«Il termovalorizzatore? Tra le soluzioni possibili»

di Andrea Pellegrino

Attenzione all’ambiente, alla green economy, uno sforzo in più da parte del ministro Costa e un omaggio ad Angelo Vassallo, protagonista del miracolo di Pollica. La giornata salernitana di Ermete Realacci, ex numero uno di Legambiente e già deputato inizia con un caffè nel centro di Salerno. Poi in serata è a Scala a parlare di piccoli comuni e della legge approvata ma ancora non messa in pratica fortemente voluta dall’ex deputato dem Tino Iannuzzi. Ed è proprio con Iannuzzi che Realacci ripropone il riconoscimento e la valorizzazione dei piccoli comuni d’Italia. Nel segno proprio di Angelo Vassallo. Un appello al nuovo governo giallorosso, proprio nel giorno della fiducia alla Camera dei deputati.

Onorevole Realacci ci siamo. Un nuovo governo che nasce. Una intesa tra Pd e Movimento 5 Stelle

«L’Italia ha bisogno di cambiare clima, abbandonando quello aggressivo in cu prevale in rancore. Affrontare la crisi economica o temi legati alla sicurezza necessita di un clima più tranquillo: mi auguro che da questo punto di vista il nuovo governo rappresenti la svolta ma occorre verificarlo».

Ci sono punti di contatto (programmatici) tra Pd e Movimento 5 Stelle tali da far reggere il governo nel lungo periodo?

«C’erano anche prima a mio avviso. Uno dei temi, comunque, può essere quello della sensibilità ambientale che non significa dire no a tutto ma avere una idea di futuro sulla Green economy e sulla qualità della vita. Iniziamo a partire dai nostri punti di forza: made in Italy, agricoltura, le materie prime. Ecco abbiamo un patrimonio da difendere, compreso i piccoli comuni».

A proposito di ambiente, in Campania si rischia una nuova emergenza rifiuti.

«Una soluzione va trovata e va ricercata nella raccolta differenziata e nella buona amministrazione del proprio territorio. E’ prendo di esempio proprio Angelo Vassallo che nella sua Pollica aveva raggiunto oltre il 70 per cento della differenziata. C’è naturalmente un problema di impiantistica che non riguarda solo la Campania ma l’intero Sud ma anche Roma è praticamente priva di impianti».

Ma escludendo i termovalorizzatori?

«Il termovalorizzatore può essere un pezzo di soluzione al problema ma a ciò va aggiunta anche l’altra impiantistica di supporto o impianti di trattamento che trasformano i rifiuti in fertilizzante»

Un giudizio sul ministro all’ambiente Sergio Costa?

«E’ una brava persona però penso che possa fare molto di più per dare concretezza alle cose. Penso ai decreti per l’utilizzo delle materie prime».

Infine Angelo Vassallo nei giorni in cui ricorre l’anniversario dell’uccisione.

«Angelo Vassallo era anche un amico, io 10 giorni prima dell’omicidio era a cena con lui. Angelo era uno che aveva un’idea ambiziosa del futuro del suo territorio perché lo amava molto. Pollica ed Acciaroli erano i posti più belli del Mondo. Saluto con affetto la straordinaria moglie Angelina, che convive con il dolore anche per il mancato successo delle indagini su chi lo ha ammazzato. Angelo ha fatto la storia di quel territorio. Ci manca moltissimo».

Consiglia