Le misure economiche previste nel nuovo decreto anti-coronavirus

Nella bozza del decreto nuovi interventi a sostegno di famiglie e imprese.

Il governo è al lavoro per garantire ulteriori interventi a favore di famiglie e imprese per affrontare l’emergenza coronavirus.

In totale si parla di una cifra intorno ai 10 miliardi, ha confermato il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. «Probabilmente chiederemo un deficit leggermente più alto per avere più possibilità di interventi. Non è detto che utilizziamo tutto nel primo decreto. Il limite di 7,5 miliardi è un limite che superiamo».

Dalla moratoria per prestiti e mutui ai congedi parentali, ecco le misure sul tavolo.

DUE MILIARDI PER LA CASSA IN DEROGA

La ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, parlando a Rainews24, ha annunciato che sono in arrivo «2 miliardi circa per la cassa in deroga per coprire tutti i settori non coperti». Nel nuovo decreto anti-coronavirus, ha aggiunto la pentastellata, ci sarà «anche la possibilità di usare in deroga al limite massimo e con procedura semplificata la cassa integrazione ordinaria», mentre la Cigs verrà «interrotta e le aziende per 2 mesi potranno utilizzare la cassa ordinaria», un «rafforzamento del fondo di integrazione salariale con 500 milioni» cui potranno accedere anche «le aziende da 5 a 15 dipendenti».

CONGEDI SPECIALI ANCHE PER GLI AUTONOMI

Per i congedi finora si sono ipotizzate tre fasce, con la garanzia del 100% della retribuzione per i redditi più bassi. Ora, ha spiegato Catalfo, «saranno previsti per tutti i lavoratori dipendenti e autonomi e si potranno usare in alternativa al voucher babysitter». Si tratterà di «una forma speciale di congedo dai 12 ai 15 giorni, allungato fino ai 12 anni di età dei figli, con indennità parametrata alla retribuzione». Niente limiti di età, invece, per le famiglie con figli disabili.

BONUS BABYSITTER PIÙ ALTO PER IL PERSONALE INFERMIERISTICO

Sarà incrementato il bonus babysitter per il personale infermieristico. In più, spiegano dal ministero, con la ministra della Famiglia Elena Bonetti si sta studiando la possibilità di inserire un bonus per le famiglie che assistono anziani non autosufficienti.

NORME PER STAGIONALI E AUTONOMI

Il ministero del Lavoro sta elaborando «norme per gli stagionali del turismo», mentre per i lavoratori autonomi ci sarà «una sospensione dei versamenti dei contributi oltre a una indennità per quei settori più colpiti» dall’emergenza.

MORATORIA SU PRESTITI E MUTUI

Tra le misure in cantiere, il viceministro all’Economia all’Economia Antonio Misiani ha citato una «ampia moratoria» sui prestiti, che potrebbe tradursi in un rafforzamento del Fondo di Garanzia per le Pmi e in uno stop alle rate dei mutui prima casa per 18 mesi per le famiglie.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it