Una 16enne è morta dopo essere stata dimessa dall’ospedale

La ragazza aveva accusato un malore, non stava bene da giorni e accusava perdite di peso. Ma era stata rimandata a casa dopo alcuni controlli.

Era appena stata dimessa dall’ospedale e rimandata a casa, dove i genitori l’hanno trovata morta nel suo letto, la mattina di sabato 15 febbraio. È la tragedia capitata a Montefiascone, in provincia di Viterbo a una ragazza di 16 anni. Sul decesso indagano ora i carabinieri. A quanto ricostruito finora, la sedicenne da una decina di giorni accusava problemi di salute e perdita di peso. In seguito a un malore era stata anche portata all’ospedale di Belcolle il 14 febbraio, e dopo alcuni controlli dimessa. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. I carabinieri hanno eseguito un sopralluogo nell’abitazione. Per verificare le cause del decesso, sul quale indaga anche la procura di Viterbo che ha deciso di procedere per omicidio colposo, sono stati disposti accertamenti.

IMMEDIATO AUDIT CLINICO

«È stato immediatamente disposto dal Sistema sanitario regionale l’audit clinico sul decesso della una giovane per verificare le procedure cliniche eseguite presso l’ospedale prima delle dimissioni. L’Azienda sanitaria di Viterbo è a completa disposizione dell’autorità giudiziaria per stabilire le cause del decesso». Lo ha dichiarato in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Il procedimento, coordinato dal Procuratore Paolo Auriemma, è al momento contro ignoti. Gli inquirenti hanno disposto l’autopsia che verrà svolta martedì presso l’ospedale di Viterbo. Contestualmente verranno raccolti i dati relativi allo stato di salute della ragazza.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it