Una panchina rossa per ricordare Annetta Gentile L’iniziativa del centro antiviolenza la Ginestra

SANTA MARIA DEL CEDRO (COSENZA) - Una panchina rossa per ricordare Annetta Gentile giovanissima donna, cittadina di S. Maria del Cedro, vittima della violenza di genere nel 1996 quando fu strappata alla vita ed all’amore dei suoi cari.

Protagonista dell'iniziativa è il centro antiviolenza La Ginestra, Sportello Rosa del Comune di Diamante assieme al Comune di S. Maria del Cedro che ha accettato con entusiasmo la proposta dello Sportello Antiviolenza di installare sul territorio una panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza sulle donne.

«La panchina rossa - si legge in una nota - sarà posta in un luogo di grande visibilità, in Piazza Agorà della Frazione Marcellina, in modo che chiunque passi possa riflettere su un tema troppo spesso sottovalutato. Quella voluta dalla Ginestra e dall’Amministrazione Comunale sarà una panchina rossa dedicata alla memoria di Annetta Gentile».

Teresa Sposato, Presidente della Ginestra, ha rimarcato come «quella panchina rossa sarà lì, nella vita di tutti i giorni e non sarà una panchina vuota. Sarà la panchina occupata da una donna che non c’è più: Annetta Gentile, il cui ricordo è sempre vivo nell’amore dei suoi cari e di tutti coloro che l’hanno conosciuta. Da quella panchina Annetta attirerà l’attenzione delle persone e ricorderà a tutti, soprattutto alle nuove generazioni, che è indispensabile prevenire e contrastare la violenza sulle donne». 

La panchina rossa posta in Piazza Agorà non sarà solo un monumento a ricordo di una giovanissima vittima di femminicidio, ma sarà soprattutto «la testimonianza tangibile della lotta alla violenza di genere di cui, ormai da tempo, l’Associazione La Ginestra si è fatta portavoce. L’associazione, infatti, è fortemente impegnata sul territorio per dare voce a chi non ne ha, mantenendo alta l’attenzione su di un tema che riguarda tutti, nessuno escluso, e che solo una presa di coscienza collettiva, stimolata dalla prevenzione e dall’informazione, può aiutare ad arginare».

L'inaugurazione della panchina si terrà lunedì 29 ottobre alle 10 nella Frazione Marcellina del Comune di S. Maria del Cedro, presso la Casa di Laos – Piazza Agorà.

All'appuntamento saranno presenti i familiari di Annetta Gentile, il sindaco di Santa Maria del Cedro Ugo Vetere, l’assessore alla Cultura Emanuela Dito, l’assessore alle politiche sociali Roberta Rizzo, la Presidente dell’Associazione “La Ginestra” Teresa Sposato, Maria Francesca Papa psicologa della Ginestra, il Questore di Cosenza Giovanna Petrocca. Saranno inoltre presenti i genitori di Roberta Lanzino, Daniele Nardone capitano della Compagnia Carabinieri di Scalea e Sergio Caruso, criminologo della Ginestra.

A moderare gli interventi dell’incontro sarà la giornalista Francesca Lagatta.

«La panchina rossa - ha concluso Teresa Sposato - deve essere il simbolo di contrasto alla violenza, deve infondere coraggio alla denuncia a tutte quelle donne che non hanno voce per paura di non essere credute, di rimanere da sole, e nel contempo deve smuovere le coscienze della gente che sono a conoscenza delle violenze e preferiscono tacere, ignorando che l'indifferenza uccide per la seconda volta».

Povertà, la tecnologia per donare il cibo in scadenza Progetto a Cosenza per le persone più bisognose

COSENZA - Il Comune di Cosenza avvierà, a breve, la sperimentazione di una nuova tecnologia che troverà applicazione nel settore del welfare per il riutilizzo, a beneficio dei singoli o dei nuclei familiari bisognosi, delle scorte di cibo prossime alla scadenza della grande distribuzione.

La sperimentazione, è scritto in una nota del Comune, sarà possibile grazie ad un accordo tra Amministrazione comunale, Ntt Data (multinazionale giapponese nell’ambito della Consulenza e dei Servizi IT, con sede anche a Cosenza) e Università della Calabria.

«Si tratta - è scritto nella nota - del primo esperimento su scala nazionale che avrà Cosenza come città campione. Per lo sviluppo di questo software particolare, NTT DATA adotta la tecnologia Blockchain, grazie alla quale si potranno certificare le donazioni di cibo da parte di supermercati, mense e negozi, destinate, attraverso le associazioni di volontariato, al sostegno delle fasce di popolazione più bisognose. Il vantaggio sarà duplice: per il Comune che, attraverso la tracciabilità garantita dalla sperimentazione e la immodificabilità dei dati informatici, potrà dare attuazione alla legge sugli sprechi alimentari e per chi conferisce le scorte alimentari che potrà beneficiare di importanti sgravi fiscali (sulla Tari/Tarsu che per i supermercati rappresenta l’imposta più pesante). Tra gli altri vantaggi del progetto anche la maggiore disponibilità di risorse per le associazioni od organizzazioni di volontariato; una risposta più efficace alle aspettative delle classi più svantaggiate; la riduzione della quantità di rifiuti da smaltire, come miglioria dell’azione amministrativa del Comune».

L’Università della Calabria, con il dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica e gestionale, ha messo a punto la metodologia ed il modello matematico che rappresenta il motore interno della piattaforma basata sulla tecnologia blockchain. 

Odore del partner riduce stress e malessere donne La ricerca compiuta dall’Università di Catanzaro

CATANZARO - L’odore del partner riduce lo stress e il malessere nelle donne, quando la relazione è di lungo corso, "sicura". Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Physiology & Behavior e condotto tra Università di Stoccolma, Università "Magna Graecia" di Catanzaro, Karolinska Institutet di Stoccolma, Monell Chemical Senses Center, Philadelphia, e University of Pennsylvania, Philadelphia.

Gli esperti hanno coinvolto 34 donne sottoponendole a un fattore di stress (una piccola scossa elettrica) e poi facendo odorare loro o la maglietta (non lavata) del partner o quella di una persona di controllo. Gli esperti hanno misurato i livelli di malessere psicologico (con dei questionari) e fisiologico con un test classico di misura della cosiddetta 'conduttanza elettricà della pelle.

Ebbene è emerso che il malessere e lo stress erano ridotti quando le donne in una relazione stabile potevano odorare la t-shirt del partner dopo aver subito la lieve scossa elettrica, rispetto a stress e fastidio "misurati" quando lei odorava la maglietta di uno sconosciuto.

Il 7 novembre i presidenti Mattarella e Meta (Albania) saranno a San Demetrio Corone nel Cosentino

COSENZA - Il prossimo 7 novembre il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ed il Presidente della Repubblica d’Albania, Ilir Meta, saranno presenti a San Demetrio Corone, comunità arbëreshë, «per sancire ulteriormente il legame esistente tra i due popoli».

A darne notizia con un comunicato, è la Prefettura di Cosenza. I presidenti Mattarella e Meta, secondo quanto riferisce ancora la Prefettura, saranno a San Demetrio Corone in occasione della cerimonia commemorativa del 550esimo anniversario della morte di Giorgio Castriota Skanderberg, padre dell’Albania. La cerimonia avrà luogo nel «Collegio Italo Albanese Sant'Adriano», scelto per il ruolo che l’istituto ha svolto nel Risorgimento italiano ed in quello albanese.

Festival del Fumetto a Cosenza, il giorno del cosplay Pubblico incuriosito tra maschere e disegnatori

COSENZA - Domenica a Cosenza con la dodicesima edizione del Festival le strade del paesaggio che ospita, anche quest’anno, la tradizionale gara di cosplay. Decina di appassionati di questa nuova forma d’arte che unisce la passione per i persanaggi di Fumetto, serie tv e anime, con quella per il teatro è la recitazione si sono incontrati, vestiti di tutto punto, tra le mura del Castello Svevo, per gareggiare tra di loro. Tanta la curiosità per scoprire anche chi sarà il miglior interprete e quale il costume vincente.

LEGGI LA NOTIZIA DELL'APERTURA CON FOTO E VIDEO

Molti gli ospiti di questa giornata del Festival del Fumetto. Tra loro, Miguel Angel Martin, fumettista spagnolo di fama internazionale, ospite della redazione mobile del Quotidiano del Sud (GUARDA IL VIDEO), all’opera con il suo stile unico, grottesco ed evocativo.

LA SECONDA GIORNATA DEL FESTIVAL

Altro ospite della redazione mobile del Quotidiano del Sud è stato Sergio Gerasi, vincitore del Premio Andrea Pazienza 2018, impegnato per il Quotidiano a disegnare Dylan Dog (GUARDA IL VIDEO), personaggio della Sergio Bonelli Editore creato da Tiziano Sclavi. Gerasi, oltre che disegnare storie per "L’Indagatore dell’incubo", ha prestato la propria arte anche per la serie Mercurio Loi. È inoltre autore unico di "Un Romantico a Milano", volume targato Bao Publishing, con il quale ha vinto il Premio Pazienza.


 

Anche Massimiliano Veltri ospite della redazione mobile del Quotidiano del Sud. Veltri è un fumettista di Cosenza, che ha collaborato con i grandi nomi dell’editoria internazionale, come la Marvel, casa editrice per cui ha disegnato alcuni numero di Uncanny X-Men. Per il Quotidiano, durante il festival le strade del Paesaggio ha realizzato uno sketch raffigurante uno dei personaggi di Marathon, graphic Novel realizzata con lo sceneggiatore Lucio Perrimezzi e pubblicata da Newton&Compton Comics.

Povertà, per i cittadini bisognosi arrivano i “gettoni” Iniziativa del Comune di Cosenza: la moneta “Bruzi”

COSENZA - Non più buoni spesa, ma "gettoni", cioè monete in metallo del valore di 20 euro ciascuna, denominate "Bruzi". É la forma alternativa che il Comune di Cosenza ha studiato per venire incontro alle richieste di sussidi economici da parte dei cittadini non abbienti. Lo ha stabilito una delibera adottata dalla Giunta, guidata dal sindaco Mario Occhiuto, su proposta dell’assessore ai Tributi e all’Innovazione, Lino Di Nardo, con la quale sono state approvate le linee di indirizzo per l’utilizzo di forme alternative ai buoni spesa.

L’amministrazione comunale, nel corso dell’anno e, in particolare nel periodo delle festività natalizie, erogherà alle famiglie meno abbienti e bisognose gettoni che provvederà appositamente a coniare e che saranno concessi ai nuclei familiari che ne faranno richiesta partecipando ad un apposito avviso pubblico.

Il nucleo familiare richiedente dovrà comprovare lo stato di indigenza e di bisogno attraverso la dichiarazione Isee relativa ai redditi del 2017 con valore della situazione economica equivalente, determinata ai sensi di legge, fino ad un massimo di mille euro.

A Catanzaro via libera al Piano del colore Ecco come cambierà il volto dei vari quartieri

CATANZARO - Il Piano del Colore muterà la visuale della città. Il progetto è stato pensato e stilato dall'architetto internazionale Fabio Rotella per restituire al capoluogo le cromie di una tipica città mediterranea. Finirà la prevalenza del giallo.

Nel centro si punta sui colori legati alla terra, quindi quelli tenui come il grigio, tortora e bianco. A Lido «per cambiare pelle al Lungomare», ci saranno i colori della costa: i verdi, l'azzurro e il bianco. Il concetto artistico di «maquillage» dell'architettura si completerà con l'inserimento di decorazioni che andranno a coprire le brutture degli edifici.


 

L'operazione di catalogazione è stata molto lunga perché, nel centro, è stato fatto il completo censimento dei palazzi con specifiche schede sulle condizioni dell'intonaco e gli errori architettonici da correggere.

L'articolo completo sarà disponibile nell'edizione cartacea de il Quotidiano del Sud di giovedì 20 settembre.