La Grecia vuole rimandare in Turchia 10 mila migranti entro il 2020

nsiglio dei ministri che ha tenuto una riunione d'emergenza dopo l'incendio in un campo profughi a Lesbo, costato la vita a due persone.

Il nuovo governo greco ha messo in cima al dossier migrazioni una sola parola: rimpatri. L’obiettivo della Grecia è arrivare a reimpatriare 10 mila migranti entro il 2020. La decisione è arrivata dal consiglio dei ministri che ha tenuto una riunione d’emergenza dopo l’incendio in un campo profughi a Lesbo, costato la vita a due persone.

CON SYRIZA 1805 RINVII IN QUATTRO ANNI

I media locali riportano una nota del governo di Atene in cui si spiega che si vogliono aumentare sensibilmente i rimpatri rispetto ai «1.805 in 4 anni e mezzo sotto il precedente governo di Syriza». Il governo ha deciso altre misure per contenere il flusso dei migranti irregolari. La Grecia ha anche il portafoglio migrazioni nella nuova Commissione europea di Ursula Von der Leyen.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it