I sondaggi politici elettorali del 27 novembre 2019

La Lega si conferma saldamente al comando, ma fa registrare una battuta d'arresto. Crescita continua per Fratelli d'Italia. Lieve flessione per il Pd, stabile il M5s. La rilevazione Ixè.

Si conferma la battuta d’arresto della Lega nei sondaggi. L’ultima rilevazione condotta dall’istituto Ixè per a trasmissione di RaiTre Cartabianca ha rivelato che il partito di Matteo Salvini è sceso al 31,5% dal 31,9% dei consensi della settimana precedente.

FRATELLI D’ITALIA SUPERA LA SOGLIA DEL 10%

Boom, invece, di Fratelli d’Italia, che ha superato il 10,6 dal 9,9% dell’ultima rilevazione. Per quanto riguarda i partiti di governo, scende il Partito democratico, al 20,4% dal 21,2% della scorsa settimana, mentre il Movimento 5 stelle è sostanzialmente stabile al 16,06% dal 16,3%.

ITALIA VIVA SI CONFERMA STABILE

Stabile anche Italia viva di Matteo Renzi, che si assesta al 4,5% dal precedente 4,6%: +Europa è al 3%, la Sinistra sale al 2,2%, mentre Europa verde scende all’1%. A crescere è poi il numero degli indecisi o degli astenuti, che rappresenta il 37,6% del campione intervistato.

IL CENTRODESTRA POCO SOTTO IL 50%

Roberto Weber, presidente dell’istituto Ixè, commentando i dati ha spiegato: «Nel sondaggio si registra lo sfondamento di Fratelli d’Italia. Per un voto che Fdi dà alla Lega di Salvini, tre voti dal Carroccio si spostano sul partito di Giorgia Meloni. Quindi abbiamo questa radicalizzazione sulla destra e il centrodestra arriva a quota 49,5%». 

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

FdI mette alla gogna gli stranieri nelle case popolari bolognesi

In un video il deputato Galeazzo Bignami fa nomi e cognomi: «Ci diranno che stiamo violando la privacy ma non ce ne frega assolutamente nulla».

Un video in cui si fanno nomi e cognomi di persone di origine straniera che abitano nelle case popolari a Bologna. L’iniziativa choc porta la firma del deputato Galeazzo Bignami, ex membro di Forza Italia da poco passato a Fratelli d’Italia, che ha effettuato un ‘blitz’ nel quartiere Bolognina del capoluogo emiliano in diretta Facebook insieme a Marco Lisei, consigliere comunale ex Fi e ora anch’egli entrato nel partito di Giorgia Meloni. L’episodio, di cui ha dato conto l’8 novembre l’edizione bolognese di Repubblica, risale a qualche giorno fa.

FDI PARLA DI «DISCRIMINAZIONE» AI DANNI DEGLI ITALIANI

Scopo del video, sostengono gli esponenti di Fratelli d’Italia, è quello di mostrare, raccogliendo «segnalazioni dei cittadini», che i criteri di assegnazione degli alloggi favoriscono i cittadini stranieri. I due parlano di «discriminazione» ai danni degli italiani. Bignami e Lisei, in particolare, si scagliano contro i criteri di assegnazione degli alloggi Erp di via Albani. «Il 59% delle assegnazioni delle case popolari vanno a cittadini stranieri», sostengono nel filmato. Mentre parlano, i due si aggirano tra i caseggiati appena ristrutturati e la videocamera inquadra chiaramente nomi e cognomi degli assegnatari degli alloggi sui campanelli delle case.

Se stai in un alloggio popolare e c’è il tuo nome sul campanello bisogna che ti metta nell’ottica che poi qualcuno può andare a vedere

Galeazzo Bignami, Fratelli d’Italia

Quanto alla riservatezza, «ci diranno che stiamo violando la privacy», dice Bignami, «ma non ce ne frega assolutamente nulla, perché se stai in un alloggio popolare e c’è il tuo nome sul campanello bisogna che ti metta nell’ottica che poi qualcuno può andare a vedere». Durissimo il commento del dem Claudio Mazzanti: «Filmare i nomi degli stranieri che hanno legittimamente ricevuto dal Comune una casa rischia di diventare un incitamento all’odio razziale verso queste famiglie».

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Sondaggio per La7: cresce tutto il centrodestra, in calo Pd e M5s

In una settimana la Lega è passata dal 32,7% al 33,2% delle preferenze di voto, Fdi dal 7,5 all'8,2 e anche il consenso di Fi è aumentato dal 6 al 6,2.

Stare all’opposizione fa bene al centrodestra che vede crescere il consenso verso tutti i partiti. Mentre cala quello per i due alleati di governo Partito democratico e Movimento Cinque Stelle. Sono i risultati del sondaggio settimanale di Index Research per Piazza Pulita, di Corrado Formigli, su La7. «La Lega», ha sottolineato Index con Natascia Turato, «passa dal 32,7%, del 17 ottobre, al 33,2% del 24 ottobre».

L’AUMENTO MAGGIORE PER FDI CHE ARRIVA ALL’8,2%

«Un significativo +0,5% in una settimana. Un trend comune a Fratelli d’Italia che sale dal 7,5% al 8,2% (+0,7) di questa settimana. Consolidata la crescita rispetto al 4,4% delle politiche ed al 6,5% delle Europee. Lieve crescita, in questi sette giorni, anche per Forza Italia. Dal 6% al 6,2% con un +0,2», hanno osservato dall’istituto di ricerca.

IL M5S PASSA DAL 19 AL 18,8%, IL PD DAL 19,8 AL 19,5%

«Segnali negativi», aggiungono da Index, «per le due principali forze di governo. Il M5S, nelle intenzioni di voto, passa dal 19% al 18,8%, il Pd dal 19,8% al 19,5%.

ITALIA VIVA CRESCE DAL 5,2 AL 5,3%, +ERUOPA ALL’1,8, VERDI 1,9

«Stabile, di fatto, in questa settimana, il dato di Italia Viva di Matteo Renzi che dal 5,2% arriva al 5,3%. Perde punti Più Europa che arrivava all’1,8% ed era al 2%, i Verdi sono sondati invece all’1,9% ed altri di sinistra al 2,1%. Gli indecisi il 38,5%», concludono dal centro di ricerca.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it