Cosa sappiamo sulla diciottenne trovata impiccata a Roma

La ragazza è scappata di casa la sera dell'11 settembre ed è stata ritrovata appesa a un gioco per bambini nel parco Galla Placidia. Aveva le mani legate. Sembra che soffrisse di depressione.

Una ragazza di 18 anni, scomparsa la sera dell’11 settembre da casa, è stata trovata impiccata a un gioco per bambini nel parco Galla Placidia a Roma. Aveva le mani legate con delle fascette. Sul posto la polizia che indaga sulla vicenda. Al momento si propenderebbe per un suicidio. Sembra che la ragazza avesse problemi di depressione. A denunciare la scomparsa erano stati i genitori.

I GENITORI AVEVANO DENUNCIATO LA SCOMPARSA

A dare l’allarme, intorno alle 6.45, è stato il custode del parco. La ragazza si era allontanata da casa poco dopo le 21 e in nottata i genitori ne hanno denunciato la scomparsa. Dalle prime informazioni sembra che già in passato abbia tentato di togliersi la vita.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it