Raimondo, operaio di 48 anni, morto sul lavoro ad Acerra. È il terzo in 3 giorni


Un operaio di 48 anni di Ponticelli, Raimondo Martinelli, è morto nella mattina del 3 giugno nella zona industriale di Acerra mentre era al lavoro in un impianto per il trattamento delle acque reflue: è stato colpito da una condotta di ferro. La tragedia ha scosso il rione dove abitava il 48enne, molto conosciuto anche per la devozione alla Madonna.
Continua a leggere

De Magistris attacca De Luca: “Buttati 18 milioni per realizzare un ospedale da campo”


Duro affondo di Luigi De Magistris sull'ospedale di Ponticelli: "Buttati 18 milioni per realizzare un ospedale da campo quando avremmo potuto avere ospedali che sono stati smantellati negli ultimi tre-quattro anni", ha detto il primo cittadino partenopeo, che poi alza il tiro: "Stanno assumendo medici ed infermieri dopo che per anni non li hanno presi".
Continua a leggere

Spari in strada a San Giovanni a Teduccio, ferito fratello di affiliato al clan Aprea


Un uomo di 50 anni è stato ferito da un colpo di pistola in via Mastellone, a San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli. Raggiunto a un gluteo, è attualmente ricoverato all'Ospedale del Mare per una operazione chirurgica per l'estrazione del proiettile; non sarebbe in pericolo di vita. L'uomo è parente di un pregiudicato ritenuto legato al clan Aprea.
Continua a leggere

Napoli, sequestrati farmaci cinesi ‘anti coronavirus’ e mascherine false


La Guardia di Finanza ha sequestrato ad un 39enne cinese 5mila confezioni di Lianhua Qingwen, farmaco della medicina cinese spacciato come rimedio per il coronavirus: in Italia è illegale in quanto non approvato dall'AIFA. Trovate anche 24mila mascherine con marchio CE contraffatto. L'operazione a Ponticelli, nell'area orientale di Napoli.
Continua a leggere

Ponticelli, scoperta fabbrica abusiva per produrre disinfettanti contraffatti


I carabinieri hanno sequestrato una fabbrica di detersivi abusiva a Ponticelli, zona est di Napoli: dipendenti in nero mischiavano solventi e prodotti chimici per ottenere detergenti e saponi senza alcun controllo. L'impianto è stato sequestrato. Sotto chiave anche un carico già in partenza: avrebbe fruttato 150mila euro.
Continua a leggere

Coronavirus Napoli, all’ospedale da campo dell’Ospedale del Mare arriva Tac il 31 marzo


Il prossimo 31 marzo verrà consegnato il prefabbricato con la Tac all'ospedale da campo di Ponticelli, in via di allestimento davanti all'Ospedale del Mare per accogliere fino a 72 pazienti di Terapia Intensiva completamente attrezzati. Oggi è stata completata la prima piastra di cemento, nei prossimi giorni verrà ultimata la base su cui posizionare i prefabbricati.
Continua a leggere

Napoli, bimbo di un anno abbandonato sul passeggino all’interno di un parco pubblico


Un bimbo è stato abbandonato in un parco pubblico a Napoli. Soccorso dal personale del 118, il piccolo è stato trasportato all'ospedale pediatrico Santobono. Ancora sconosciute le sue condizioni di salute. Ad accorgersi di lui sarebbe stato un passante. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti di polizia.
Continua a leggere

Tragedia all’ospedale Villa Betania, Rosa Andolfi muore a 29 anni dopo il parto


Una giovane mamma di 29 anni, Rosa Andolfi, è deceduta ieri, 19 febbraio, nell'ospedale Villa Betania di Ponticelli, a Napoli, poche ore dopo aver partorito il secondo figlio. La Procura ha avviato una inchiesta a seguito della denuncia presentata dal marito, la salma è stata prelevata e la cartella clinica sequestrata. Il piccolo è in buona salute.
Continua a leggere

Napoli, sparatoria nel Rione Conocal di Ponticelli: forse un agguato per motivi di gelosia


Agguato a Ponticelli, esplosi colpi di pistola contro un uomo: forse una sparatoria dovuta a motivi di gelosia. L'agguato è avvenuto nel Parco Conocal: i due si sarebbero incontrati per caso, poi forse una parola di troppo ed è spuntata una pistola. Due i colpi esplosi, i bossoli recuperati dalla polizia scientifica.
Continua a leggere

Omicidio Vincenzo Ruggiero, appello conferma l’ergastolo per Guarente: nessuna attenuante


Omicidio Vincenzo Ruggiero, l’appello conferma: ergastolo per Guarente. L'ex cuoco è stato condannato anche in appello al carcere a vita per l'omicidio dell'attivista gay di 25 anni Vincenzo Ruggiero, ucciso a colpi di pistola e fatto a pezzi nell'estate del 2017. Nessuna attenuante per Guarente che, a tre anni dal delitto, non ha mai detto dove ha nascosto la testa decapitata della vittima. "Soddisfatta, chi fa male paga" ha commentato la mamma di Vincenzo.
Continua a leggere