L’avvocato dei lavoratori dell’Istituto Don Gnocchi: “Rsa non li ha tutelati, sapeva dei contagi”


I legali che assistono i dipendenti e il familiare di un’anziana morta il 20 marzo all’interno della casa di riposo Don Gnocchi a Milano hanno fatto sapere attraverso una nota che i responsabili sapevano della presenza del Covid-19 all'interno della Rsa: “Il 30% dei decessi è superiore alla media nazionale - si legge nella nota firmata da Romolo Reboa - significa che è altamente probabile una falla del sistema di prevenzione delle Infezioni Ospedaliere”. La replica della Fondazione: "Dall'avvocato Reboa dichiarazioni false e gravissime, sarà chiamato a risponderne".
Continua a leggere

L’assessore Gallera: “Ospedale di Alzano non sanificato? È falso. Lo abbiamo chiuso subito”


L'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera ha fatto sapere che le accuse nei confronti della gestione dell'emergenza coronavirus per l'ospedale di Alzano Lombardo sono false: a Radio 24 l'assessore ha spiegato che il weekend del 22 e 23 febbraio il pronto soccorso fu subito chiuso e sottoposto a sanificazione non appena si scoprì della presenza del primo contagio tra i pazienti. Sulla vicenda è stato aperto un fascicolo in procura a Bergamo.
Continua a leggere

Da oggi disponibili 200mila mascherine gratis in tutte le edicole della Lombardia


Mascherine a disposizione dei cittadini in tutte le edicole della Lombardia: da questa mattina sono quasi 200mila i pezzi giunti negli oltre 3000 punti vendita di tutto il territorio. L'assessore lombardo Foroni ha invitato le edicole a dare la precedenza alle persone più fragili: "Se tutto funzionerà a dovere, questo non resterà un esperimento isolato", ha spiegato.
Continua a leggere

Grigliata, birra e musica ad alto volume: a Milano la polizia scopre una festa clandestina


A Milano sette persone sono state sanzionate dalla polizia per aver organizzato una festa in casa con musica, birra e carne alla griglia. Gli agenti, allertati dai vicini che sentivano gli schiamazzi, sono arrivati in via Aterno, in zona Baggio. Le persone presenti dovranno rispondere del mancato rispetto delle norme anti coronavirus.
Continua a leggere

Milano, donna litiga con i vicini di casa e minaccia di far esplodere il palazzo col gas: bloccata


Una donna di 55 anni si è barricata in casa a Milano, minacciando di far esplodere il palazzo col gas. L'episodio è accaduto ieri sera in via Vela, zona Città studi: a scatenare la reazione della donna sarebbe stata una lite con i vicini di casa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco: la donna è stata immobilizzata e portata in ospedale, ma per lei è scattata una denuncia a piede libero per resistenza e procurato allarme.
Continua a leggere

Milano, la Liberazione sui balconi cantando Bella Ciao: “Un 25 aprile di rinascita e solidarietà”


"In questa situazione drammatica sono più importanti che mai i valori della Resistenza: solidarietà, bene comune, tolleranza e attenzione a chi soffre". A Milano per la prima volta il 25 aprile 2020 non ci sarà la manifestazione nazionale per la Festa della Liberazione: è l'effetto delle restrizioni anti coronavirus. Saltano anche le cerimonie ufficiali con il pubblico, le attività nelle scuole, il concerto speciale previsto al Teatro alla Scala per celebrare il 75esimo anniversario. "Canteremo Bella Ciao dai balconi", spiega a Fanpage Roberto Cenati, presidente milanese di Anpi, "per trasmettere un messaggio di unità al Paese".
Continua a leggere

Majorino: “Al Trivulzio la Regione ha esautorato il Comune, ora la situazione è sfuggita di mano”


Dopo le accuse di aver nascosto il decesso di alcuni anziani per Coronavirus, il Pio Albergo Trivulzio, storico ente assistenziale di Milano, è finito nella bufera. L'ex assessore al Welfare milanese Pierfrancesco Majorino, ora eurodeputato del Pd, a Fanpage.it ricorda come anni fa la Regione Lombardia abbia esautorato il Comune dalla gestione quotidiana: "Adesso che c'è lo scandalo e la situazione è sfuggita di mano dicono che la gestione è mista: vuol dire che hanno una faccia di bronzo sconvolgente, servirebbe una commissione d'inchiesta sulla Regione". Per Majorino il Trivulzio è comunque solo la punta dell'iceberg: "Le case di riposo sono un focolaio, ma pochi giorni fa Fontana dichiarava che la situazione era sotto controllo".
Continua a leggere

Il sindaco Sala: “A Milano aumenteranno i controlli nel weekend di Pasqua”


Tre i temi toccati dal sindaco di Milano Beppe Sala nel messaggio di oggi ai suoi concittadini: a partire dalla riapertura dei cantieri della metro M4 dopo lo sblocco dei lavori pubblici, passando per il tema delle Rsa e del Pio Albergo Trivulzio per il quale è stata istituita una commissione di verifica e infine sui controllo intensificati per il weekend di Pasqua.
Continua a leggere

Ripartono i lavori per la linea M4 della metropolitana di Milano

Nonostante il lockdown per coronavirus, il comunicato stampa ufficiale di Salini Impregilo spiega che sono stati riattivati «tutti i necessari protocolli per far operare i lavoratori nella massima sicurezza e attenzione alla salute».

I lavori per la linea M4 della metropolitana di Milano ripartono. Salini Impregilo e Astaldi, insieme al Comune, a Società M4 e a altri operatori coinvolti nel progetto hanno riattivato «tutti i necessari protocolli per far operare i lavoratori nella massima sicurezza e attenzione alla salute», si legge nel comunicato ufficiale, «proseguendo un cantiere strategico per la mobilità sostenibile della città». In questa fase sono presenti circa 200 tra operai, dipendenti e dirigenti.

SALINI IMPREGILO: «MISURE DI SICUREZZA STRAORDINARIE»

Per la prosecuzione delle attività nelle aree di lavoro della nuova metropolitana «sono state adottate misure di sicurezza straordinarie che mirano a tutelare la salute dei lavoratori e a prevenire ogni forma di contagio», spiega Salini Impregilo, «tra queste il rilevamento della temperatura corporea al mattino, all’ingresso in cantiere e all’ora di pranzo all’ingresso in mensa, l’utilizzo di mascherine di protezione, la distribuzione massiva di disinfettanti per le mani, il rispetto, ove possibile, della distanza di sicurezza e ancora, pulizia e sanificazione periodica degli ambienti di lavoro, dei dormitori e di tutti gli spazi comuni, riduzione del numero di persone che possono viaggiare contemporaneamente sulle navette da e per il cantiere».

NON SOLO MILANO

Per la società, si tratta di «misure che rappresentano solo una sintesi delle norme complessive adottate» dal gruppo «a Milano come negli altri cantieri nel mondo, per affrontare l’emergenza sanitaria in corso, per la quale è stata costituita una “task force” operativa in modo continuativo a livello globale che mobilita fino a 500 persone».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Elena, infermiera di 40 anni dell’ospedale Oglio Po morta a causa del virus che aveva combattuto


Il Coronavirus fa un'altra vittima tra il personale sanitario: Elena Nitu Rodica, infermiera 40enne dell'ospedale Oglio Po, è morta a Milano dopo diverse settimane trascorse a combattere il Covid-19. Si è infettata probabilmente proprio in ospedale, mentre era impegnata in prima linea nella battaglia contro il virus. I colleghi: "Si dedicava anima e corpo ai suoi pazienti".
Continua a leggere

Auto tampona ambulanza con due pazienti a bordo e si ribalta: 5 contusi a Sesto San Giovanni


Cinque persone in totale sono rimaste ferite, per fortuna in modo non grave, in un incidente stradale a Sesto San Giovanni attorno alle 7 di oggi, mercoledì 8 aprile. Un'automobile ha tamponato un'ambulanza che stava trasportando due pazienti in attesa di dialisi, poi si è ribaltata. Tre contusi sono stati portati in codice verde al pronto soccorso.
Continua a leggere

Milano, il Pio Albergo Trivulzio nella bufera: “In 7 giorni 27 anziani morti per Covid”


Nei primi 7 giorni di aprile al Pio Albergo Trivulzio, storico ente assistenziale per gli anziani di Milano accusato di aver occultato diversi decessi per Covid, sono morti 37 ospiti, 27 dei quali per Coronavirus. "Il mese di aprile sta mostrando i primi segni dell'ondata pandemica che ha investito l'intero Paese", ammettono dalla struttura, che però ribadisce: "Nel mese di marzo non vi è stata alcuna 'strage nascosta'".
Continua a leggere

Lombardia, 52.325 contagi da Coronavirus e 9.484 morti, Fontana: “Dati in costante miglioramento”


Nella giornata di oggi, martedì 7 aprile, in Lombardia sono 52.325 i casi confermati di coronavirus, in aumento di 791 unità rispetto a ieri. Le persone ricoverate in ospedale sono 11.833 (meno 81), 1.305 in terapia intensiva (meno 38). I decessi sono arrivati a quota 9.484, con un incremento di 282 unità nelle ultime 24 ore.
Continua a leggere

Atterrati medici e infermieri dalla Romania: “Nel momento del bisogno un amico tende la mano”


Un team di undici medici e quattro infermieri inviati dalla Romania è atterrato all'aeroporto di Milano Linate. Saranno preso al lavoro in supporto dei sanitari della Asst di Lecco. "Nel momento del bisogno, un vero amico ti tende sempre una mano", ha scritto l'ambasciata romena in Italia. "È un gesto che rinnova l’amicizia", ha sottolineato il vicepresidente lombardo Fabrizio Sala, che ha ricordato "i 10 mila sanitari rumeni che già lavorano in Italia".
Continua a leggere

Il virologo Pregliasco: “Attenti alle patenti di immunità, test sierologici hanno validità relativa”


Discoteche chiuse, partite di calcio senza pubblico, bar e ristoranti con tavoli ad almeno due metri di distanza. Così sarà la "riapertura" dopo l'emergenza Coronavirus, secondo il virologo della Statale di Milano Fabrizio Pregliasco. "Ma non ci saranno subito zero casi, e il vero tema sarà pensare subito a nuove chiusure parziali in presenza di nuovi focolai", spiega il professore a Fanpage.it. Sui test sierologici per rilasciare "patenti di immunità": "Sono ancora da validare, ma non risolvono il problema, vanno fatti in tempi diversi e hanno sempre un margine di errore, di falsi positivi".
Continua a leggere

Milano, anziani morti al Pio Albergo Trivulzio, istituita una commissione di verifica


"Abbiamo dato mandato ad Ats Città metropolitana di Milano di istituire una Commissione di verifica per far chiarezza sui fatti avvenuti al Pio Albergo Trivulzio negli ultimi mesi". Lo hanno annunciato il governatore lombardo, Attilio Fontana, e l'assessore al Welfare, Giulio Gallera, spiegando di voler "analizzare ogni elemento con la massima trasparenza e dissipare ogni dubbio" sulle morti sospette di decine di anziani che, secondo le denunce di sindacalisti e dipendenti, sarebbero state sottostimate. Sull'accaduto la Procura di Milano ha aperto un fascicolo a carico di ignoti e il ministero della Salute ha annunciato l'invio di ispettori.
Continua a leggere

Il sindaco Sala: “L’Italia riparte se riparte la sua capitale economica e sociale: Milano”


"La ripartenza dell'Italia non può che avvenire dalla ripartenza della sua capitale economica e sociale: Milano". Gonfia il petto Beppe Sala nel videomessaggio quotidiano indirizzato ai milanesi dove, per l'occasione, ha confermato il concerto di Pasqua di Andrea Bocelli, visibile in streaming, e ha ribadito quante poche mascherine la Regione abbia messo a disposizione dei milanesi: circa 120mila, per ora.
Continua a leggere

L’epidemiologo dell’Unità di crisi lombarda: “Se Milano riparte, possibilità di un nuovo focolaio”


"Se Milano si rimette in moto senza cautele, la possibilità che esploda un nuovo focolaio c'è ed è maggiore che in altre zone". Questa la sentenza di Vittorio Demicheli, epidemiologo dell'Unità di crisi della Regione Lombardia, circa un'eventuale ripartenza precoce del capoluogo lombardo. "Per un po' dovremo rinunciare a partite allo stadio e concerti", ha detto.
Continua a leggere

Milano, prefetto smentisce De Corato: “Nessuna occupazione in case di anziani ricoverati per Covid”


In una nota il prefetto di Milano e l'Aler smentiscono l'assessore regionale alla Sicurezza della Lombardia Riccardo De Corato. L'ex vice sindaco di Milano aveva lanciato l'allarme, parlando di "nomadi che alloggiano abusivamente nelle case popolari degli anziani ricoverati per Coronavirus a Milano". "Non si evidenziano occupazioni di alloggi in assenza del legittimo inquilino", ha risposto la prefettura, aggiungendo che qualora ciò dovesse accadere "si procederà immediatamente allo sgombero".
Continua a leggere

Anziani morti al Pio Albergo Trivulzio, dopo l’invio degli ispettori Sala chiede chiarezza


Dopo la decisione del ministero della Salute di inviare gli ispettori al Pio Albergo Trivulzio, anche il sindaco di Milano Beppe Sala chiede chiarezza sulla gestione dello storico ente assistenziale milanese, accusato di aver occultato casi di Coronavirus mettendo a rischio gli ospiti della struttura. "Se dovessero confermare la situazione non trasparente le dimissioni dei responsabili sarebbero il minimo", ha detto Sala.
Continua a leggere

Da Vito a Roberto, la lista dei pazienti Covid dimessi nell’ultimo mese dal Niguarda


C'è una lista di nomi e cognomi che quotidianamente viene redatta negli ospedali lombardi che fa ben sperare, oltre che tirare un sospiro di sollievo a medici e infermieri e, perché no, strappargli qualche lacrimuccia di commozione. Si tratta dell'elenco di tutte le persone guarite dal Coronavirus che finalmente possono essere dimesse. E il Niguarda, su Instagram, ha pubblicato la sua: 15 dimissioni in 30 giorni. Una ogni 48 ore.
Continua a leggere

Nella prima settimana di aprile morti triplicati a Milano: oltre 700 decessi


Tra l'altro ieri, domenica 5 aprile, e ieri, a Milano si sono registrati 112 morti per Coronavirus. Il bollettino regionale dall'assessore Gallera parla chiaro: il dato dei decessi nel capoluogo lombardo è per quasi tre volte oltre la media e ciò significa che dopo Bergamo e Brescia, è Milano la città che presumibilmente verrà investita dalle morti per Covid nel prossimo periodo.
Continua a leggere

Milano, oltre 5.500 domande in un giorno per buoni spesa e aiuti alimentari


Sono oltre 5.500 le domande presentate per i buoni spesa messi a disposizione dal Comune di Milano per le famiglie in difficoltà a causa dell'emergenza coronavirus. Il numero altissimo di accessi nel primo giorno in cui era possibile fare richiesta ha mandato in tilt il portale dell'amministrazione comunale. In 70mila hanno visitato la pagina relativa agli aiuti alimentari. Circa 20mila famiglie potranno ricevere aiuti sotto forma di voucher o di derrate alimentari fino alla metà di giugno, come ha spiegato a Fanapage.it l’assessore milanese alle Politiche sociali, Gabriele Rabaiotti.
Continua a leggere

In Lombardia riaprono i mercati coperti: “Regole anti coronavirus come nei supermercati”


I mercati coperti della Lombardia potranno riaprire. Lo ha stabilito la Regione in un’ordinanza, a firma del governatore Attilio Fontana. Da domani potranno essere aperti "alle medesime condizioni che valgono per i supermercati”. Le associazioni di categoria e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, avevano chiesto questa misura per venire incontro alle esigenze dei commercianti e della popolazione.
Continua a leggere

Buccinasco, un altro morto e una bimba grave, il sindaco: “Siamo soli. Le mascherine? Non arrivano”


"Siamo da soli dall'inizio dell'emergenza": lo afferma a Fanpage.it Rino Pruiti, sindaco di Buccinasco, vicino Milano. "Anche oggi ci sono stati nuovi casi di Coronavirus, inclusa una bambina portata in ospedale con l'elisoccorso, e c'è stata purtroppo un'altra vittima. Eppure non tutti hanno compreso la gravità della situazione". Sulle mascherine rese obbligatorie e promesse dalla Regione Lombardia: "Non ci sono, né arriveranno, non abbiamo una classe dirigente all'altezza".
Continua a leggere

Milano, taxi si ribalta in un incidente con altri 2 veicoli: l’auto bianca finisce sui dissuasori


Poteva finire molto peggio ma, fortunatamente, l'incidente di oggi, lunedì 6 aprile, a Milano, non ha provocato feriti gravi o danni ad altre persone nei paraggi. Lo scontro che ha riguardato tre automobili all'altezza dell'incrocio tra via Calvairate e viale Molise, ha visto un taxi e due auto di privati scontrarsi. Ad avere la peggio, come si evince dalle foto, è stato il veicolo del servizio pubblico milanese, finito sul marciapiede all'angolo con via Lombroso sopra ai dissuasori.
Continua a leggere

Lombardia, c’è l’obbligo ma non le mascherine: l’ordinanza della Regione alimenta il caos


Prima di obbligare tutti i lombardi a uscire di casa con la mascherina, la Regione Lombardia avrebbe fatto bene a rendere disponibili i dispositivi di protezione, che invece nonostante gli annunci non si trovano. L'ultima ordinanza regionale è un pasticcio che alimenta il caos: l'indicazione di coprirsi naso e bocca con foulard o sciarpe, in mancanza della mascherina, è inoltre inutile e dannosa, perché rischia di far passare il messaggio che con una bandana davanti alla bocca si sia sicuri rispetto al virus.
Continua a leggere