Gioacchino Mollo, vittima del maltempo, identificato dal microchip del suo cane

di Adriano Rescigno

Gioacchino Mollo, noto oculista di Cava de’ Tirreni, classe ’59 è la vittima di Cava de’ Tirreni. L’uomo ha perso la vita dopo essere stato letteralmente travolto da un pino secolare, questa mattina alle 8.15, mentre passeggiava, con il suo cane, lungo viale Crispi. La strada in questione, infatti, conduce a due licei e ad una scuola materna. A far crollare il pino le forti raffiche di vento che, da questa notte, si sono abbattute su tutto il territorio provinciale. L’albero, di fatti, ha colpito l’inferriata della villa comunale, creando un buco nella recinzione di quasi tre metri; il pino ha poi travolto la macchina, la multipla del dirigente comunale Francesco Sorrentino. L’albero, nell’abbattersi, ha travolto il furgoncino della Metellia Servizi, con due operai a bordo, lievemente contusi ed una piccola utilitaria, la cui conducente è all’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni. La villa comunale era chiusa da due giorni, per allerta meteo, così come il cimitero. Gli alberi interni erano stati periziati dall’ufficio tecnico e dagli agronomi incaricati lo scorso 4 dicembre; alcuni sono stati tagliati ma secondo la perizia, il pino in questione non era pericolante. Nello schianto, l’albero ha travolto l’oculista che ha perso la vita sul colpo, identificato attraverso il microchip del cane che, come di consueto, portava a passeggio la mattina presto. Mollo lascia tre figlie e la moglie, Rosanna Avagliano, classe ’63, insegnante presso la scuola elementare a Santa Maria del Rogo. Vigili del fuoco e protezione civile sono riusciti ad estrarre il corpo dell’uomo solo dopo due ore di lavoro. Il cane, ferito, è stato affidato alle cure degli operatori del canile comunale.

Consiglia