Il retroscena dopo il rinnovo di Pedri: “Senza di noi avrebbe giocato in terza serie”


Pedri è diventato il primo giocatore al mondo ad aver firmato una clausola rescissoria pari a 1 miliardo di euro. Il suo rinnovo contrattuale con il Barcellona è stato firmato fino al 30 giugno 2026. Motivo di grande orgoglio per il presidente Laporta anche se c'è chi si prende tutti i meriti: "Se non fosse stato per noi avrebbe giocato in terza serie".
Continua a leggere

Vlahovic rompe con la Fiorentina, è guerra fredda: “Non parliamo più con la società”


Il rinnovo di Dusan Vlahovic con la Fiorentina è arrivato a un punto di svolta. Rocco Commisso aveva dichiarato recentemente che non era stata raggiunta l'intesa con il giocatore serbo. Oggi l'ennesimo capitolo di questa vicenda che sembra non avere altre vie di fughe se non la separazione tra le parti: "Non parleremo più con la società".
Continua a leggere

Il Barcellona blinda Pedri allontanando gli sceicchi: clausola rescissoria da 1000 milioni


Il Barcellona è un passo dal rinnovo contrattuale del talento classe 2002, Pedri. Il centrocampista spagnolo, inserito anche nella lista dei 30 finalisti per la corsa al Pallone d'Oro, è pronto a firmare fino al 2026 con il club catalano. Laporta ha deciso di cautelarsi inserendo nel contratto una clausola rescissoria da 1000 milioni di euro.
Continua a leggere

La follia della Francia: fino a 4 mesi fa giocava senza Benzema e Theo Hernandez per scelta


La Francia ha rinunciato a Benzema e Theo Hernandez fino agli ultimi quattro mesi. Deschamps aveva deciso di non convocare l'attaccante del Real Madrid negli ultimi 6 anni mentre il terzino sinistro del Milan non indossava la maglia della Francia dal 2017. Entrambi per motivi disciplinari. Entrambi sono stati decisivi per la vittoria della Nations League.
Continua a leggere

Il sogno infranto di Laporta su Messi: “Ho sperato mi dicesse che avrebbe giocato gratis al Barça”


In una recente intervista, il presidente del Barcellona Joan Laporta è tornato a parlare dell'addio di Leo Messi: "Ho sperato dicesse che restava qui da noi anche gratis, lo avrei ripagato una volta messi a posto i conti. Deluso o arrabbiato? No, c'è rammarico ma è la legge del calcio: vince chi fa l'offerta migliore"
Continua a leggere

L’ultima disperata telefonata della Juve ad Aguero: “Hanno cercato di convincerlo in tutti i modi”


Prima dell'addio di Cristiano Ronaldo ma soprattutto dopo la cessione ufficiale del portoghese al Manchester United, la Juventus ha provato in tutti i modi a ingaggiare Sergio Aguero. L'indiscrezione riportata dal quotidiano spagnolo 'Sport' riporta l'ultimo disperato affondo dei bianconeri per cercare di prendere El Kun nell'ultimo giorno di mercato.
Continua a leggere

Koeman salvato dall’esonero, chi ha convinto Laporta e l’ultimatum: Barcellona sempre più nel caos


La situazione del Barcellona è sempre più complicata. Nelle scorse ore è emerso che Laporta aveva deciso di esonerare Ronald Koeman dopo la pesante sconfitta col Benfica ma un colloquio gli avrebbe fatto cambiare idea: prima della gara di Liga di sabato sarebbe stato stipulato un patto e le sorti del tecnico sono appese ai risultati che arriveranno dalle prossime tre partite.
Continua a leggere

Il messaggio di Suarez con il gesto del telefono dopo il gol al Barça: “Il mio numero è lo stesso”


Luis Suarez si preso la rivincita su Koeman e Bartomeu con la rete del 2-0 in Atletico Madrid-Barcellona. L'attaccante uruguagio dopo aver battuto ter Stegen ha prima chiesto scusa ai suoi ex tifosi e poi ha mimato il gesto del telefono: "Le persone devono sapere che ho ancora lo stesso numero di telefono, se vogliono usarlo". A chi era diretto il messaggio del Pistolero?
Continua a leggere

Dai social al debutto in campionato: il popolare influencer realizza il suo sogno


Il classe 2000 ha un milione di followers su TikTok e organizza live chat su Twitch. Si è laureato in Marketing durante la sua parentesi calcistica negli Stati Uniti e sta seguendo corsi universitari di Scienze Motorie. Intanto domenica ha realizzato il sogno che aveva sin da bambino e che ha condiviso con la sua community: debuttare in Liga con la maglia della sua squadra del cuore, il Cadice. Dopo aver preso il posto del suo idolo Negredo nella sfida contro il Valencia i suoi profili social stanno spopolando.
Continua a leggere

Vendetta perfetta, Suarez affonda il Barcellona di Koeman: l’Atletico domina e vince 2-0


La vendetta di Luis Suarez sul Barcellona e su Ronald Koeman si consuma nel modo migliore possibile. L'Atletico Madrid ha battuto per 2-0 i catalani grazie alle reti del Pistolero e di Lemar con una prestazione intensa nella prima parte e più accorta nella ripresa. Prima sconfitta nella Liga per i Culé e situazione sempre più complessa in casa Barça.
Continua a leggere

Nel Barcellona c’è chi rema contro: “In atto una guerra interna, i giocatori sentono tutto”


Il Barcellona sta vivendo un momento molto difficile e dopo la sconfitta fragorosa per 3-0 contro il Benfica in Champions League la situazione è precipitata. Il rapporto tra Laporta e Koeman sarebbe inesistente e l'ultimatum per il tecnico olandese sarebbe la trasferta al Wanda Metropolitano contro l'Atletico Madrid, nonostante qualcuno dice che il suo destino sia già segnato.
Continua a leggere

Koeman in bilico sull’esonero. C’è un nome a sorpresa per la panchina del Barcellona


Ronald Koeman resterà sulla panchina del Barcellona almeno fino alla sfida con l'Atletico Madrid. Il 3-0 incassato dal Benfica, l'ultimo posto nel girone con una differenza reti imbarazzante (zero punti, -6) sono numeri umilianti per il club catalano. La società ha già individuati i sostituti: oltre a Pirlo c'è una rosa di candidati di altri tre nomi.
Continua a leggere

L’intervista di Ansu Fati lascia attoniti i tifosi del Barcellona: “È quella voce, è posseduto”


Ansu Fati è tornato al gol con la maglia del Barcellona nel giorno del suo ritorno in campo dopo 10 mesi di assenza per infortunio. Il 18enne attaccante guineano naturalizzato spagnolo ha fatto esplodere il Camp Nou segnando la rete del 3-0 al Levante. Nel dopo partita è successo qualcosa che appartiene alla sfera del mistico: tifosi blaugrana impazziti.
Continua a leggere

Ansu Fati vive una favola: torna e fa gol dopo un calvario di 10 mesi e quattro operazioni


Dopo un inferno durato 10 mesi, è iniziata la nuova vita di Ansu Fati. Al rientro dopo il lungo infortunio e il complesso recupero, accompagnato da quattro interventi chirurgici, il talento spagnolo ha impiegato solo 15 minuti a trovare il gol in Barcellona-Levante, con la maglia numero 10 sulle spalle: "Abbiamo sofferto tanto".
Continua a leggere

Busquets esagera: gesto antisportivo all’ultimo secondo, salva il Barcellona con una furbata


Nell'ultimo match di Liga il Barcellona ha pareggiato 0-0 sul campo del Cadice, ma a salvare i blaugrana dalla clamorosa sconfitta è stato un gesto antisportivo di Sergio Busquets che ha tirato un secondo pallone contro un avversario per fermarne l'azione offensiva. Comportamento quello del centrocampista spagnolo che ha sollevato numerose polemiche.
Continua a leggere

Benzema a livelli mostruosi: “Se il Pallone d’Oro è un premio serio, deve andare a lui”


Anche mercoledì sera Karim Benzema ha dipinto calcio con la maglia del Real Madrid, mettendo a segno una rete e due assist nel 6-1 della squadra di Ancelotti al Maiorca. Le merengue sono in vetta alla classifica ed il bomber francese è il loro trascinatore: "Continua a giocare a pallone come gli angeli". E cresce il partito di chi vorrebbe che quest'anno gli sia assegnato il Pallone d'Oro.
Continua a leggere

La rivincita di Falcao snobbato dalle big: gioca 35 minuti e il Rayo Vallecano è in zona Champions


Radamel Falcao si sta prendendo una bella rivincita in Europa. Snobbato dalle big, nonostante fosse svincolato, l'attaccante colombiano ha accettato l'offerta del Rayo Vallecano e il suo inizio di stagione è a dir poco straordinario. Ieri, il gol decisivo contro l'Athletic Bilbao che ha regalato tre punti e il quarto posto alla sua squadra. In totale ha giocato solo 35 minuti da quando è tornato in Liga.
Continua a leggere

Il Siviglia licenzia un calciatore per pessima forma fisica e scarsa professionalità


Joris Gnagnon non è più un calciatore del Siviglia. Il calciatore francese con cittadinanza ivoriana è stato licenziato per mancanza di professionalità e per pessima forma fisica dopo diversi richiami da parte della società sul suo stile di vita. Arrivato nel 2018 in Spagna, il classe 1997 non si è mai ambientato e l'epilogo della sua esperienza andalusa è stato anticipato rispetto al contratto.
Continua a leggere

Barcellona senza pace, scoppia un nuovo caso: “Laporta ha parlato troppo”


Il Barcellona non riesce ancora a trovare la giusta serenità. Il club catalano, dopo la vicenda legata alla difficile condizione economica della società e alla dolorosa partenza di Lionel Messi finito al PSG, deve fare i conti con un'altra grana da risolvere. Un problema che potrebbe condizionare l'intera stagione e che vede protagonista il presidente Laporta: "Ha parlato troppo".
Continua a leggere

Vinicius Jr festeggia il gol con i tifosi in tribuna: per riportarlo in campo interviene la Polizia


Vinicius Jr. fa impazzire il Real Madrid e i suoi tifosi. Il calciatore brasiliano ha firmato la rete del sorpasso per la squadra di Carlo Ancelotti e ha deciso di andare a festeggiare nella tribuna del Santiago Bernabeu con i tifosi il suo gol: per riportarlo in campo è dovuta intervenire la polizia presente ai bordi del rettangolo verde.
Continua a leggere

“Voglio rescindere il contratto”: il documento con cui Messi chiese di andare via dal Barcellona


In esclusiva, il Mundo Deportivo ha pubblicato il fax con cui Leo Messi aveva chiesto ufficialmente di essere ceduto dal Barcellona. Datato 24 agosto 2020, l'argentino fece richiesta formale per liberarsi dal club annoverando tra le motivazioni il mancato rispetto delle scadenze concordate. Poi, tutto finì in un nulla di fatto. Fino all'estate 2021.
Continua a leggere

La nuova vita di Javier Pastore, è ufficiale: El Flaco riparte dalla Liga


Javier Pastore ha ricominciato dalla Spagna dopo la sua separazione dalla Roma. Il fantasista argentino, che ha risolto consensualmente il suo contratto con i giallorossi, ha ricominciato dalla Liga il suo percorso calcistico. Contratto fino al 2022 per El Flaco che con il club capitolino ha totalizzato 37 presenze 4 gol e 3 assist.
Continua a leggere