Inter, la clausola di Lautaro Martinez è scaduta ieri ma il Barcellona lavora per l’acquisto del Toro


Ieri è scaduto il termine per acquistare Lautaro Martinez grazie alla clausola rescissoria stabilita dall'Inter di 111 milioni di euro ma il Barcellona ha fatto capire che il nome dell'attaccante nerazzurro è in cima alla lista della spesa del club spagnolo e i prossimi mesi saranno importanti per capire la volontà del calciatore e l'evoluzione di una ipotetica trattativa.
Continua a leggere

Lotta scudetto aperta: il calendario di Juventus, Lazio, Inter e Atalanta a confronto


La sconfitta clamorosa di San Siro contro il Milan (4-2 in rimonta) lascia la Juventus con un buon margine di vantaggio sulla Lazio ma i risultati di questa sera di Inter e Atalanta possono accorciare ancora il gap dalla vetta. Sabato prossimo c'è il big match tra i bianconeri e la squadra di Gasperini: se la "dea" fa il colpo a Torino lo scudetto torna in discussione.
Continua a leggere

Lautaro Martinez, oggi scade la clausola. Il Barça: “Ne parliamo a fine campionato”


La clausola da 111 milioni di euro, prevista dall'Inter per cedere Lautaro Martinez, scadrà oggi. Il Barcellona preme per l'acquisto dell'attaccante argentino e tramite le parole del patron Bartomeu, preannuncia un'offerta. Nel frattempo Suning non si muove dalla sua richiesta iniziale per lasciar partire il giocatore.
Continua a leggere

Conte “fa il mercato” dell’Inter: quattro nomi per una squadra più forte


Emerson Palmieri, Arturo Vidal, Edin Dzeko e Sandro Tonali i nomi in cima alla lista delle preferenze di Antonio Conte per la prossima stagione. Il prossimo mercato non può prescindere dalla rivoluzione in rosa, a cominciare dal centrocampo dove in cinque verranno sacrificati. In attacco il tecnico ha chiesto qualità ed esperienza, rispolverando il "vecchio" bomber della Roma.
Continua a leggere

Dopo le urla Antonio Conte ha chiesto all’Inter l’ennesima rivoluzione


Mercato, investimenti e un'Europa League che resta per "salvare" la stagione. Antonio Conte è in fibrillazione: ha urlato con la squadra, alcuni calciatori sono finiti nel mirino, ha mostrato insoddisfazione come ai tempi del "ristorante da 100 euro" a Torino. Comunque vada sarà rivoluzione ma metterla in atto non sarà così agevole.
Continua a leggere

Infortunio Barella, brutte notizie per l’Inter di Conte: rientro non prima di una settimana


L'infortunio di Barella complica ancora i piani di Conte. Al centrocampista dell'Inter, sottoposto a nuovi esami questa mattina, è stata riscontrata una distrazione muscolare agli adduttori della coscia destra. L'ex Cagliari aveva già saltato la sfida (poi persa 2-1 dai nerazzurri) contro il Bologna. Salterà le gare contro Verona e Torino.
Continua a leggere

Inter, cos’è successo sul rigore sbagliato da Lautaro? “È colpa di Lukaku, era lui il rigorista”


In Inter-Bologna il rigorista Romelu Lukaku ha ceduto il rigore del possibile 2-0 al compagno di reparto Lautaro Martinez che si è fatto ipnotizzare da Skorupski. Chi ha sbagliato? Di chi è la responsabilità nell'episodio che di fatto ha ridato fiducia agli emiliani, capaci poi di ribaltare il risultato? Paolo Di Canio non ha dubbi e punta il dito contro il bomber belga.
Continua a leggere

Inter, lo sfogo di Conte: “Siamo tutti in discussione. Io, primo responsabile”


La sconfitta dell'Inter in casa contro il Bologna ha scatenato rabbia e delusione tra i nerazzurri. Dopo un colloquio con la squadra di oltre un'ora - al quale era presente anche Marotta - il tecnico ha parlato in conferenza stampa: Sono stato chiamato qui per un progetto vincente e per riportare l'Inter a vincere. Pensi di essere a un livello e invece sei a uno molto più basso".
Continua a leggere

Inter-Bologna, la gaffe dell’arbitro Pairetto: fischia tre volte alla fine del primo tempo


L'arbitro di Bologna-Inter Luca Pairetto si è reso protagonista di una simpatica gaffe nel finale del primo tempo del match. Nel decretare la conclusione dei primi 45' il direttore di gara, figlio d'arte, ha fischiato per tre volte, come si fa invece in occasione della fine del match. Immediatamente accortosi dell'errore, si è lasciato andare ad una risata.
Continua a leggere

Inter, infortunio per Barella: risentimento muscolare, domani gli esami clinici


Nicolò Barella a causa di un risentimento muscolare non è stato convocato da Antonio Conte e il centrocampista sardo dell'Inter domani verrà sottoposto a esami clinici e strumentali. Ennesimo infortunio in casa Inter dopo quelli di Sensi, Brozovic, che oggi è rientrato dopo il problema accusato subito prima della gara con la Sampdoria; e Moses.
Continua a leggere

Gresko, la passione per il teatro e il dramma del 5 maggio 2002: “Mi hanno massacrato”


L'ex difensore dell'Inter, tra i maggiori colpevoli della famosa disfatta nerazzurra contro la Lazio, gestisce oggi un teatro in Slovacchia: "È solo un hobby e mi diverte. In realtà alleno i ragazzi Under 15 e voglio studiare per prendere la licenza Euro Pro. Il 5 maggio 2002? Si vince e si perde tutti insieme, e anch'io ho sbagliato. Ma potrei menzionare tante altre cose che ci hanno impedito di vincere quell’anno".
Continua a leggere

Gigi Simoni, l’Inter lo ricorda con un’intervista inedita: “Ronaldo era davvero un fenomeno”


Gigi Simoni è scomparso lo scorso 22 maggio, aveva 81 anni. L'Inter, che allenò per un anno e mezzo, lo ha voluto ricordare pubblicando un'intervista inedita. Simoni esaltò Ronaldo, Zanetti e Bergomi e disse: "Mi hanno sempre detto che allenare l'Inter sarebbe stato complicato. Per me è stata la cosa più semplice e naturale".
Continua a leggere

Vendere Icardi a prezzo di saldo e fare comunque un affare: l’Inter ci è riuscita


Il 13 febbraio 2019 l'Inter si è ritrovata con il suo calciatore più rappresentativo fuori rosa, degradato dal ruolo di capitano, ai margini dello spogliatoio, inevitabilmente sul mercato ed evidentemente svalutato. Un prezioso complemento d'arredo nelle stanze di Appiano Gentile. La cessione di Mauro Icardi per oltre 50 milioni, in piena pandemia, è un affare per il PSG ma anche per i nerazzurri.
Continua a leggere

Icardi al PSG con la clausola anti-Juve: l’Inter si tutela con 15 milioni


L'Inter ha definito con il Paris Saint-Germain la cessione di Mauro Icardi a titolo definitivo: dopo il prestito nell'ultima stagione, l'accordo per il riscatto è stato trovato sulla base di 50 milioni più otto di bonus. Nell'intesa anche una clausola anti-Juve: in caso di cessione ai bianconeri, all'Inter andranno 15 milioni in più.
Continua a leggere

Inter, da Lautaro Martinez a Tonali: Ausilio fa il punto sulle trattative di mercato


Il direttore sportivo dell'Inter, Ausilio, parla del mercato dell'Inter e delle possibili scelte da compiere nelle prossima estate. Il nome più caldo è quello di Lautaro Martinez, col Barça che non rinuncia all'argentino. La posizione del club è chiara: "Non svendiamo il giocatore, costa quanto i 111 milioni della clausola". Su Cavani e Vidal aggiunge: "Non sono un'opportunità al momento". Tonali: "È da Inter poi bisogna vedere qual è il prezzo".
Continua a leggere

Mercato Inter, Ausilio: “Non vogliamo vendere Lautaro. Se parte è solo per la clausola”


Il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, ha dichiarato che l'Inter non pensa a cedere Lautaro Martinez, che è da tempo un obiettivo di mercato del Barcellona. Ma al tempo stesso Ausilio ha fatto capire che, nonostante le volontà del club di Suning, il giocatore potrebbe andare via a causa della clausola da 111 milioni di euro.
Continua a leggere

Il Psg tratta con l’Inter per il riscatto di Icardi: tutti gli scenari


Entro domenica 31 maggio il Paris Saint-Germain deve esercitare il diritto di riscatto per Mauro Icardi. La somma pattuita al momento del prestito è di 70 milioni ma i club trattano intorno a una proposta differente. Cosa accadrebbe qualora non fosse possibile arrivare a un accordo? Ecco tutti gli scenari ma l'argentino non potrà tornare in campo prima della prossima stagione.
Continua a leggere

Ronaldo ricorda Gigi Simoni: “Un maestro saggio e buono, insieme dovevamo vincere di più”


Anche l'ex Fenomeno Ronaldo ha voluto ricordare Gigi Simoni, a poche ore dalla notizia della sua morte. L'ex centravanti dell'Inter ha postato sui social una foto del suo allenatore ai tempi dell'Inter: "Per me non è stato solo un allenatore. Se oggi penso a lui, penso a un uomo saggio e buono, che non ti ordinava di fare le cose, ma ti spiegava perché quelle cose erano importanti""
Continua a leggere

Mourinho e il Triplete: “Materazzi fu messo lì da Dio, abbracciando lui abbracciai tutti”


"Subito dopo aver vinto, Moratti mi abbracciò e mi disse che mi ero conquistato il diritto di andare. Era il diritto di fare quello che volevo, non di essere felice: e infatti sono stato più felice a Milano che a Madrid”. Così a dieci anni di distanza, Josè Mpurinho ricorda il suo Triplete in uno dei momenti più combattuti, quello di lasciare l'Inter nel momento del trionfo.
Continua a leggere