Respinti a Fiumicino cittadini peruviani che avevano fatto scalo a Madrid: rimpatriati stamattina


Sono stati respinti alla frontiera gli undici cittadini peruviani atterrati ieri sera a Fiumicino con un volo che aveva fatto scalo a Madrid. Tutti sottoposti a termoscanner, sono stati assistiti questa notte e rimpatriati questa mattina. Il Perù è uno dei tredici paesi ad alto rischio per i quali l'Italia ha bloccato i voli.
Continua a leggere

Fiumicino, il sindaco: “Vietare i voli anche da Australia, Brasile, Russia, Usa e India”


Per Esterino Montino, sindaco di Fiumicino, comune che ospita il più importante scalo laziale ed italiano, va "impedito l'arrivo di qualsiasi aereo provenga dai paesi in cui il virus ha ripreso a circolare in modo preoccupante". Montino si riferisce, per esempio, all'Australia, al Brasile, agli Usa, all'India.
Continua a leggere

Coronavirus, assembramenti alla festa di compleanno: chiuso il Castello Miramare di Maccarese


C'è anche il Castello Miramare di Maccarese tra i locali chiusi dagli agenti della Polizia di Stato, che lo scorso fine settimana hanno messo i sigilli a tre locali del litorale di Fiumicino, per il mancato rispetto della normativa anti-Covid. Nello stabilimento in centinaia per una festa di compleanno, tutti senza mascherine.
Continua a leggere

Giovani arrestati per violenza sessuale di gruppo: stuprarono una coetanea al falò di Ferragosto


La Polizia di Stato ha notificato un'ordinanza di applicazione di misura cautelare per tre ragazzi, al tempo dei fatti minorenni, fortemente sospettati di aver stuprato una coetanea durante un falò di Ferragosto al mare, approfittando del fatto che fosse ubriaca. Per loro collocamento in comunità, obbligo di permanenza in casa e prescrizioni.
Continua a leggere

Lavoratore aeroportuale a Fiumicino: “Stipati nella stiva a respirare la stessa aria”


"Siamo i primi a essere esposti al contagio". A parlare a Fanpage.it è un lavoratore aeroportuale di Fiumicino, che ogni giorno percorre 25 chilometri per caricare e scaricare i bagagli dei passeggeri in transito. "Prima di entrare in aeroporto dobbiamo fare la fila al metal detector, e già lì mantenere le distanze non è semplice. Ma è in stiva, quando carichiamo e scarichiamo i bagagli, che è praticamente impossibile".
Continua a leggere

Fiumicino, il sindaco: “Stop stranieri accolti negli alberghi, chiudere strutture vicino aeroporto”


Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha chiesto alle autorità competenti di bloccare il transito di passeggeri ed equipaggi stranieri nell'aeroporto di Fiumicino. In molti casi i voli di ritorno nei paesi d'origine sono stati bloccati, e le persone accolte negli alberghi del comune. Ma per il sindaco questo può causare 'problemi immensi'.
Continua a leggere

Coronavirus, sorveglianza domiciliare per 40 contatti della donna contagiata a Fiumicino


Coronavirus, tre persone contagiate a Fiumicino. Oggi l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato ha spiegato che "si sta completando l'indagine epidemiologica sui contatti stretti grazie alla preziosa collaborazione degli organi della scuola di Fiumicino. Ad oggi sono 40 i contatti posti sotto sorveglianza sanitaria domiciliare".
Continua a leggere

Coronavirus, tre casi a Fiumicino. Il sindaco Montino: ‘Mantenere la calma’


Sono tre i casi di Coronavirus accertati a Fiumicino, cittadina alle porta di Roma: si tratta di una donna, rientrata da Bergamo, del marito e della figlia; sono tutti e tre ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma. Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha invitato la cittadinanza a mantenere la calma: "Niente reazioni scomposte".
Continua a leggere

Sequestrati cinque chili di Shaboo a Fiumicino: era nascosta in confezioni di cosmetici


I finanzieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con il personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno arrestato un corriere cinese in arrivo dal Brasile e diretto a Bologna. Aveva diluito la sostanza stupefacente allì'interno di alcune confezioni di cosmetici e di maschere per il viso che aveva nascosto all'interno della sua valigia.
Continua a leggere

Coronavirus, allestito dormitorio a Fiumicino: 400 brandine per turisti cinesi bloccati in aeroporto


All'aeroporto di Fiumicino sono state portate 400 brandine per i turisti cinesi bloccati dopo la chiusura dello spazio aereo da e per la Cina. Il dormitorio allestito allo scalo di Leonardo Da Vinci rimarrà fino a cessata emergenza. E intanto lunedì è in arrivo un volo militare proveniente da Wuhan per riportare in Italia i cittadini italiani che hanno chiesto il rimpatrio.
Continua a leggere

Virus cinese: controlli su 202 passeggeri atterrati a Fiumicino da Wuhan, epicentro del contagio


Sono stati controllati questa mattina alle 4.50 i 202 passeggeri provenienti da Wuhan, in Cina, epicentro del contagio da coronavirus. I viaggiatori sono stati fatti transitare per un canale sanitario separato, dove sono stati sottoposti allo scanner per la verifica della temperatura corporea voluto dal ministero della Salute.
Continua a leggere

Virus cinese, scanner a Fiumicino per il controllo della febbre: giovedì primo volo da Wuhan a Roma


Da giovedì 23 gennaio all'aeroporto di Fiumicino saranno attivi gli scanner per il controllo della temperatura corporea. La misura è stata decisa dal ministero della Salute in occasione del primo volo proveniente da Wuhan, in Cina, considerato l'epicentro del virus. I passeggeri dovranno anche rispondere a un questionario sui loro spostamenti.
Continua a leggere

Virus cinese, volantino del ministero della Salute a Fiumicino: controlli su 5 voli al giorno


Verranno controllati tutti i voli dell'aeroporto di Fiumicino provenienti da diverse città della Cina e in particolari quelli diretti e indiretti in arrivo dalla città di Wuhan, dov'è in corso un'epidemia di polmonite causata da un virus sconosciuto. Nell'aeroporto, inoltre, è stato affisso un volantino con i consigli del ministero della Salute.
Continua a leggere

Opere anamorfiche a Fiumicino: così Aeroporti di Roma celebra il genio di Leonardo

Allo scalo romano sarà possibile vedere un'opera del genio toscano. Previste anche istallazioni per il Colosseo e la Cappella Sistina.

Lo scalo di Fiumicino è il primo aeroporto a inaugurare un’originale serie di installazioni anamorfiche, la particolare tecnica che attraverso un effetto ottico permette di visualizzare oggetti tridimensionali che in realtà non esistono. Un’occasione per omaggiare il 500 anniversario di Leonardo da Vinci.

Le opere, realizzate in collaborazione con il collettivo Truly Urban Artists,  sono distribuite tra l’Area di Imbarco Internazionale e e uno dei loading bridge dal quale sbarcano i passeggeri internazionali. In questo modo, si possono realizzare scatti fotografici unici da condividere sui social. La prima opera installata è ispirata all’Uomo di Vitruvio.

All’interno del Loading Bridge E31, i passeggeri in arrivo, attraverso un’illusione prospettica e grazie a un sapiente gioco di colori, vedranno il disegno ispirato a Leonardo proiettato su diverse superfici, comporsi perfettamente non appena entreranno nel corridoio al termine del loading bridge.

UN MODO PER OMAGGIARE I PRIMI STUDI SUL TEMA

«Tutti riconoscono Leonardo come icona dell’ingegno e della creatività italiana; è proprio grazie ai suoi studi pionieristici sul volo e sulle macchine volanti che ha dato il nome all’aeroporto di Fiumicino», ha dichiarato l’ing. de Carolis, AD di Aeroporti di Roma. «Tuttavia, non molti sanno che è attribuito a lui anche il primo esercizio conosciuto di anamorfosi». «Quale modo migliore per vedere il mondo da un nuovo punto di vista se non volando?», ha commentato Emiliano Fava di Truly. «I nostri studi sull’argomento non sono che un tassello di un percorso lungo secoli, in cui il nostro contributo è la commistione con le tecniche e il linguaggio dei graffiti e della street art. Siamo onorati di avere avuto la possibilità di rendere omaggio al grande Maestro, e per questo ringraziamo ADR per la fiducia e Heads Collective e Merlo Factory per la preziosa collaborazione».

OMAGGIO ANCHE ALLA CAPPELLA SISTINA

Ad accompagnare questa prima installazione anamorfica, già visibile per i passeggeri in arrivo, seguiranno altre due opere, situate nell’Area di Imbarco Internazionale e che rappresentano il Colosseo e gli affreschi della Creazione di Adamo della Cappella Sistina. Le opere saranno visibili dal 18 dicembre; la loro postazione e la gestione degli spazi è ideata per permettere ai passeggeri di “immergersi” nell’opera per una fotografia, che Aeroporti di Roma invita a condividere sui social. Tutte le opere sono infatti accompagnate da una spiegazione in italiano, inglese e cinese, nonché dal richiamo dell’hashtag ufficiale #RomeAirports per condivisione su Instagram, Facebook e sulla piattaforma cinese WeChat.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Chiede il tassametro e si prende un pugno in faccia

L'uomo voleva andare da Fiumicino a Roma ma il tassista ha rifiutato la richiesta, respingendolo per poi colpirlo in volto. Denunciato per lesioni per futili motivi.

Voleva l’uso del tassametro per andare da Fiumicino a Roma e per tutta risposta si è beccato un pugno in faccia dal tassista. È la disavventura capitata a un passeggero italiano, appena sbarcato nella Capitale da Madrid che voleva semplicemente recarsi in città e si è ritrovato con la frattura del setto nasale. Il tassista, regolare, è stato denunciato per lesioni per futili motivi dopo essere stato individuato nel giro di poco tempo dagli investigatori dalla polizia giudiziaria della polizia di frontiera aerea di Fiumicino, grazie anche al servizio di videosorveglianza implementato dalla società di gestione, Aeroporti di Roma. Oltre ad avere subito avviato le indagini, gli agenti si sono avvalsi anche delle immagini riprese dalle telecamere posizionate nell’area esterna Arrivi del terminal 3. La scena è avvenuta di fronte ad altri tassisti e addetti volontari del ‘Taxi Service’ che si occupano di assistere i passeggeri che richiedono il servizio di taxi e dalle altre persone.

UNA LITE DEGENERATA

Dalle immagini si intravede il viaggiatore, un 60enne residente a Roma, appena uscito all’esterno del terminal 3, mentre è in attesa di salire a bordo del taxi. L’uomo si rivolge al tassista, che appare fin da subito visibilmente scocciato, al punto tale da rifiutare il carico dei bagagli a bordo del taxi e respingere più volte uno dei bagagli. A quel punto, mentre è in corso la discussione fra i due, un assistente del servizio taxi con indosso un fratino giallo fa salire a bordo della stessa vettura un altro cliente, mentre il tassista sale a bordo dell’auto. Il primo viaggiatore, probabilmente infastidito, bussa più volte sul vetro posteriore del taxi per chiedere spiegazioni all’autista. Il tassista, infuriato scende dall’auto va a passo spedito incontro al viaggiatore e lo colpisce con un pugno. L’aggredito a quel punto cade all’indietro, mentre il tassista risale e parte a tutta birra con l’altro cliente a bordo. L’uomo colpito, invece, con fatica riesce a rialzarsi. La terribile scena avviene di fronte a diverse persone che guardano, ma senza intervenire. Pochi minuti dopo l’uomo aggredito viene assistito e medicato nel vicino pronto soccorso aeroportuale di Adr e quindi trasferito all’ospedale Cto di Roma, dove gli è stata diagnosticata la frattura del setto nasale, giudicata guaribile in 30 giorni.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it