È morto il padre di Meredith Kercher, la studentessa uccisa a Perugia nel 2007

Ancora una tragedia nella famiglia di Meredith Kercher: il padre della studentessa uccisa a Perugia nel 2007 è morto nelle..

Ancora una tragedia nella famiglia di Meredith Kercher: il padre della studentessa uccisa a Perugia nel 2007 è morto nelle scorse ore per le conseguenze di un sospetto scippo subito a Londra tre settimane fa. John Kercher, 77 anni, si è spento in ospedale, come riporta il Sun. Dopo l’episodio aveva ripreso conoscenza, ma non era stato in grado di ricordare cosa fosse successo. La polizia ritiene comunque fosse stato vittima d’un tentativo di rapina durante il quale era stato trascinato sull’asfalto riportando diverse fratture.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Bolzano è la città più cara d’Italia

Lo dice la classifica dell'Unione nazionale consumatori. Seguono Modena e Trapani. Ancona, Perugia e Sassari sono invece le più convenienti.

A Bolzano, Modena e Trapani si sono aggiudicate il podio per le città più care del 2019. Ancona, Perugia e Sassari sono invece agli ultimi tre posti perché le più convenienti. A stilare la classifica dei capoluoghi dove il costo della vita è cresciuto di più o di meno nel giro dell’ultimo anno è l’Unione nazionale consumatori, che ha messo in fila i maggiori (e i minori) rincari, sulla base dell’inflazione media registrata dall’Istat (0,6% in media d’anno), calcolando le ricadute sul budget familiare.

IMPENNATA DI 392 EURO A BOLZANO

Al top, dicevamo, si piazza Bolzano dove l’alta inflazione media all’1,3% ha determinato, per una famiglia tipo, una stangata pari a 392 euro su base annua. Al secondo posto Modena che, pur avendo ‘solo’ il terzo maggiore incremento dei prezzi, pari all’1,1%, registra una spesa annua supplementare di 307 euro. Terza Trapani, dove l’inflazione record all’1,5%, implica un’impennata del costo della vita pari a 305 euro. Seguono Bari, Brescia, Lodi, Genova, Grosseto, Verona, Siracusa.

ANCHE VENEZIA TRA LE MENO CARE

All’opposto, le tre città con i minori rincari del 2019 sono Ancona, che con Perugia vanta l’inflazione media più bassa, +0,1%, e che registra, per una famiglia tipo, un aggravio annuo di spesa di appena 22 euro, Perugia con 23 euro e, in terza posizione, Sassari, dove la seconda inflazione più bassa (+0,2%) genera un esborso aggiuntivo di soli 41 euro. Seguono Cagliari, Gorizia, Potenza, Vercelli, Reggio Calabria, Venezia (forse un po’ a sorpresa) e Caltanissetta.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it