Francia, ministro della Cultura: “Notre-Dame sarà ricostruita secondo il disegno originale”


Il neo ministro della Cultura francese, Roselyne Bachelot, nel giorno in cui l’apposita commissione consultiva renderà noto il suo parere sulla questione a lungo dibattuta della ricostruzione della celebre guglia di Notre-Dame, ha detto che c'è largo consenso per ricostruirla identica a quella distrutta dall'incendio del 2019. Alla fine sarà il Presidente a decidere.
Continua a leggere

Sopravvissuta ad Auschwitz, grazie a una banconota ritrova l’uomo che la salvò: la storia di Lily


La storia di Lily Elbert, una donna inglese di origine ungherese finita nel campo di concentramento di Auschwitz quando era una ragazzina. Nel 1945, dopo la liberazione del campo di sterminio da parte delle forze alleate, un soldato le consegnò una banconota con un messaggio di speranza. Dopo tutti questi anni, grazie al nipote 16enne e a Twitter, l'anziana ha scoperto il nome di quell'uomo e potrà parlare con la sua famiglia.
Continua a leggere

Colpito con un pugno in testa in un’aggressione, Giuseppe muore a 40 anni mentre torna da lavoro


Lutto ad Ardore, nella Locride: Giuseppe Raco, papà di 40 anni, è morto dopo essere stato aggredito da un 26enne a Perth, in Australia, dove si era trasferito dieci anni fa e dove era diventato una vera e propria celebrità grazie al "Paramount Night Club", locale da lui gestito. Ancora da chiarire la dinamica di quanto successo: "Ci mancherà per sempre la sua visione positiva della vita".
Continua a leggere

Nella Svezia senza lockdown boom di morti Covid e danni all’economia: “Sacrificio umano inutile”


La Svezia è stato l'unico paese europeo a non adottare il lockdown per contenere la diffusione del Coronavirus. Eppure, ha fatto registrare alti tassi di mortalità, circa il 40 percento in più rispetto agli Stati Uniti, e danni all'economia, con la disoccupazione salita al 9%, con poche differenze rispetto agli Stati che hanno optato per la chiusura: "Non hanno letteralmente guadagnato nulla, è come una ferita autoinflitta perché non hanno avuto neanche i vantaggi economici sperati".
Continua a leggere

Australia, bimba sgozzata in casa degli zii: arrestata la cugina adolescente


La piccola aveva la gola tagliata e le erano state incise, con una lama, alcune parole sulla pelle. Per la macabra uccisione di una bimba di dieci anni Gunnedah, cittadina rurale a oltre 430 chilometri da Sydney, c'è stato un arresto ancor più spiazzante: quello della cugina quattordicenne. Contro la ragazza, tuttavia, non sono ancora state formulate accuse.
Continua a leggere

L’ultima follia di Bolsonaro: si cura con l’idrossiclorochina, che non funziona


Bolsonaro avrebbe assunto l’idrossiclorochina già lunedì, ancora prima di avere conferma del suo contagio, quando ha accusato i primi sintomi della malattia con febbre oltre i 38 e saturazione in calo. "Sto molto meglio, quindi sicuramente funziona” ha dichiarato il presidente brasiliano parlando del farmaco antimalarico la cui efficacia contro il coronavirus, però, non è stata ancora provata.
Continua a leggere

Peste bubbonica in Cina, l’Oms monitora la situazione: decine di persone in quarantena


L'Organizzazione mondiale della sanità ha confermato di aver attivato i suoi sistemi di monitoraggio dopo essere stata informata dalle autorità di Pechino di alcuni casi di peste bubbonica nella Regione. "Al momento non lo consideriamo un rischio elevato, ma stiamo osservando attentamente la situazione", ha detto una portavoce. Nel frattempo decine di persone sarebbero state sottoposte a quarantena per ulteriori accertamenti.
Continua a leggere

“Pensavo di avere solo pochi secondi di vita”, uccide un serpente e guida ad oltre 120 km/h


L'uomo, 27enne australiano, era convinto di essere stato morso da un serpente marrone orientale, uno dei più velenosi al mondo.Quando la polizia, l'ha fermato lungo la Dawson Highway, a ovest di Calliope e sei ore a nord di Brisbane, ha detto di essere convinto di aver solo pochi secondi di vita. In realtà le cose stavano diversamente.
Continua a leggere

Brasile, il presidente Bolsonaro è risultato positivo al Coronavirus


Il Presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, è risultato positivo al Coronavirus. Lo riporta la Cnn. Si tratta del primo leader mondiale, dopo Boris Johnson, a contrarre il coronavirus. Tre giorni fa opposto si è opposto a un disegno di legge che imponeva l’uso delle mascherine in carcere e nelle strutture socio assistenziali, ponendo diversi limiti alle nuove norme.
Continua a leggere

Dopo 112 giorni in terapia intensiva per Coronavirus viene sottoposta a doppio trapianto ai polmoni


Dopo aver trascorso 112 giorni in un reparto di terapia intensiva, una paziente sudcoreana affetta da Covid-19 è stata sottoposta a un doppio trapianto di polmoni ed è ora convalescente: alla donna era stato diagnosticato il coronavirus alla fine di febbraio, e da quel momento in poi per sedici settimane è potuta sopravvivere solo grazie a un ventilatore polmonare.
Continua a leggere

Bangladesh, condannato a morte il serial killer della catena: ha ucciso sette donne


Vestito con abiti alla moda e curato nell'aspetto, Sarkar si faceva aprire la porta di casa con il pretesto di prendere le letture del contatore elettrico e poi le stuprava e le strangolava con una catena da bicicletta: condannato a morte il serial killer della catena. L'uomo, 42 anni, sposato e padre di tre figli è indagato in altri 15 casi. Le vittime hanno un'età compresa tra i 16 e i 75 anni.
Continua a leggere

Gli Usa ritirano i visti agli studenti stranieri con lezioni solo online per Covid


Ad annunciare la novità è stato l’Immigration and Customs Enforcement, l’'agenzia federale statunitense responsabile del controllo della sicurezza delle frontiere e dell'immigrazione. Secondo la nuova norma, gli studenti che non frequenteranno alcun corso in sede nella prossima sessione autunnale avranno due soluzioni davanti a loro: andare via dagli Stati Uniti o cambiare corso e quindi istituto.
Continua a leggere

Stuprata e picchiata con violenza, Salome muore a 4 anni: trovata semi-nuda in un bosco


La storia della piccola Salome Segura Vega, stuprata e picchiata a morte a soli 4 anni da un 27enne che lavora nella fattoria dei genitori. È successo a Garzón, in Colombia: dopo essere scomparsa mentre giocava con gli amici, è stata trovata semi-nuda e incosciente in un bosco accanto al suo aggressore. Trasferita in ospedale, è stata sottoposta ad una serie di interventi chirurgici che però non hanno avuto gli effetti sperati: "Serve una condanna severa, non possono più accadere episodi del genere".
Continua a leggere

Egitto: dopo 16 mesi in carcere liberato studente Usa. Amnesty: “Ora sia il turno di Zaky”


Uno studente di medicina statunitense detenuto senza processo in un carcere egiziano per quasi 500 giorni è stato liberato ed è tornato negli USA. Mohamed Amashah era stato arrestato nel marzo 2019 mentre esibiva al Cairo un cartello con la scritta "libertà per tutti i prigionieri politici". Amnesty: "Ora il governo italiano lavori per la liberazione di Zaky".
Continua a leggere

Bolsonaro ha sintomi Covid: aveva incontrato ministri e ambasciatore Usa senza mascherina


"Sono tornato ora dall'ospedale, ho fatto un controllo polmonare. Il polmone è pulito. Ho fatto anche l'esame Covid” ha spiegato Bolsonaro che indossava una mascherina. Una precauzione che però non aveva adottato nei giorni scorsi quando aveva continuato a incontrare tutti i suoi ministri senza mantenere il distanziamento né indossare la mascherina.
Continua a leggere