L’ira di Napoli: D’Alessio, Stasi, Naddeo e Gallo ora fuori dalla maggioranza

di Andrea Pellegrino

Stavolta le conseguenze politiche non sono mancate. Il voto ribelle dei quattro consiglieri comunali ha fatto infuriare il sindaco Napoli e alcuni colleghi di maggioranza. Sul patibolo (politico) ci sono Antonio D’Alessio, Corrado Naddeo, Leonardo Gallo e Pietro Stasi, tutti responsabili della bocciatura alla modifica statutaria che aboliva la figura del difensore civico. Un vertice di maggioranza al termine della seduta consiliare che ha chiuso le porte proprio ai quattro consiglieri comunali. La linea è quella dell’esclusione e non solo, a quanto pare, per l’ultima votazione. D’altronde da tempo ormai i quattro appartenenti a gruppi politici differenti non nascondono insofferenza nei confronti dell’amministrazione comunale. Solo durante la scorsa seduta giunsero da D’Alessio, Naddeo e Gallo diverse accuse a gran parte dell’impianto amministrativo e gestionale dell’era Napoli. Ieri mattina lo strappo definitivo con il voto sfavorevole alla modifica dello statuto comunale che di fatto ha messo ko la maggioranza.

Consiglia