Ammutinamento nel Napoli, Ancelotti teste per Allan: non udì le offese al vice presidente


L’udienza si è svolta davanti al Collegio Arbitrale, nei confronti di Allan è aperto un procedimento per ingiurie e minacce rivolte al vice presidente. I dirigenti Giuntoli e Pompilio hanno confermato le frasi irriguardose del brasiliano, per il quale il club ha chiesto la decurtazione del 50% di una mensilità. L'ex allenatore, Ancelotti, ha affermato di non averle sentite.
Continua a leggere

Napoli-Legia Varsavia, niente biglietti ai tifosi ospiti: “Azione ingiustificata e discriminatoria”


Dopo la decisione della Prefettura di negare la vendita dei biglietti ai tifosi ospiti per Napoli-Legia Varsavia (terzo turno di Europa League in programma giovedì 21 ottobre), il club polacco ha risposto con un feroce comunicato: "Scelta scandalosa contro ogni principio sportivo". La decisione presa a seguito degli scontri del 2015 fuori dal 'San Paolo' con 65 tifosi polacchi identificati e 17 fermati.
Continua a leggere

Inondavano di Droga i quartieri di Salerno: in 43 chiedono l’abbreviato

di Pina Ferro

Fornivano la droga a diversi quartieri di Salerno: in 42 chiedono il rito abbreviato.

Solamente i legali di: Antonio Abate 42 anni, alias Tony, residente a Salerno, gestore della piazza di spaccio di Pastena /Mercatello; Massimo Sica 48 anni residente a Salerno e di Giuseppe Bifulco 23 anni, residente a Salerno hanno chiesto che i propri assistiti vengano processati con il rito ordinario. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno Giandomenico D’Agostino, il prossimo 5 novembre deciderà sulle tre richieste di rinvio a giudizio e se ammettere i 42 riti abbreviati.

I 45 indagati, organizzati in gruppi, erano capaci di riversare in maniera massiccia e “in modo costante e sistematico” la droga in diversi quartieri di Salerno e comuni limitrofi.

Nell’aula bunker, dove si stanno celebrando le udienze,  sarannno presenti: Luca Franceschelli, 33 anni, residente a salerno ritenuto il promotore dell’organizzazione, si occupava di individuare i canali di rifornimento disponeva dell’assegnazione e controllo delle piazze di spaccio seguiva la contabilità dei crediti da incassare;  Agostino Abate, 27 anni, gestore della piazza di Matierno; Francesco Cafaro 32 anni, residente a Pellezzano; Rocco Cafaro 33 anni, residente a Salerno gestore della piazza di Pellezzano; Carmine Caputo 26 anni, residente a Salerno, gestore della piazza di Fratte; Emilio Ciaglia 43 anni, residente a Salerno, gestore della piazza di spaccio di Pastena /Mercatello; Roberto Consiglio 40 anni, residente a Salerno; Donato Bernardo Criscuoli 27 anni, alias “O Puorc” residente a Salerno, gestore della piazza di Ogliara; Giuseppe D’Auria 28 anni, residente a Pagani; Luca Delfino 40 anni, residente a Salerno gestore della piazza di Pastena /Mercatello; Moreno Di Martino 28 anni, residente a Salerno gestore della piazza di Sapri; Antonio Esposito 29 anni, residente a Salerno; Sabato Fasano 59 anni, residente a Salerno; Gerardo Fiorillo 27 anni, alias “Notte”, residente a Pellezzano gestore della piazza di Acquamela di Baronissi; Giuseppe Galdoporpora 21 anni, residente a Salerno, detentore e custode della sostanza; Claudio Gibuti 27 anni, residente a Salerno gestore della piazza di Matierno; Giovanna Liguori, 50 anni, alias “Zia”, residente a Battipaglia; Francesco Mercadante 44 anni, residente a Salerno; Luigi Mercadante 37 anni, residente a Salerno alias “Giggetto”, gestore della piazza della Zona industriale di Salerno; Marco Milo 31 anni, residente a Salerno; Gaetano Molinaro 21 anni, alias “Nino”, residente a Salerno gestore della piazza di Fratte; Cristiano Noschese 33 anni, residente a Salerno; Giuseppe Ottati 49 anni; Teodora Pace 21 anni, residente a Salerno, detentrice e custode della sostanza; Santo Pecoraro 38 anni, alias Carmine e alias “ma serio”, residente a Salerno gestore della piazza di spaccio di Parco Pinocchio; Silvia Pappalardo, 44 anni, residente a Salerno; Alfonso Passamano, 29 anni, residente a Nocera Inferiore; Giuseppe Pennasilico 36 anni, residente a Salerno; Fabio Salzano 27 anni, residente a Salerno; Fabio Saviello 31 anni, alias “Cumbarò”, residente a Salerno, gestore della piazza di Pastorano; Raffaele Scotto Di Porto 26 anni, residente a Salerno detentore e custode della sostanza;  Luciano Solferino Tiano 29 anni, residente a Nocera Inferiore; Walter Stabile 25 anni, residente a Baronissi gestore della piazza di Baronissi; Francesco Spero 20 anni, alias “Pisiell”, residente a Salerno gestore della piazza di Mariconda; Marco Tranzillo 28 anni, residente a Salerno gestore della piazza di spaccio di hashish e marijuana di Pastena/ quartiere Q2; Vincenzo Ventura 22 anni, residente a Salerno e domiciliato a San Mango Piemonte;  Raffaele Cocci 40 anni, residente a Caivano; Raffaele Crispino 37 anni, residente a Caivano; Angelo Leone, 21 anni, residente a Salerno; Alfonso Marano 50 anni, residente a Nocera Superiore; Ciro Ragosta 31 anni, residente a Salerno; Pasquale Raucci 51 anni, residente a Caivano.

Il blitz scatto lo scorso 9 febbraio da parte degli uomini della Squadra Mobile di Salerno. Acoordinare l’indagine fu la Direzione distrettuale antimafia. Le indagini denominate Chef Crack – Ko, hanno permesso di far luce sull’attività dei gruppi criminali e sulle attività illecite connesse all’acquisto, trasporto, detenzione, lavorazione, confezionamento, vendita e cessione di cocaina, hashish, marijuana e crack. Linguaggi criptici per identificare il tipo di droga e la quantità e incontri con i “clienti” anche in fila al supermercato o alla banca durante il lockdown. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il giro d’affari del gruppo criminale individuato sfiorava i 100mila euro al mese . L’approvvigionamento avveniva nel Napoletano. Gli agenti, anche grazie a intercettazioni telefoniche e alla visione dei filmati di telecamere installate in punti strategici, hanno documentato i diversi passaggi della filiera del traffico di droga, partendo dai pusher, passando per i fornitori e finendo all’identificazione di quelli che sono ritenuti i capi che hanno creato nel territorio salernitano “uno dei più forti e stabili canali di approvvigionamento di sostanze stupefacenti di diverso tipo”.

Consiglia

Napoli, quando il cielo colora di rosa la città e il Vesuvio


Il favoloso cielo rosa che colora la città di Napoli, le acque del Golfo e fa da sfondo al Vesuvio ha incantato tutti, partenopei doc e turisti. Tantissimi coloro hanno pubblicato sui social network, soprattutto su Instagram, gli scatti che immortalano il meraviglioso cielo che per un gioco di nubi e rifrazione della luce si è fatto 'color unicorno'. Ma come mai c'è questo colore rosa nel cielo all'alba o al tramonto? Una spiegazione scientifica esiste: c'entrano le luci e la rifrazione dovuta alle nubi.
Continua a leggere

Insigne rivela il ‘segreto’ del suo colpo vincente: “Il ‘tiraggiro’ è di Del Piero non mio”


Lorenzo Insigne ha parlato in videoconferenza a margine del Festival dello Sport di Trento. Il capitano del Napoli, oltre a rivelare alcuni retroscena della vittoria degli ultimi Europei dell'Italia, ha anche svelato il segreto del suo colpo più famoso: "Il 'tiraggiro' è di Del Piero non è il mio".
Continua a leggere

Individuato il responsabile degli insulti razzisti a Koulibaly: il tifoso sarà punito con il Daspo


La Questura di Firenze ha individuato il tifoso della Fiorentina responsabile di quelle vergognose parole. Si tratterebbe di un ragazzo di età compresa tra i 25 e i 30 anni che andrà a giudizio e sarà punito con il Daspo. Attesa per la decisione da parte del Giudice Sportivo sui cori razzisti indirizzati al difensore senegalese, al termine di Fiorentina-Napoli, che era stata inizialmente rinviata.
Continua a leggere

Il Napoli e la tegola Coppa d’Africa: “Può chiedere il rinvio delle gare di Serie A, articolo 48”


Il Napoli respira l'aria pulita del primo posto in classifica a punteggio pieno, ma qualche nube arriva dal pensiero di quello che potrebbe accadere a gennaio, quando la Coppa d'Africa priverà gli azzurri di pilastri come Koulibaly, Anguissa e Osimhen. Ma il club di De Laurentiis potrebbe avere un clamoroso asso nella manica.
Continua a leggere

La vittoria più bella di Caio Ribeiro, l’ex Inter e Napoli è guarito dal tumore: “È finita!”


Caio Ribeiro ha annunciato sui social di aver vinto la sua partita più bella, quella contro il linfoma di Hodgkin. L'ex attaccante, con un passato in Italia nell'Inter e nel Napoli, ha rivelato di aver chiuso con successo il ciclo di chemioterapia e di essere guarito. Una notizia che ha voluto condividere con tutti i suoi amici e fan.
Continua a leggere

La Fiorentina sta con Koulibaly: “Ma non c’è stata la stessa attenzione in Atalanta-Fiorentina”


La Fiorentina si schiera con Kalidou Koulibaly e sta collaborando con le autorità al fine di individuare l'autore degli insulti razzisti, al quale sarà interdetto l'accesso allo stadio Franchi: "Abbiamo già messo a disposizione della questura tutte le immagini video e tutti gli strumenti in nostro possesso perché vengano individuati i colpevoli di questi inqualificabili cori". Polemica sulla disparità di trattamento rispetto ad un caso simile avvenuto nei confronti di Vlahovic durante la trasferta di Bergamo.
Continua a leggere

Lo sfogo di Koulibaly dopo gli insulti razzisti: “Cacciate per sempre dagli stadi questi tifosi”


Il difensore del Napoli, Koulibaly, ha condiviso sui social network un messaggio molto duro dopo essere stato insultato (come Anguissa e Osimhen) da alcuni tifosi della Fiorentina. Offese pesanti, a sfondo razziale, che lo hanno preso di mira ancora una volta. "Scimmia di merda. Mi hanno chiamato così. Questi soggetti non c’entrano con lo sport".
Continua a leggere

Cori razzisti a Firenze, Koulibaly faccia a faccia con un tifoso: “Mi hai detto scimmia?”


Dopo il fischio finale di Fiorentina-Napoli, i tre giocatori di colore della squadra di Luciano Spalletti Anguissa, Osimhen e Koulibaly sono finiti nel mirino di alcuni pseudotifosi. Ululati e anche insulti razzisti, ai quali soprattutto il difensore ha deciso di reagire. Ne è nato così un confronto a distanza dai toni accesi.
Continua a leggere

La settima sinfonia del Napoli di Spalletti, Fiorentina battuta 2-1: le firme di Lozano e Rrahmani


Il Napoli ha battuto per 2-1 la Fiorentina al Franchi grazie alle reti di Lozano e Rrahmani e ha infilato la settima vittoria consecutiva in altrettante gare di campionato. Gli azzurri erano andati sotto ma piano piano hanno imposto la loro qualità e sono riusciti a portare a casa l'intera posta in palio contro una squadra importante come quella di Italiano.
Continua a leggere

Moviola Fiorentina-Napoli: proteste per un fallo di Insigne su Dragowski, giusto convalidare il gol


Proteste della Fiorentina in occasione del gol del Napoli con Lozano sul finire della prima frazione di gioco al Franchi: dopo il calcio di rigore di Insigne parato Dragowski i viola lamentavano un fallo ai danni del portiere polacco da parte del capitano azzurro ma è giusta la scelta dell'arbitro e quella del VAR di convalidare la rete.
Continua a leggere

Fiorentina-Napoli dove vederla in TV su Sky o DAZN: canale, streaming e formazioni


Il Napoli capolista va a far visita alla sorpresa Fiorentina nella partita valida per la 7a giornata della Serie A. Allo stadio Artemio Franchi gli azzurri di Spalletti vogliono rialzarsi subito dopo la sconfitta in Europa League. Le formazioni: Spalletti recupera Ghoulam, Italiano punta su Vlahovic e l'ex Callejon. Tutte le informazioni sulle probabili formazioni e sulla diretta TV e streaming del match.
Continua a leggere

Lo strano caso di Ghoulam: è guarito ma non gioca, il Napoli non ha mai comprato un sostituto


Ghoulam ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e guadagna 2.4 milioni netti a stagione, un fardello di cui il Napoli non è mai riuscito a liberarsi lasciando al tempo la risoluzione del problema e senza mai trovare un'alternativa nel ruolo di terzino sinistro. Il calciatore è guarito dal grave infortunio al ginocchio mancino, l'ennesimo dopo quelli al destro, ma sul suo impiego non ci sono certezze.
Continua a leggere

L’espulsione di Rui pesa sul Napoli, lo Spartak Mosca vince 2-3 al Maradona


Europa League amara per il Napoli, sconfitto al "Maradona" nella seconda partita del Girone C. Lo Spartak Mosca vince 2-3 compiendo rimonta e sorpasso nella ripresa. A rovinare il vantaggio lampo dei partenopei con Elmas è il rosso col Var a Mario Rui per un brutto fallo in scivolata. Sconfitto anche il Leicester dal Legia: inglesi e partenopei a 1 punto nel Gruppo C.
Continua a leggere

Il Var corregge l’arbitro due volte: espelle Rui del Napoli, annulla il rigore per lo Spartak


L'episodio che lascia il Napoli in 10 contro 11 avviene al 30' contro lo Spartak Moska: Mario Rui colpisce in scivolata Moses e l'arbitro Kruzliak lo allontana dal campo dopo aver rivisto le immagini al VAR. In un primo momento aveva estratto solamente il giallo per il portoghese. Un abbaglio che si ripete a fine primo tempo quando il direttore di gara assegna un rigore ai russi per poi venire di nuovo corretto dalla moviola.
Continua a leggere

La FIGC vieta ufficialmente le multiproprietà: due i club di Serie A a doversi adeguare


Il Consiglio Federale della Figc ha approvato il divieto da parte di qualsiasi società di avere due club nei vari campionati professionistici. Non ci saranno più le multiproprietà nel calcio italiano visto anche il caos creatosi dopo la promozione della Salernitana in Serie A (società facente capo al presidente della Lazio Lotito). I casi esistenti andranno risolti entro il 2024/25.
Continua a leggere

Insigne esalta Spalletti e il Napoli ma ammette: “Brucia ancora non essere in Champions”


Il Napoli dovrà affrontare lo Spartak Mosca nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Lorenzo Insigne, capitano azzurro, è pronto per questa sfida e in conferenza stampa ha riconosciuto i meriti a Spalletti per aver cambiato il volto della squadra: "Ci ha detto qualcosina in più". Insigne però non dimentica il passato: "Brucia ancora non essere in Champions".
Continua a leggere

Contro lo Spartak Spalletti cambia il Napoli: “Farò sostituzioni per vincere, ma non sarà facile”


Luciano Spalletti non si fida dello Spartak, che arriverà al 'Maradona' umiliato e ferito da una sconfitta al debutto in Europa League immeritata: "Sanno far gioco, sotto il profilo della combattività non si insegna loro nulla. E per loro è questa la partita decisiva". Poi, sul Napoli che si aspetta: "Vorrei vedere continuità, poi per vincere oggi, con 5 sostituzioni per parte non bastano più 2 gol, ne devi segnare almeno tre"
Continua a leggere

Napoli-Spartak Mosca in TV su Sky e Dazn: quando si gioca e dove vedere la partita di Europa League


Il Napoli di Spalletti ospita lo Spartak Mosca di Rui Vitoria per il secondo turno della fase a gironi dell’Europa League 2021/2022 in programma giovedì 30 settembre alle 18:45. Partenopei in cerca della prima vittoria continentale dopo il pareggio contro il Leicester all'esordio. La partita sarà trasmessa in diretta TV e streaming su Sky e DAZN. Non è prevista la diretta in chiaro su TV8.
Continua a leggere

Cannavaro è tornato in Italia, cerca una nuova squadra: “In Cina situazione insostenibile”


La conferenza stampa organizzata a Napoli da Fabio Cannavaro dopo aver lasciato la Cina: "Stavo bene, ma volevo tornare dalla mia famiglia e riordinare le idee". Il campione del mondo azzurro cita i suoi punti di riferimento come allenatore, elogia Spalletti ma non nasconde il sogno di allenare, un giorno, la sua squadra del cuore. L'ultimo pallone d'oro italiano tifa per Jorginho come suo erede, è fiducioso per il rinnovo di Insigne e punzecchia Osimhen.
Continua a leggere

Mazzarri fa infuriare i tifosi del Cagliari: “Da quando fai punti se perdi solo 2-0? Assurdo”


Il Cagliari penultimo in classifica alimenta la delusione dei tifosi. La prestazione di Napoli, l'atteggiamento tattico e le parole del tecnico che ha definito la sua squadra più "solida e compatta" rispetto alle ultime uscite hanno scatenato l'ironia tagliente dei sostenitori: "Perché non ha schierato due portieri?".
Continua a leggere