Orsi polari, cannibalismo sempre più frequente a causa dei cambiamenti climatici: ecco perché


Il dottor Ilya Mordvintsev, un esperto di orsi polari dello Severtsov Institute of Problems of Ecology and Evolution, ha dichiarato che sempre più spesso vengono segnalati episodi di cannibalismo tra orsi polari. Sono soprattutto i grossi maschi ad attaccare le femmine con i piccoli. Il fenomeno catalizzato dai cambiamenti climatici. Ecco perché.
Continua a leggere

Nuova specie di chiocciola dedicata a Greta Thunberg: minacciata da siccità e deforestazione


Un gruppo di ricercatori e "scienziati cittadini" ha scoperto nella foresta pluviale del Borneo una nuova specie di chiocciola, che ha deciso di chiamare Craspedotropis gretathunbergae per omaggiare la giovane attivista ambientalista svedese Greta Thunberg. L'invertebrato è minacciato dai cambiamenti climatici e dai fattori antropici.
Continua a leggere

L’addomesticamento dei cani iniziato già 28.500 anni fa: lo suggeriscono alcuni fossili


Mettendo a confronto le dentature di due gruppi di canidi fossili recuperati in un sito paleontologico della Repubblica Ceca, un team di ricerca internazionale guidato da scienziati americani ha determinato che l'addomesticamento dei cani potrebbe essere iniziato già 28.500 anni fa. I denti di uno dei due gruppi, infatti, presenta segni che suggeriscono il processo di domesticazione.
Continua a leggere

Altri 55 delfini massacrati in Giappone: cucciolo prova a fuggire ma viene preso e ucciso


Dopo la mattanza dei 35 peponocefali avvenuto il 13 febbraio, nella baia di Taiji, in Giappone, si è consumato un altro atroce massacro di delfini. A finire sotto le lame dei cacciatori nipponici sono state 55 stenelle striate, che una volta condotte nel recinto della morte si sono ferite contro le rocce per tentare la fuga. Drammatiche le immagini di un piccolo issato a bordo di una piccola imbarcazione e buttato sotto le reti da pesca.
Continua a leggere

Meravigliosa manta rosa fotografata in Australia: è un esemplare unico al mondo


Un fotografo naturalista e una scienziata hanno immortalato una spettacolare manta della barriera corallina di colore rosa. Si tratta di un esemplare unico al mondo, un maschio scoperto nel 2015 e chiamato Ispettore Clouseau. Gli scienziati non hanno ancora capito l'origine della sua spettacolare colorazione. È stato osservato in mare soltanto una decina di volte.
Continua a leggere

Scoperta medusa che punge senza il tocco dei tentacoli: rilascia in acqua sfere urticanti


Nelle acque calde dell'Oceano Atlantico vive una specie di medusa che rilascia nell'acqua sfere urticanti, con le quali può uccidere le prede - e pungere le persone - a distanza. Queste strutture, chiamate cassiosomi dagli scienziati, sono ricche di nematocisti come i tentacoli. Sono letali per le prede, mentre nell'uomo determinano il classico bruciore.
Continua a leggere

La più antica ape impollinatrice in un meraviglioso fossile d’ambra di 100 milioni di anni


In un blocco d'ambra di 100 milioni di anni recuperato in Birmania (o Myanmar) è stata scoperta la più antica ape impollinatrice nota agli scienziati. Oltre al polline, fissato sulla peluria delle zampe come nelle api moderne, sono stati individuati anche alcuni parassiti, che probabilmente hanno fatto finire l'insetto nella resina.
Continua a leggere

35 delfini catturati, legati come mazzi di fiori e uccisi. Nuovo massacro in Giappone


La baia della morte di Taiji, nella prefettura giapponese di Wakayama, è stata teatro dell'ennesimo, spietato massacro di delfini. 35 esemplari di peponocefalo, un cetaceo tropicale, sono stati inseguiti e condotti nel recinto marino, dove si sono radunati al centro e strofinati l'un l'altro come per darsi conforto. I cacciatori li hanno legati per le pinne caudali e li hanno uccisi tutti, piccoli e femmine incinte compresi.
Continua a leggere

Gli elefanti “piangono” i morti, provano richiamarli e interagiscono a lungo con i corpi


Un team di ricerca internazionale guidato da una scienziata del San Diego Zoo Institute for Conservation Research hanno descritto nel dettaglio il comportamento degli elefanti innanzi ai propri compagni e famigliari morti. I pachidermi interagiscono a lungo con le carcasse, anche molto tempo dopo la decomposizione, provando a toccarle e spostarle, emettendo richiami.
Continua a leggere

Il rinoceronte nero Jacob è morto per fame e incuria in uno zoo della Francia


I risultati dell'esame necroscopico condotto sulla carcassa di Jacob, un rinoceronte nero morto nello zoo francese di Pont-Scorff lo scorso 31 dicembre, sono agghiaccianti: l'esemplare maschio di soli 28 anni è morto per fame e incuria. Aveva infatti diverse patologie dentali che gli impedivano di nutrirsi normalmente, oltre a diarrea continua, infezioni cutanee e altre condizioni legate alla prigionia.
Continua a leggere

Scoperto un nuovo, misterioso virus: ha il 90% dei geni sconosciuto. Virologi “sconcertati”


Un team di ricerca internazionale guidato da scienziati dell'Università Federale di Minas Gerais ha identificato e descritto un nuovo, misterioso virus. Il 90 percento dei suoi geni non era infatti noto alla Scienza; ciò lo rende un'entità virale estremamente enigmatica. È stato scoperto in alcune amebe recuperate in un laghetto artificiale del Brasile.
Continua a leggere

Mostruosa invasione di locuste in Africa: milioni di persone rischiano di morire di fame


Tra i 100 e i 200 miliardi di locuste del deserto stanno divorando le coltivazioni e la vegetazione dei Paesi del Corno d'Africa, già duramente colpiti da ondate di siccità e carestia. L'invasione degli insetti, intimamente connessa al riscaldamento globale catalizzato dai cambiamenti climatici, potrebbe portare a un'emergenza alimentare senza precedenti. Entro giugno il loro numero potrebbe crescere di 500 volte. È corsa contro il tempo dei governi e della FAO per arginare i famelici sciami.
Continua a leggere

I bombi rischiano l’estinzione: non tollerano i cambiamenti climatici. Solo negli USA sparito il 50%


Un team di ricerca internazionale guidato da entomologi dell'Università di Ottawa (Canada) ha dimostrato che nell'arco di un secolo le popolazioni di bombi sono crollate quasi del 50 percento negli USA e del 17 percento in Europa. Oltre a pesticidi e distruzione degli habitat naturali, a impattare su questi insetti - fondamentali per l'impollinazione - sono stati i cambiamenti climatici. Nei prossimi decenni rischiano di sparire per sempre.
Continua a leggere

Australia, rischia di sparire anche l’ornitorinco: popolazioni sterminate da siccità e uomo


Un approfondito studio sullo stato di conservazione degli ornitorinchi suggerisce che questa iconica specie australiana sia fortemente minacciata, e che le popolazioni rischiano di crollare entro i prossimi decenni. Tra le principali minacce vi sono la devastante siccità, la distruzione dell'habitat naturale, la costruzione di dighe e la diffusione di predatori invasivi.
Continua a leggere

Scoperte quattro specie di squalo in grado di camminare sulle pinne: il video


Un team di ricerca internazionale guidato da biologi marini dell'Università del Queensland ha scoperto quattro nuove specie di squalo in grado di camminare sulle pinne. Le nuove specie sono state descritte dopo 12 anni di studi genetici e morfologici. Lunghi al massimo un metro, sono simili ai gattucci e vivono nelle acque di Australia e Nuova Guinea.
Continua a leggere

Peste suina africana: cos’è, come si trasmette e quali sono i rischi per l’uomo


Una panoramica sulla peste suina africana, contemplata tra le patologie infettive di interesse veterinario più dannose in assoluto. Non trasmissibile all'uomo, la malattia causata da virus del genere Asfivirus può infatti annientare interi allevamenti di maiali, arrecando danni sociali ed economici estremamente ingenti. Ecco cosa c'è da sapere.
Continua a leggere

“Pioggia di iguane” su Miami: perché l’annuncio del servizio meteo non è uno scherzo


Il National Weather Service di Miami ha annunciato che a causa delle temperature estremamente rigide che stanno investendo la città, durante le notti più fredde potrebbe verificarsi una "pioggia di iguane" dagli alberi. I rettili, animali a sangue freddo, resterebbero infatti letteralmente paralizzati dal gelo, finendo al suolo come morti. Ma fortunatamente basta un po' di tepore per "riattivarli".
Continua a leggere

Leoni scheletrici e agonizzanti rinchiusi in uno zoo lager del Sudan: al via i primi aiuti


Corsa contro il tempo per salvare quattro leoni rinchiusi nello zoo Al Qurashi di Khartum, nel Sudan. lI felini scheletrici non sono stati nutriti e curati per settimane a causa della grave crisi economica del Paese, che ha coinvolto anche la struttura. La loro storia, diventata virale grazie ai video e alle foto pubblicate sul web da un uomo, ha fatto il giro del mondo e avviato la macchina degli aiuti. Per una leonessa sono purtroppo arrivati troppo tardi.
Continua a leggere

I gatti apprezzano la carne umana: filmati due esemplari mentre si nutrono di cadaveri


Due gatti sono entrati in una struttura dove si eseguono test sulla decomposizione e si sono nutriti di carne umana dai cadaveri di due anziani. I felini, filmati dagli scienziati, avevano a disposizione quaranta corpi, ma si sono concentrati solo su due di essi per diversi giorni. Studiare il loro comportamento potrà essere utile nelle indagini forensi.
Continua a leggere

Cambiamenti climatici, oltre un milione di uccelli uccisi da un’ondata di calore estrema


Tra il 2015 e il 2016 circa 62mila carcasse di urie comuni, una specie di uccello marino, sono state recuperate lungo la costa occidentale degli Stati Uniti, tra l'Alaska e la California. Partendo da questi numeri e combinandoli con quelli delle colonie e delle precedenti morie, è stato stabilito che sono morti oltre un milione di esemplari. A sterminarli un'ondata di calore estrema nelle acque del Pacifico, che li ha condannati a morire di fame.
Continua a leggere

Incendi in Australia, i vombati salvano la vita agli altri animali in fuga: cosa c’è di vero


Su internet è circolata la notizia che i vombati, grossi marsupiali scavatori, stiano radunando gli altri animali selvatici per accompagnarli nel cuore delle loro gallerie sotterranee per salvarli dalla devastazione degli incendi. Gli scienziati spiegano che si tratta di un vero e proprio falso, ma le tane di questi animali stanno effettivamente salvando moltissime vite dalle fiamme.
Continua a leggere

Ennesimo massacro di delfini in Giappone: 22 peponocefali legati per le pinne e macellati


La baia della morte di Taiji, in Giappone, si è di nuovo tinta di rosso sangue. I cacciatori giapponesi hanno inseguito per ore un grande branco di peponocefali, una specie di delfini tropicali, e dopo averlo accerchiato sono riusciti a catturare 22 esemplari. Gli altri sono fuggiti. I delfini che non ce l'hanno fatta, esausti, sono stati legati per le pinne e condotti sotto i tendoni per essere macellati.
Continua a leggere

Due specie di batteri lasciate crescere assieme disegnano magnifiche coreografie floreali


Gli scienziati dell'Università della California hanno scoperto che lasciando crescere due specie di batteri sulla stessa piastra di Petri, l'Escherichia coli e l'Acinetobacter baylyi, i microorganismi si trasformano in veri e propri artisti. Sono infatti in grado di disegnare spettacolari coreografie floreali, che hanno lasciato a bocca aperta gli studiosi.
Continua a leggere