosi è tristissimo, Anfield vuoto è desolante". La Premier è stato uno degli ultimi grandi campionati ad arrendersi alla pandemia e a fermare le gare.
Continua a leggere

Pepe Reina: “L’inghilterra fa finta di niente, così è da pazzi”


L'ex portiere del Napoli, Pepe Reina, gioca nell'Aston Villa e racconta ai giornali spagnoli apprensione e incertezza sul futuro per il modo in cui l'Inghilterra sta affrontando l'emergenza Coronavirus: "Da lunedì riprenderemo gli allenamenti ma non è giusto perché la salute viene prima di tutto. Il calcio è solo un gioco e credo si debba essere un approccio più serio verso questa situazione".
Continua a leggere